Riecco Tremonti e vorrebbe una nuova Cassa del Mezzogiorno

di REDAZIONE

Il federalismo è un imbroglio, come dice il premier Matteo Renzi, ma «l’imbroglio è nato a sinistra. Nella seconda metà degli anni ’90 la sinistra fa due riforme decisive. La prima: le quattro leggi Bassanini» che hanno portato alla «decostruzione dello Stato attraverso la progressiva introduzione all’interno dello stesso degli strumenti tipici del diritto privato, in nome del ‘dio mercatò. La seconda è la modifica del titolo quinto della Costituzione in nome di un principio ‘federalistà, che ha paralizzato il vecchio Stato». A dirlo l’ex ministro dell’Economia Giulio Tremonti in un’intervista al Mattino. «La decostruzione dello Stato centrale e la creazione dello Stato parallelo hanno prodotto i loro maggiori effetti negativi proprio nel Mezzogiorno. È qui che c’era e c’è più bisogno di Stato», afferma Tremonti, secondo cui «i fondi europei non possono essere affidati solo alle Regioni Li deve coordinare lo Stato anche in deroga ai progetti ‘mercatistì dell’Europa» «Il governo centrale dei fondi europei può essere operato solo con la Cassa del Mezzogiorno», sostiene Tremonti, «Quando l’ho proposta, curiosamente la Lega era a favore e i meridionalisti erano contro. Adesso mi dicono che il governo vorrebbe fare un’Agenzia: non è che cambiando nome introduce una novità. L’altra Cassa del Mezzogiorno, quella lanciata da De Gasperi e sperimentata in anni buoni per il Sud, era una cosa giusta».

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

14 Comments

  1. Roberto Porcù says:

    Da più parte vanno dicendo che Grillo è pericoloso, che è un nonello Stalin, Hitler, Mussolini, Robespierre, …
    Bene, appoggerò ancora Grillo, poi, dopo che avrà tagliato la testa a Re Giorgio ed a tutta la corte di coloro che rubarono la Democrazia non attuando i referendum, previsti dalla costituzione più bella del mondo, dopo, ma solo dopo, si potrà pensare ad una cassa per il mezzogiorno.
    Dopo, prima la Madama.

  2. eridanio says:

    Repetita juvant

    Quoto Mister Libertarian

    “Tremonti è un fanatico statalista che ha fatto solo danni. Che sparisca.”

  3. Paul Brembilla says:

    w la corea del nord

  4. Giorgio Fidenato says:

    Questi sono i nuovi leghisti!!! Vanno a cercare proseliti al sud vogliono rifinanziare la cassa del mezzogiorno. alga nel cesso, è il suo posto naturale!!!!

  5. Oscar says:

    grande amico della Lega…chi si somiglia si piglia

  6. Alex Biffi says:

    #Vehme ha perfettamente ragione. Vorrei aggiungere che anche Padani “puri” e più precisamente Lombardi come me, da Manzoni su, su fino ad arrivare a …Monti hanno causato danni inenarrabili alle nostre Terre: Manzoni col suo calunniare i Padri Longobardi e Monti, beh… lasciamo perdere!

  7. davide says:

    Tremonti E’ STATO ELETTO ALLE ULTIME ELEZIONI POLITICHE NELLE LISTE DELLA LEGA NORD (come capolista al Senato in diverse regioni)… SVEGLIATEVI!!!!

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      soprattutto kapire ke tutto ciò ke puzza di “lega norditalia & autonomie” è tradimento ai cisalpini e loro dileggio …

  8. pippogigi says:

