Renzi fa pagare la Tosap anche sulle griglie dei garage

portoni-garage-10g griglieSulle griglie di areazione dei garage il condominio deve pagare la tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (Tosap) come corrispettivo della sottrazione della superficie all’uso pubblico.
Questo principio di diritto è stato applicato di recente dalla Corte di Cassazione (ordinanza n. 11449 del 1° giugno 2016 VEDI ALLEGATO A FINE ARTICOLO) a un condominio costituito da un garage sotterraneo (realizzato in forza di un diritto di superficie ipogeo – ossia di costruire al di sotto del suolo – concesso dal comune) al quale era stato notificato un avviso di pagamento della Tosap in ordine alla occupazione di suolo pubblico con l’apposizione di griglie di areazione.
Il condominio ricorreva innanzi alla Commissione tributaria provinciale e, successivamente, al Tribunale amministrativo regionale ma, in entrambi i casi, veniva condannato al pagamento dell’imposta non avendo provato, tra l’altro, l’esistenza di atti di trasferimento, dal condominio al Comune, delle aree coperte dalle griglie, né l’esistenza di alcun diritto di superficie relativamente a queste ultime né di un eventuale trattamento fiscale di favore concessogli dal Comune.
Anche il Cassazione il ricorso è stato rigettato.
Precisano infatti i giudici di legittimità che l’oggetto dell’avviso di accertamento ai fini Tosap non era l’occupazione di sottosuolo pubblico, determinata dalla fabbricazione del garage, ma solo l’occupazione del suolo pubblico con le griglie di areazione poste su detto suolo a vantaggio del garage condominiale che costituisce il presupposto impositivo (articoli 38 e 39 del Dlgs 507/93).

Inoltre, contrariamente a quanto sostenuto dal condomino, per i supremi giudici, dette griglie non costituiscono una «occupazione irreversibile» poiché le stesse, pur incidendo sull’utilizzo del suolo pubblico, non ne modificano la natura né la destinazione in quanto, a seguito di una eventuale rimozione delle griglie, (non essenziali perché il garage sotterraneo potrebbe essere aereato ed illuminato con altri sistemi), verrebbe a cessare il godimento individuale, con ripristino dell’uso collettivo. (FONTE SOLE 24 ORE – NORME E TRIBUTI 8/6/16 – Luana Tagliolini)

2016_06_01_Sentenza_Cassazione

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment