Reguzzoni: “La Lega sbianchetta il Nord? Noi invece ci siamo! La battaglia continua in Grande Nord”. E sabato le primarie per le regionali al Cavalieri

reguzzonidi BENEDETTA BAIOCCHI – Un tempo la Lega scriveva Nord sui muri, ora lo sbianchetta. Arrivano le prime reazioni dalla Lombardia. “Oggi non ci sono più scuse. Serve il coraggio di crederci. Noi ci siamo”. Lancia in un post su facebook, Marco Reguzzoni, le ragioni di Grande Nord, dopo l’abdicazione della Lega, che lascia  il Nord per ragioni elettorali, cioè scendere al Sud. Salvini manda al museo il simbolo Lega Nord e si presenta in Sicilia e altrove solo come Lega. E’ la fine di una lunga storia, ma c’è chi non ci sta.

“Ho sempre creduto nelle ragioni del NORD e ho lasciato la Lega dopo 29 anni perché aveva abbandonato le proprie origini – commenta Reguzzoni, oggi fondatore di Grande Nord -. Ai miei amici che sono rimasti dico che le nostre idee meritano di essere portate avanti con coraggio e passione. Noi ci crediamo, e nella Confederazione GRANDE NORD c’è posto per tutti. Oggi la decisione di Salvini di cambiare il nome della Lega decidendo di togliere “NORD” ufficializza una linea nazionale, incompatibile con le nostre origini. Da oggi, il federalismo, l’autonomismo e l’indipendenza hanno il nome di GRANDE NORD”.

Intanto sabato 28 all’Hotel Cavalieri di Milano, Grande Nord comunicherà l’esito delle primarie per la scelta del proprio candidato alle prossime elezioni regionali lombarde del 2018.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment