RICICLETTA: LA BICI COSTRUITA CON LE BOTTIGLIE DI PET

di REDAZIONE

Milioni di bottiglie raccattate nelle discariche sono state plasmate e rielaborate a formare il mezzo di trasporto ecologico per eccellenza: la bicicletta. Anzi, la ‘ricicletta’, come l’ha battezzata il suo creatore Juan Muzzi, uruguaiano trapiantato in Brasile. A raccontare la vicenda e’ la newsletter In a Bottle, sensibile ai temi dell’ambiente.

L’inventore sudamericano ha creato le sue biciclette da strada ”senza saldature e vernici – racconta la newsletter – e con abbondante impiego di PET. In un anno infatti il signor Muzzi e’ stato in grado di riciclare 15.840.600 bottiglie in PET, 132.000 telai di bicicletta, e di risparmiare 980.732 kg di petrolio e 2.738.227 kg di Co2”.

Nelle caratteristiche, queste ‘riciclette’ ”ricordano la struttura ossea del corpo umano: agili, leggere e realizzate seguendo l’idea della cavita’. Ma a differenza nostra non subiscono l’usura del tempo poiche’ non arrugginiscono e restano integre a lungo. Recentemente Juan Muzzi – conclude In a Bottle – ha affermato che l’idea era piaciuta a Germania e Stati Uniti, ma aveva avuto resistenze in Brasile. Un finanziamento del Banco Uruguaiano gli ha permesso di avviare l’attivita’ e ora le ‘riciclette’ stanno avendo un enorme successo proprio in Sudamerica”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment