Ma quale Clinton o Trump. Ridateci Ronal Reagan

FILE PHOTO OF FORMER US PRESIDENT REAGAN WALKS WITH MARGARET THATCHER

di STEFANIA PIAZZO –  La destra, la sinistra, il centro. Categorie politiche, geografie d’interessi. La destra, la sinistra, il centro: luoghi orizzontali di distribuzione del potere. Ma c’è una dimensione verticale, per fortuna, della politica: l’alto e il basso, nella direzione dal basso verso l’alto. Nulla a che vedere con le ragioni
dell’autonomia, sgombrando il campo alle questioni di mezzo come la riforma della legge elettorale piuttosto che la revisione del regolamento di condominio. Il fuoco dell’azione politica per qualcuno è prevedere con anticipo quanti deputati saranno eletti. È la politica orizzontale. Interesse per la gente zero. Interesse per il governo zero a zero. Un pareggio sconsolante, fiaccante, che ci fa dire: sono tutti uguali!

Eppure nell’eredità di un presidente cowboy, come Ronald Reagan, sarà forse per via delle grandi praterie (!) c’è qualcosa di molto padano. Di popolarmente popolare: lo diceva lui e persino il professor Miglio che non è questione di destra o di sinistra, ma di governo. È il come che fa la differenza, in nome di chi soprattutto. Della destra, della sinistra, del centro o del popolo?

È il popolo, non lo Stato, a dettar legge. È il popolo a dire quante tasse, quale forma di governo siano le migliori per le proprie generazioni. E’ quel “Noi, il popolo” che esprime la libera serena manifestazione di intenti sul futuro. Non i partiti, ma la gente, è padrona del proprio destino. Chiamatela come volete: autoderminazione, secessione da qualsiasi egemonia, in ogni caso è devoluzione, delega di poteri. Dal popolo sovranissimo allo Stato, servitore cortese.

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. Castagno 12 says:

    Ho trovato ora l’indicazione precisa.
    Blog http://www.effedieffe.com

    Archivio – Settore Medioriente
    articolo: “LA GUERRA ALLE BANCHE CENTRALI DI STATO” – di Maurizio Blondet – 20 Gennaio 2012

  2. Castagno 12 says:

    Mi rivolgo in particolare agli INDIPENDENTISTI, agli AUTONOMISTI, insomma a chi desidera poter gestire in libertà una determinata Entità territoriale o regionale.
    Dai vari commenti ho capito che sono state inoltrate richieste in funzione di contesti che esistono solo nella fantasia dei richiedenti. Mi spiego.
    Ammesso per assurdo che gli interpellati vi rispondano, se inizierà una trattativa riguardante la concessione del riconoscimento richiesto, certamente vi domanderanno che tipo di Banca Centrale vorrete avere. Lorsignori potranno tollerare solo una Banca posseduta da azionisti PRIVATI che sceglieranno Loro. E Voi vi troverete punto e a capo.
    Basta analizzare con attenzione il precedente riguardante J.F. Kennedy e la recente drammatica vicenda della Libia, la cui Banca centrale era nelle mani dello Stato, NON era posseduta da azionisti PRIVATI. Analoga motivazione si riscontra nell’attuale attacco alla Siria la cui Banca centrale è dello Stato.
    Basta leggere con attenzione i libri dell’Avv. Marco Della Luna.
    Poichè qualsiasi Entità territoriale deve necessariamente avere una Banca centrale, il problema potrà essere risolto solo dopo aver attenuto la Libertà.
    Quindi, senza essere usciti dall’Ue, qualsiasi discorso Banca non è praticabile con Lorsignori.
    Restando in galera potrete solo scambiare opinioni e chiacchiere inutili con i compagni di cella.
    Per operare concretamente, bisogna conoscere il problema Emissione di Valuta, quello delle Banche centrali, ed i relativi insegnamenti che la storia ci ha fornito. Guardate chi sono gli azionisti PRIVATI di Bankitalia, della BCE e della Federal Reserve. .Nei miei commenti ho spesso segnalato la necessità di muoversi in massa, non le singole Regioni, una alla volta.
    Mi ripeto: siete tutti fuori strada, aspettate inutilmente, perdete tempo prezioso e Lorsignori procedono. Sono già pronti per arrivare in Europa, alcuni milioni di individui.
    Non li potrà sistemare tutti la LIFE, anche se ha trovato la soluzione OSPITALITA’.
    Vi ricordo un prezioso articolo di Maurizio Blondet. ” LA GUERRA ALLE BANCHE CENTRALI “.
    VOI PORTATE ALLO SFINIMENTO CHI VUOLE AIUTARVI !

  3. RENZO says:

    Tempus fugit!
    ovvero
    Cara Stefania certi treni non passano tutti i giorni, purtroppo temo che quello della Padania è andato perso… 4 gatti e milioni di mardani… Gilberto dixit!
    WSM

  4. Castagno 12 says:

    Anche Reagan aveva alle spalle il Governo Mondiale, tanto per cambiare (vedi “Un Paese pericoloso” di John Kleeves – Società Editrice Barbarossa – pag. 182, dalla prima riga e pag. precedente).
    Diverso è stato J. F. Kennedy che con l’Ordine Esecutivo n. 11110 ha fatto stampare e mettere in circolazione più di 4 miliardi di dollari in banconote degli Stati Uniti che avevano la copertura dell’argento fisico custodito presso la Tesoreria USA.
    Kennedy, con questa emissione, scavalcò la Federal Reserve (Banca Centrale PRIVATA degli Stati Uniti) che emetteva, abitualmente banconote della Federal Reserve PRIVATA.
    Quello che avvenne dopo, non ha bisogno di essere spiegato.
    Lei ha scritto: “la gente è padrona del proprio destino”. Giusto, MA NON IN ITALIA.
    La Costituente si rifiutò di inserire, nella Costituzione, la “Sovranità Monetaria”.
    Di fatto, i Padri costituenti hanno condannato il popolo italiano ALLA SOTTOMISSIONE.
    Aggiungo che la popolazione italiana non può essere definita “UN POPOLO”. E’ solo un agglomerato di popolazioni diverse, eterogenee, imposto da stranieri. In questi ultimi venti anni il “frullatore” italiano ha lavorato intensamente ed ora, neppure il Nord italia è in grado di presentare una richiesta di uscita dall’Ue.
    Era giusta le teoria del Professor Miglio – il popolo è sovrano -, ma poteva essere applicata con successo solo nel rispetto di tutte le condizioni previste, purtroppo assenti nel contesto italiano.
    Aggiungo che i politici italiani non hanno rispettato e non rispettano quegli articoli della Costituzione che impongono la difesa del territorio, il rispetto dei confini.
    Riguardo all’invasione, c’è ancora chi, molto ingenuamente, suggerisce di bloccare gli scafisti.
    Basta leggere il libro che segnalo per l’ennesima volta, basta sapere che siamo agli ordini del Governo Mondiale che ha progettato e provocato questo esodo massiccio.
    Il libro è ” Il vero volto dell’immigrazione – La grande congiura contro l’Europa ” – di Giuli Valli – Editrice Civiltà – Brescia.
    ” I GUAI DELL’EUROPA SONO I VANTAGGI DEGLI STATI UNITI ” – George Washington – 1789.

Leave a Comment