Restituire la diaria? Col “cacchio” rispondono i parlamentari grillini

di GIANMARCO LUCCHI

Hanno subito preso le misure dei comportamenti romani i parlamentari grillini e così non amano affatto l’idea di restituire la diaria da onorevole e senatore. Vogliono libertà di coscienza. E’ quello che avrebbero scelto, secondo quanto si apprende, i ‘grillini’ sugli emolumenti dei parlamentari, sconfessando, di fatto, le proposte di Grillo e di Casaleggio. Alle 21 di stasera si e’ concluso il sondaggio tra deputati e senatori sulla destinazione della diaria e a un’ora dalla chiusura del voto il 48,48% su circa 130 partecipanti (sono 163 i parlamentari del M5S) era orientato in favore della diaria completamente trattenuta dall’eletto, il quale deve stabilire – secondo coscienza – quanto rendere. Sarebbero in campo anche altre altre opzioni minoritarie: per il 3,79% la diaria va completamente trattenuta e per un’analoga percentuale deve essere trattenuta all’80%. Si fermerebbe al 2,27% la quota di chi ritiene che la diaria vada completamente trattenuta per i primi 4 mesi, per poi lanciare un nuovo sondaggio. Per la ‘rendicondazione pura’, e cioè quanto spendi è quanto trattieni, si pronuncerebbe il 36,30%, mentre il 5,30% indicherebbe di stabilire un limite di spesa per macro aree da confermare poi in una nuova assemblea dei gruppi. Quanto all’indennita’ parlamentare, la proposta di Beppe Grillo sui 5 mila euro lordi continua a far discutere per quel che riguarda una una possibile ‘personalizzazione’ sui carichi familiari e sulla situazione economica pre-incarico di ciascun parlamentare. Dello stipendio dei parlamentari si discutera’, comunque, la settimana che viene in una assemblea, dove si proporra’ anche la questione della presidenza delle commissioni parlamentari di controllo.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. Alessio says:

    Perchè non pubblicate notizie vere invece di queste falsità? Ecco la verità:
    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=6HDJ3bV4_L4

  2. Albert Nextein says:

    Anche questi assaggiano il privilegio.
    Qualcuno attaccherà il cappello, e apprezzerà.
    E’ normale.

    Quello che non mi pare normale è il fatto che nessuno proponga di ridurre le spese pubbliche di 100 miliardi subito, poi di altri 100 nei prossimi 18 mesi, e poi altri 100 nei prossimi 36 mesi.
    E contemporaneamente, visto che tutti invocano la crescita e lo sviluppo economico, ridurre di pari importo le tasse sulla gente.

    Questa legislatura durerà poco.
    Non risolveranno un bel tubo.
    Le solite pezze.

    • Dan says:

      Un proposta così va bene farla in tv in tandem a cazzare come la mussolini e la meloni. Quando però salta fuori che il mezzo più rapido per applicare un simile taglio è cominciare dalle proprie prebende, la voglia di sforbiciare passa come una brutta influenza.

  3. Paolo says:

    Puoi arrivare da qualsiasi posto, avere bellessime idee e comportamenti ma quando arrivi a roma c’ e’ un virus molto contagioso prendi la ( romanite) o ti adatti al sistema o alzi i tacchi e te ne vai. . . .

  4. Dan says:

    Ok, va bene. La gente li ha votati con un’idea ben precisa in testa, sperava che questi sarebbero stati un po’ più seri ed onesti degli altri e che avrebbero risolto i problemi.
    Soprattutto si sperava che il tutto sarebbe avvenuto in pace e democrazia.
    Invece i problemi restano e anche loro succhiano: sarà quel che sarà.
    Ci vuole la violenza per raddrizzare questo sciagurato paese ? Sarà violenza.
    Si dovrà tornare a movimenti popolari violenti tipo nazi fascismo per rimettere un po’ di ordine ? Dovremo stendere i tappeti ad alba dorata ? E stenderemo i tappeti ad alba dorata.
    Bravo grillo che finalmente può coronare il proprio sogno di fare le pulci a dagospia così può continuare ad intascare milioni col blog.
    Bravi i grillini che hanno dimostrato come la garanzia di farla franca insozza proprio tutti.
    Fessi noi che abbiamo creduto ad un ducetto in camper e la sua combriccola di “onesti”.

    Il fesso è più lento di altri a svegliarsi ma quando arriva compie disastri.

Leave a Comment