Referendum Veneto, Maroni: “Solo la Lega può vincere questa battaglia”

di GIANMARCO LUCCHI

Alla Festa leghista dei Popoli padani di Venezia non poteva non irrompere il tema del referendum per l’indipendenza che in Veneto sta creando mobilitazione e discussione. Lo stesso segretario federale Roberto Maroni non ha omesso di parlarne, sottolineando però che “solo la Lega Nord ”puo’ vincere questa battaglia”. Una affermazione, questa, destinata inevitabilmente a sollevare qualche discussione nei movimenti che si stanno muovendo su questa linea. ”Molti cittadini veneti pensano che questa sia la strada giusta – ha aggiunto Maroni – c’e’ il segretario nazionale del Veneto, Tosi, che si occupa di questo”. ”Penso che i referendum, che vengono dal popolo, siano una cosa positiva – ha proseguito Maroni- bisogna stare attenti pero’ che queste cose non dividano il Nord, dividersi vuol dire tornare indietro di 50 anni”. Per Maroni, va bene ”se e’ una cosa utile che ha il significato di accelerare il processo dell’Euroregione, ma, attenti, non bisogna cadere negli errori che gli avversari vogliono farci fare: dividerci”. ”Solo la Lega Nord – ha concluso – puo’ vincere questa battaglia”.

”Il fatto che in Veneto si parli di referendum per l’indipendenza non mi scandalizza”, ha detto invece il governatore del Veneto, Luca Zaia, sempre a margine della Festa dei Popoli. ”Questa e’ una regione che ha sempre precorso tutti i cambiamenti – ha aggiunto – penso che sia un segno di quanto e’ stato raggiunto il limite di sopportazione rispetto a Roma e ad un paese che non risponde”. Per Zaia, ”questo governo deve applicare quanto meno quello che ha sempre detto il Capo dello Stato: il federalismo non e’ una scelta, ma e’ una necessita’, una vera assunzione di responsabilita”’.

Sull’argomento è intervenuto anche Gian Paolo Gobbo, ex segretario della Liga Veneta. L’attuale sindaco di Treviso ha rilevato che ”ci sono dei meccanismi che potrebbero permettere un referendum, li stiamo studiando, certamente la situazione piu’ possibile sara’ quella di un referendum locale, perche’ se avviene a livello nazionale ne esce sciacquato”. ”Diverso e’ se invece il popolo lo vuole – ha affermato – ma il popolo puo’ farlo anche con i voti, ovviamente verso chi per questo ha sempre combattuto”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

36 Comments

  1. Guido says:

    Alla lega non interessa l’indipendenza del Veneto, cavalca il teme esclusivamente per fini elettorali, £a carega,

  2. ADRIANO says:

    Avanti con l’indipendenza del Veneto.
    Maroni, avete governato per anni senza aver risolto nulla.
    Veneto indipendente, poi sa voi ne sarete capaci , fate la vostra padania ma ho i miei dubbi:

  3. Rosy Bazzy Mauro says:

    Urgesi tesserato lega nord per svuotare il catetere di Bossi e nettargli la comoda. Astenersi perditempo.

  4. MARONIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII …… l’aria di MONTECITORIO t’ha strafogato il cervello……….. prima ke ti crediamo ancora dvi IMPALARE tutti quelli ke c’han presi per il CULO …….!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. Luca Podestà says:

    Se solo la Lega può vincere questa battaglia per i Veneti consiglio allora i Veneti di eleggersi come “supereroe” Super Pippo che è più attendibile di Zaia e Maroni, a mio modesto parere, a perorare la loro causa. Soprattutto sui “Classici Disney” spesso si leggono storie più verosimili di quelle propinate nelle strategie leghiste per il “nuovo corso”.

  6. Britoa says:

    Questo è quello che dice Maroni:

    ”Molti cittadini veneti pensano che questa sia la strada giusta – ha aggiunto Maroni – c’e’ il segretario nazionale del Veneto, Tosi, che si occupa di questo”. ”Penso che i referendum, che vengono dal popolo, siano una cosa positiva – ha proseguito Maroni- bisogna stare attenti pero’ che queste cose non dividano il Nord, dividersi vuol dire tornare indietro di 50 anni”. Per Maroni, va bene ”se e’ una cosa utile che ha il significato di accelerare il processo dell’Euroregione, ma, attenti, non bisogna cadere negli errori che gli avversari vogliono farci fare: dividerci”. ”Solo la Lega Nord – ha concluso – puo’ vincere questa battaglia”.

