Resa dei conti in Aula, chi troppo vuole nulla stringe

giochi online

di Silvana Logozzo – ROMA, 13 AGO – Calendario della crisi con un andamento concitato che apre vie possibili, ma anche itinerari
istituzionalmente complicati. L’aria che tira e’ quella delle grandi manovre. FI dopo il vertice a Palazzo Grazioli con
Berlusconi si dice contraria a qualsiasi accordo con Salvini su una lista elettorale unica. Renzi in conferenza stampa afferma che una nuova maggioranza e’ possibile. Salvini spariglia le carte e annuncia in Aula che la Lega e’ pronta a votare il taglio
dei parlamentari, quindi alle urne. In Senato il Carroccio va sotto: non passa la linea sulla sfiducia a Conte. Ora M5s chiede che sia ritirata la mozione di sfiducia. Il premier sara’ in Aula il 20 agosto.

Ecco il film della giornata
ORE 9,18 – Salvini, “Renzi di nuovo al governo grazie ai 5Stelle? Una truffa contro gli Italiani, una vergogna”.

ORE 10,44 – Franceschini: “Lavorare per un patto di legislatura”.

ORE 11,59 – Parte campagna Dem “l’Italia e’ piu’ bella”. Appello contro Salvini e la politica della destra.

ORE 12,00 – Di Maio annuncia: “formalizzata la richiesta di anticipazione della discussione per il taglio dei parlamentari”.

ORE 12,34 – Delrio: “Lavoriamo contro una destra pericolosa”.

ORE 12,34 – Salvini: “Spero che per salvare la poltrona i 5S non facciano un governo con Renzi, torneremmo a 500 mila sbarchi.

ORE 13,11 – Vertice a Palazzo Grazioli, FI contraria a ipotesi di accordo con Salvini che comporti una lista elettorale unica

ORE 13,12 – Renzi, “Conte bis? Non ha brillato, ma decidono i partiti”,

ORE 13,20 – Renzi, “Scissione Pd? Quando ci sara’ da dire qualcosa lo diremo chiaramente”.

ORE 15,05 – Direzione Pd convocata il 21 agosto. Renzi non va.

ORE 15,45 – De Magistris, “Mi candido alla guida del Paese”.

ORE 16,47 – Renzi in conferenza stampa al Senato: “Salvini non vuole votare in Aula perche’ e’ in minoranza”

ORE 16,47 – Romeo: “Noi fuori dall’Aula del Senato? Balle”.

ORE 16,49 – Renzi, “Col voto l’Iva va al 25%, recessione”.

ORE 16,54 – Renzi, “Voto in Senato mostrera’ che accordo e’ possibile. Salvini si deve dimettere: la sua svolta e’ fallita.

Ore 17,31 – Renzi, riferendosi a un governo istituzionale: “Il Pd ha decisamente aperto”.

ORE 18,00 – Salvini, “Parlo in Aula e non ritiro i ministri”.

ORE 18,08 – Al via in Senato la seduta per votare sul calendario della crisi. M5s nei banchi del governo, Salvini tra i leghisti.

ORE 18,12 – Casellati, comunicazioni del premier Conte il 20.

ORE 18,24 – Proteste senatori Pd contro Salvini che parla ironicamente dell’interruzione delle ferie.

ORE 18,24 – Salvini: “Votiamo il taglio dei parlamentari e subito alle urne. Renzi ha paura delle elezioni.

ORE 18,39 – Salvini a 5S, “pensate 3 volte prima di allearvi con il Pd”.

ORE 19,01 – Salvini, “mozione di sfiducia a Conte resta”

ORE 19,06 – Senato boccia proposta FI per sfiducia a Conte oggi.

ORE 19,07 – M5S, “taglio parlamentari? Lega ritiri sfiducia”

ORE 19,07 – Senato boccia proposta Lega su sfiducia il 14 agosto

ORE 19,10 – Senato boccia proposta FdI per sfiducia il 20 agosto. A Palazzo Madama asse M5S-Pd-Leu contro sfiducia Conte.

ORE 19,14 – Salvini, “anche con taglio parlamentari si puo’ votare a ottobre”

ORE 19,25 – Salvini, “Ritirare mozione sfiducia a Conte? Non siamo al mercato”.

ORE 19,26 – Di Maio, “bene Lega su taglio eletti, ora stipendi”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. caterina says:

    Se la minaccia di crisi ha portato al taglio dei parlamentari e stipendi relativi un qualche effetto l’ha sortito, ed era ora! senno’ sarebbe stato un fallimento completo con il rinvio all”infinito delle grandi opere e un ministro che per un anno parla di buco quando ormai di sarebbe gia’ quasi fatta una galleria che permette alle merci il trasporto dall’Atlantico all’Europa dell’est su rotaia senza ammorbarci di fumi da Torino a Trieste e Brennero… giusto con un buco peraltro gia’ fatto a meta’ che abbassa il percorso attuale a trecento metri rispetto agli ottocento che ora escludono il trasporto merci…. Quello era il ministro da mandarena casa!

Leave a Comment