Regionali, alleanza di Indipendenza Noi Veneto con Zaia

di ANNA FERRO*zaia2

Ieri a Treviso Luca Zaia ed Indipendenza Noi Veneto con Zaia hanno sancito l’alleanza in vista delle elezioni regionali del prossimo 31 maggio.

Il cartello indipendentista, che riunisce vari movimenti storici dell’indipendentismo veneto (Veneti Indipendenti, Liga Veneta Repubblica, Unione Nord-Est, Veneto Stato, Pro-Veneto, Tea Party Veneto), ha espresso l’apprezzamento per l’impulso che il Presidente ha dato all’approvazione della Legge che indice il referendum per l’indipendenza del Veneto.

“Le battaglie che ci hanno visto un tempo uniti sono ancora presenti e le seguiremo insieme” hanno dichiarato Mariangelo Foggiato e Fabrizio Comencini, che hanno sottolineato la sintonia di intenti con Luca Zaia.

Luca Azzano Cantarutti ha ricordato come il tema dell’indipendenza sia al centro dell’azione di NVI ma senza dimenticare la necessità di garantire il buon funzionamento della macchina amministrativa del Veneto: ospedali, strade, scuole, ecc… devono continuare a funzionare, in un percorso virtuoso e parallelo alle battaglie per l’indipendenza che vedranno Indipendenza Noi Veneto con Zaia, sempre in prima fila, nella consapevolezza che il percorso sarà tortuoso ed irto di ostacoli.

Presenti anche  il consigliere regionale Rolando Bortoluzzi, Roberto Agirmo, Antonio Guadagnini e Franco Roccon, il Presidente Luca Zaia ha espresso il piacere di ritrovare amici di lunga data, dichiarando la volontà di intraprendere un percorso comune. Ha quindi voluto chiarire il proprio impegno ad una collaborazione leale sulla base di un programma completo e dettagliato, che tutti i candidati sottoscriveranno per garantire la massima efficacia dell’azione amministrativa.

In ordine all’autodeterminazione del Popolo Veneto, ha ricordato come il Consiglio Regionale gli abbia dato mandato di difendere entrambe le leggi referendarie, sia quella per l’autonomia che quella per l’indipendenza, secondo un percorso già seguito dalla Scozia che ha proposto il referendum dopo aver raggiunto un alto grado di autonomia.

 

*Ufficio stampa “Indipendenza noi Veneto con Zaia

 

Print Friendly

Articoli Recenti

2 Commenti

  1. caterina says:

    se corriamo dietro a questi indipendentisti attaccati ai politici staremo freschi… addio sogno d’indipendenza oer i Veneti!
    per fortuna c’è chi persegue la strada maestra tracciata da Plebiscito che un anno fa duemilioni trecentomila e passa veneti a pronunciarsi sull’indipendenza e l’89 per cento ha votato SI…
    alle prossime regionali se riusciamo a raccogliere le 12.000 firme presso i comuni che è la barriera inventata dalla casta dei partiti arroccati nel loro fortini, con VENETO SI e GIANLUCA BUSATO PRESIDENTE potremmo riconfermare il risultato e l’indipendenza, già dichiarata i 21 marzo 2014, potrebbe essere immediatamente attuata…
    Ma questo tutti quelli che aspirano ad una poltroncina sfruttando le parole referendum e indipendenza non lo dicono sennò come fanno a imbrogliare le persone? sono rimasti ancorati alla posizione di un anno e mezzo fa, mentre il popolo Veneto è andato avanti per la sua strada, tracciata da Plebiscito, senza di loro e se supera la barriera burocratica che gli è stata frapposta, può finalmente raggiungere la meta… attuare l’Indipendenza, finalmente liberi da uno stato accentratore e despota.

    • pierino says:

      Busato non può candidarsi alla politiche italiane, ha proclamato il Veneto stato in anno fa (e si è fatto doge o dittatore?) quindi … coerenza !!
      oppure si metta anche il naso rosso e viaalla ricerca della cadrega politica italiana, quanto ci vuole e capir la presa in giro ? ps continuare a donare sul suo conto corrente , in un modo o nell altro stà apposto

Lascia un Commento