    Della serie “solo un imbecille pensa che ripetendo la stessa cosa prima o poi debba funzionare”, mi pare l’avesse detta Einstein.
    Il Mezzogiorno non ha bisogno di una nuova Cassa, che servirebbe solo a finanziare mafia e politici ed arriverebbero solo le briciole a chi ne ha bisogno.
    Non dimentichiamo che:
    – in base ai dati della Guardia di Finanza l’evasione fiscale è massiccia nel sud, ben oltre il 50% contro il 10% della Lombardia
    – la spesa degli enti locali o della Stato è ben maggiore che in altre regioni.
    Allora l’unica soluzione è quella dell’efficienza.
    Una regione, una provincia, un comune che abbia:
    – un tasso d’evasione fiscale superiore alla media
    – un tasso di spesa pubblica superiore alla media (sanità, personale, ecc)
    – un tasso di occupati pubblici superiore alla media
    – un tasso di pensioni d’invalidità superiori alla media
    non può accedere ad alcuna forma di finanziamento, sia dallo Stato che dalla Comunità europea.
    In questo modo se una regione, poniamo la Sicilia, vuole avere soldi dallo Stato (come adesso) o dall’europa (i 9000 miliardi annui di fondi europei vengono spesi in Sicilia, Calabria e Campania, deve prima diventare virtuosa. Ma se è virtuosa, quindi fa pagare le tasse, spende oculatamente ha davvero bisogno di soldi? Ecco che allora o fondi europei verrebbero spesi per finanziamenti a privati (magari con controlli più vigorosi) e non più per società statali o parastatali come adesso (per coprire la malagestione e le ruberie varie).
    Inoltre, ciliegina sulla torta, non ci sarebbe più bisogno dei 100 miliardi di residuo fiscale che la Padania versa tutti gli anni, cosa utile visto che tra poco noi ce ne andiamo e l’italia dovrà imparare a cavarsela da sola…..

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      idee kiare su kuest’argomento e kondivisibili ..
      bisogna xò evincere e konvincere
      della kosa i nostri rappresentanti di tutti i partiti italiani (kompresa la lega nord italia & autonomie) eletti a roma e bruxelles affinkè ragionino in proprio e diano indikazioni ai loro stessi partiti sulla linea da seguire al fine di alleviare le pene ke la nostra Gente Cisalpina patisce… se sono leali verso i propri elettori autoktoni…

      Naturalmente tutti movimenti indipendentisti padanisti debbono koalizzarsi e lavorare sul Territorio (disdegnando roma e bruxelles … nostri sikari e sodomizzatori … x kolmo, kon nostro konsenso … anke se kapzioso… ke sfacciatamente kontinuano a sollecitare…) x vincere le elezioni amministrative ed arrivare alla nostra libertà ed indipendenza x kuella via …

      d’altro kanto, Giulio Tremonti, rientra appieno nei piani, mentalità e nello stile italiko della lekka nodde malanesse e ballerina ke si è cirkondata di xsonaggi pelasgici variamente riciklati (nonkè di nullità intellettuali e rivoluzionarie nostrane… lekkakulo del Boss di turno) ma tutti intenti a buggerare e strumnentalizzare gli ideali ed aspirazioni di noi padanisti e cisalpini indipendentisti x i suoi (e loro) fini kadregari, xsonalistici e d’interessi estranei … ke la loro triste storia giudiziaria, d’imbrogli, truffe e malaffare, nonkè politika mistifikatoria ed ingannevole, ha rivelato e rivela prerssokè kuotidianamente …

      esso 3monti, infatti, è nato da una famiglia, da parte paterna, originaria di Lorenzago di Cadore in provincia di Belluno e, da parte materna, originaria di Benevento…

      … e guarda appunto, un suo kompatriota ed omonimo Giulio, tal Belzebù Andreotti diceva:”A pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca.” …

      marionette da teatro dei burattini …xsonaggi melliflui … kuantomeno da evitare …

  9. Vehme says:

    Ho letto che sua madre è napoletana; il suo aspetto tipicamente lombardo è solo uno scherzo della legge di Mendel.
    Credere che un personaggio con queste origini possa fare qualsiasi cosa per frenare la distruzione dei popoli padani è puerile.

    • Italiano says:

      E magari anche i delinquenti dell’expo sono di origine meridionale. Ed anche formigoni, e berlusconi. E i vostri amici che volevano investire i soldi in tanzania.
      I vostri veri nemici stanno a casa vostra, ma siete troppo sicuri di voi stessi per accorgervene.

      P.S. la madre di Tremonti è di Benevento, non Napoli.

      • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

        am malano oramai ci siete voi x ogni dove ed il disastro è lì, sotto glòi okki di tutti … lal “lega norditalia & autonomie” e kosa vostra e del palemmitano di Arkore sulla kùi via è rimasto folgorato il Boss Radioelettra e Manolesta detto il Ciarlatano di Padania & Koglionatore degli indipendentisti cisalpini …

  10. Mister Libertarian says:

    Tremonti è un fanatico statalista che ha fatto solo danni. Che sparisca.

Leave a Comment