Repubblica popolare di Donetsk, l’89% ha detto sì! Secessione in Ucraina

di REDAZIONE

L’89,07% ha votato a favore dell’indipendenza dell’autoproclamata repubblica popolare di Donetsk, mentre il 10,19% si e’ dichiarato contrario nel referendum tenuto oggi nella regione ucraina orientale di Donetsk: lo ha annunciato Roman Luaghin presidente della commissione elettorale centrale locale.

“Questo risultato puo’ essere considerato sostanzialmente come definitivo”, ha dichiarato Liaghin in una conferenza stampa nel palazzo del governatore di Donetsk, aggiungendo che il tasso di partecipazione al referendum e’ stato del 74,87%

Si sono chiusi in anticipo i seggi. Il voto si è svolto senza tensioni. Lo fa sapere il presidente della commissione elettorale centrale dell’autoproclamata Repubblica di Donetsk, Roman Liaghin, precisando che la decisione è stata presa per motivi di sicurezza e che l’affluenza nella città è stata del 77,08%.

Gli Stati Uniti hanno riaffermato che non riconosceranno il risultato del voto organizzato per oggi dai separatisti pro-russi nell’est dell’Ucraina, che potrebbe portare alla secessione di questa parte del Paese. Questi scrutini sono “illegali secondo la legge ucraina ed un tentativo di creare divisioni e disordini”, ha dichiarato la portavoce del dipartimento di Stato americano Jen Psaki in un comunicato.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

21 Comments

  1. Johnny says:

    Nell’Ucraina attuale i nazisti di Svoboda e Pravy Sector hanno preso il potere con un golpe mentre la minoranza russa veniva discriminata…ovvero non è rappresentata in parlamento a kiev e il russo messo fuorilegge.
    Il secessionismo non è stato usato dai russi, la crimea ha scelto da sè, prima indipendenza poi richiesta di annessione alla Russia.
    I popoli dell’est e sud non sono filo-russi, ma russi. Inoltre la Russia non ha ancora mosso un dito fino a prova contraria, gli amerikani invece hanno già sbarcato il vice presidente usa, il direttore della cia, mercenari Blackwater, l’FMI stà già indebitando l’ucraina e l’oro nazionale è stato espatriato da “qualcuno”.
    Il referendum dell’11 maggio non è per l’annessione alla russia, ma per l’inipendenza delle regioni a popolazione russa, che in caso di riconoscimento verrebbe a chiamarsi Novorossja.
    Poi che il referendum sia legittimo alla pari di quello in Crimea, ovvero sotto supervisione ONU, non sembra proprio… ma i civili del sud-est attualmente stanno sotto il fuoco di nazisti e mercenari stranieri (comunicano in inglese via radio) e non credo vogliono aspettare di diventare una nuova Siria, dove si è fatto a posta a prolungare la guerra finanziando i terroristi solo per danneggiare i veri attori regionali.
    Inoltre ricordo che USA e UE stanno appoggiando dei nazisti, dopo tutta la propaganda sull’antisemitismo, tra i quali si sono uniti anche i nostri fascisti Casapound per bruciare vivo qualche russo nel municipio di Odessa.

  2. Lord Ferrel says:

    Io mi chiedo perché si continui ad usare impropriamente il termine ” secessione”..qui non si tratta mica di secessione ma di ANNESSIONE…In ogni caso io credo che la cos non ci debba riguardare piu di tanto, siamo nella merda fino al collo, preoccupiamoci dei nostri problemi, potremmo preoccuparci di quelli degli altri quando avremo risolto i nostri ed avremo la coscienza pulita. Anche gli americani sono stufi dell’interventismo estero e sempre di piu ne sono contrari

    • Leonardo says:

      Perchè prima di annettersi (come nel caso della Crimea) è necessario secedere (dall’Ucraina). E sia in Crimea che qui lo han scelto con un referendum.

