Renzi peggio di Ebola: tagli alla sanità e ai Comuni, una porcata

di ROBERTO BERNARDELLIcosti sanità

Televendite in diretta, tutti i giorni. Solo che agli annunci, seguono i tagli ai servizi. Per recuperare i fondi per le promesse, ecco che arriva il taglio di 4 miliardi alle Regioni previsti nella legge di Stabilità. Ma non solo, persino   il presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino, ha affermato che “il governo ci chiede di restituire” con lo Sblocca Italia “anche 560 milioni”.

Stiamo freschi, perché si trattava peraltro dei 560 milioni che il governo Letta, con la precedente legge di Stabilità, aveva deciso di tagliare alle Regioni, salvo poi accordare il congelamento del taglio a fronte dell’impegno dei governatori a mettere queste spese (che riguardano voci come il fondo per la non autosufficienza, le borse di studio e le scuole paritarie) dentro il patto di Stabilità interno. E adesso, lo Stato impone la restituzione dei fondi.

Ma è la sanità la partita più aspra. Per quelle regioni che sono state prese ad esempio per la formulazione dei costi standard, e sia chiaro, sono quelle del Nord, la presa per i fondelli è ricca e sostanziosa. Chi ha sempre sperperato e ha anche dimenticato di scrivere i bilanci, come accadde per la Calabria quando, nell’ultimo governo Berlusconi, alla richiesta dei conti, risposero che ne avevano memoria per via orale, ebbene, i tagli sono benvenuti e necessari. Ma per gli altri cittadini, significa pagare due volte le tasse. I Comuni sono l’altro capitolo spinoso: meno trasferimenti, dovuti, attesi, uguale costi più alti, nuove tasse in arrivo.

Ma non era il governo della sinistra, del popolo?

La clausola ‘taglia-sanita” dice che se entro il 31 gennaio 2015 i governatori non troveranno un accordo per ripartire i 4 miliardi di spending review a loro carico, il governo potrà intervenire ‘considerando anche le risorse destinate al finanziamento corrente del Servizio sanitario nazionale’.

Una porcata, è stata già definita. Così da poter dire all’Europa che l’Italia non ha sforato  i margini del 3% imposti dall’Europa. Sulla pelle della gente. Che ci vuole a governare così, con la mannaia? 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Giuseppe Siano says:

    Salve
    Tagli a TUTTI, ma NON alla KASTA dei privilegiati.
    Delinquenti MAFIOSI.
    IL CRIMINALE RENZI HA COLPITO ANCORA.

Leave a Comment