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      @ Lord Ferrel
      … Io mi chiedo perché si continui ad usare impropriamente il termine ” secessione”..qui non si tratta mica di secessione ma di ANNESSIONE…”

      <b<kontinua, kon altri mezzi, l'espansionismo territoriale imperiale russo, non + zarista nè international_komunista … ma gangsterista pseudonazionalista & faccendiere alla Putin …

      • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

        … ke, rikordo, è amiko intimo del palemmitano di Arcore … tra mafie e lobby s’intendono ….

    • luigi bandiera says:

      Lord Ferrel,
      bisogna guardare anche oltre la nostra merda, almeno per sapere se piu’ in la’ ce n’e’ ancora e di peggio.

      Sai, buttarsi dal terzo piano credendo di salvarci dal fuoco e trovarci sotto un frakax di punte acuminate pronte li’ a fotterti non e’ saggio ma solo cadere dalla padella alla brace. Come si suol dire.

      L’e’ che ormai il mondo sta diventando sempre piu’ merda e non si sa piu’ dove scappare.

      L’unica cosa che ci rimane da fare e’ PULIRE LA MERDA E RIFARE TUTTO DA CAPO..!

      E’ dura ma se si ricostruisce anche dopo un tsunami e terremoto credo che si possa fare: verissimo, l’e’ durissima. Appunto.

      Il mio dolore e’ saper di aver dato tanto, in quanto sono nel ex ricco nordest, e trovarmi fallito per colpa della BANDA DEI TRE mi vien il volta stomaco.

      Ricordiamo i tre della banda: BRIGANTI, RAPINATORI e MANTENUTI che sono diventati PADRONI delle istituzioni perche’ per tutti gli appunti si sono ISTITUZIONALIZZATI..!!!

      Basta pensare alle SUPERSTRAPAGHE per capire com’e’ girata la GIOSTRA TALIBANA in tutti questi anni di UNA e INDIVISIBILE.

      Io analfabeta no, non posso aver colpa, ma quelli alfabetizzati e tanto blasonati nel sapere SI che dovevano accorgersi e da tanto tempo, che non poteva durare a lungo.

      Quando segnalavo a loro che la giorstra girava male se non al contrario, mi insultavano… quando non facevano loro le mie esternazioni tanto che decisi da quel tempo di scrivere anche se NON E’ IL MIO MESTIERE. Ma tanto mi son detto: quelli la’ poi cosa dicono e scrivono di buono e perfetto..??

      E cosi’ sono passati dei bei trent’anni e piu’… si, le vedevo anche tanto tempo fa ma io essere NESSUNO (Ulisse non c’entra) e cosi’ oggi ho solo una soddisfazione: le ho quasi indovinate tutte, purtroppo per noi.

      Speriamo che le bande dei tre non passino a bande dei quattro o dei cinque… si sa, con l’aria che tira…

      Solitamente la sfiga aumenta…

      At salüt

  3. Lorenzo s. says:

    No non sarebbe un furto perché gli islamici quella terra l’hanno acquistata dai veneti. Una volta venduta una propriet, questa non torna indietro. E mi pare giusto!

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      kuando tu vivi e lavori su un Territorio e sei residente, sei anke cittadino kon uguali diritti e doveri, e kol voto decidi …

      non è necessario ke tu akkuisti un pezzo di terra od una kasa x appropriartene, puoi, appunto, usare kuel mezzo legale lì ke xò distorce la sua stessa funzione …

      e kuindi il problema è kuando tu utilizzi il voto x farti gli affari tuoi ke non sono kuelli dei residenti tutti…

      kome kamunità minoritaria, puoi rikiedere rikonoscimento del tuo stato e pretendere autonomia dentro il konsesso in kui ti trovi,… secedere, in kuelle kondizioni, ekuivale a sottrarre … e ciò non è konsentito … direi anzi REATO !

      koi russi in Ukraina è + o – la stessa kosa …

      FORZA UKRAINA… FORZA KIEV ….e, molto alla lontana FORZA KURDI ! ….

  4. obelix il gallo says:

    Sottomettere che cosa ! Se con il referendum se ne vogliono andare a te che ti frega.

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      eh bravo … ke ne diresti se islamici importati in Veneto, kol tempo, arrivassero ad essere 1 milione di individui nella zona tra Vicenza, Verona, Padova e Treviso, ed uniti, in una specie di enklave, pretendessero fare un referendum x la loro indipendenza ed a kasa tua volessero impiantare una repubblika islamika !? 😀

      beh saremmo di fronte ad un furto di territorio … risultando gabbato il principio di cittadinanza x il kuale hanno ottenuto la residenza …
      avremmo un referendum truffa … ma altro ankòra ! …

      • Dan says:

        Non mi sembra che i filorussi si sono trasferiti in quel territorio un paio di lune fa e di sicuro non ci sono arrivati notte tempo con i barconi per finire poi smistati con gli scuola bus.

        Piuttosto si può dire che l’ucraina è solo un altro stato fantoccio nato sulla carta dopo il disfacimento dell’impero austro ungarico.

        Ogni volta (quasi perchè l’italia non fa testo, mancano le OO) che si prendono popolazioni diverse, nella lingua, negli usi, nei costumi, nel modo di fare, ragionare e si pretende di metterli insieme si piantano e coltivano i semi di una futura guerra civile.

        • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

          Dan
          i kurdi un po’ + a sud e gli stessi Armeni kon la Georgia,
          kuelli sì hanno diritti da rivendikare, kome Popolo e Territorio, la loro identità e sovranità… gli uni a Siria, Irak, Iran e Turkia e gli altri alla Russia Georgiana…

          x non parlare dei kosì detti “popoli russi della Grande Madre” (? … non slavi !) dell’Asia …

          bisogna essere prudenti kuando si ha a ke fare kon kueste Genti e loro sanguinarie e sanguinose storie di nazionalismi, religione, interessi ekonomici e rivendikazioni nazionaliste… kuasi, mi vien da dire, kome in Medio Oriente kon gli odi e rivendikazioni tra semiti eberi ed arabi e le altre popolazioni della bellikosa zona …

  5. luigi bandiera says:

    VE L’AVEVO DETTO: c’e’ piu’ comunismo in USA che in altre parti del mondo.

    Si, dura da digerire ma i fatti parlano chiaro. O no?

    LA DEMOCRAZIA PIU’ AVANTI DEL MONDO E’ PARTITA DALL’INGHILTERRA (O. Cromwell docet) PER ESPANDERSI E CONTRASTARE TUTTI GLI ALTRI contrari alla democrazia e cioe’ al potere del popolo… campa cavallo… RITENUTI, a torto o a ragione, SOLO BRUTTI E CATTIVI e giocoforza contrari alla democrazia.

    E pensare che sono stato filo usa e getta fin l’altro di’, si puo’ dire, ma dopo aver letto meglio i fatti mi sono accorto dell’errore che stavo facendo.
    E’ come essere filo itaglia. Se uno legge meglio i fatti la vede in tuttaltra maniera… e tifa di tutto tranne che per l’itaglia.

    Le BANDE DEI TRE ORMAI SONO OVUNQUE E SE TUTTO ANDRA’ BENE SOCCOMBEREMO..!!

    PSM
    WSM

  6. U.nione K.onfederale C.isalpina says:

    kondivido la decisione amerikana… kuando il secessionismo viene usato (dai russi) x sottomettere un altro popolo, kuello Ukraino, appunto …

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      secessionismo dell’enklave russa (frutto del komunismo bolsceviko…) sul Tereritorio Ukraino … ke, xaltro, gode di ampia autonomia …

  7. Dan says:

    Ma mi sembra giusto. La democrazia è roba loro mica della gente. Il popolino deve solamente accettare ciò che gli altri democraticamente decidono altrimenti lo si fa prendere a fucilate dai mercenari delle compagnie private e si calpesta il resto con il carro armato.

Leave a Comment