    Non so voi ma a me pare di capire che se il referendum VENETO andasse contro gli interessi della lega verrà contrastato e boicotato….

    • manin says:

      Lei ha colpito perfettamente il centro !

      Gli interessi della Lega sono esclusivamente quelli di capi, capetti e capponi!

      Chiunque e qualsiasi cosa vada contro questi interessi è stato, è e sarà combattuto con ogni mezzo !

      I risultati fin qui sono stati oggettivamente eccezionali: tutti i capataz leghisti hanno ottenuto ed han saputo conservare privilegi incredibili !

      Grazie ai militanti ed agli elettori !

      C’è chi lavora per San Marco e chi lavora per San Vittore !

  7. Macina says:

    Questo stato , l’italia è da sempre un unione forzosa di popoli e culture diverse e Maroni non dice altro che baggianate e porcherie. Il Veneto vuole la sua indipendenza punto. Noi non saremo divisi mai da nessuno noi saremo una nazione aperta a tutti gli altri stati e popoli , solamente saremo autodeterminati ed economicamente indipendenti. I bisogni , le necessità e le leggi venete saranno fatte e discusse dai veneti , non certo da un talpa miope con occhialetti da gaio alla Ivano Fossati. Chi ancora usa il terrorismo di divisione e disuguaglianza non è altro che un mangiasoldi caregaro politicante romano e purtroppo Maroni ha il culo ben saldo a quella comoda carega patagnara… … INDIPENDENZA VENETA e i Veneti lo sanno bene che è ora di finirla con le stronzate !
    E’ prorio il caso di dirlo… Hai rotto i maroni…

  8. Fabrizio says:

    Conosco molto bene, l’ ex segretario della Liga Veneta Gian Paolo Gobbo. A parer mio, credo sia l’unico Leghista ad aver capito quale sia la strada giusta per il Referendum Veneto. Ora da Sindaco di Treviso, conosce la materia referendaria più di quanto non la conoscesse quando rivestiva i panni del Segretario della LIga. Infatti, le sue parole : ”ci sono dei meccanismi che potrebbero permettere un referendum, li stiamo studiando, certamente la situazione piu’ possibile sara’ quella di un referendum locale, perche’ se avviene a livello nazionale ne esce sciacquato”. ”Diverso e’ se invece il popolo lo vuole – ha affermato – ma il popolo puo’ farlo anche con i voti, ovviamente verso chi per questo ha sempre combattuto” fanno chiaramente intendere che solo dagli enti locali si può dar forza alla Regione e legittimarla ad indirire il Referendum. Con il consenso territoriale passarebbe perfino in secondi piano la necessità referendaria e nessuno poi si azzarderebbe a discuterlo in Consiglio regionale bensì, sarebbe approvato a larga maggioranza.

  9. Max says:

    Se volete tornare al feudalesimo ci stiamo arrivando, stipendi sempre meno competitivi, merci prodotte in Cina dalle Multinazionali con concorrenza sleale, monopolio delle merci. Se non conoscete la storia, feudalesimo significa vivere come schiavi, se questo è vivere …
    Sovranità individuale basata sulla democrazia diretta.

  10. Pietro Caldiera says:

    Ma l’avvenente “badante” campana di Maroni (quella che lui poi ha fatto assumere al Milan del buon Silvio) lo sa che il suo “badato” dice queste cose?

  11. v says:

    ultima osservazione … pochissimi gonfaloni : c’è più panzania o più Veneto nella pagliacciata di oggi domenica 07/10 ?

    IV aveva un migliaio di Veneti di diversa estrazione sociale che con i propri mezzi è convenuta a Venezia per controfirmare un atto di “democrazia diretta ” il peso di questa faccenduola ” basterà ed avanzerà nel surclassare la pagliacciata odierna …. di 12 punti avranno bisogno molti caporioni panzaniani quando saranno i loro stessi militanti a prenderli a calci ! i propositi che la lega propina alla gente sono fallimentari , o Veneto o Veneto e qui da noi il consiglio regionale lo ha capito benissimo … se ci fossero ancora dei dubbi provvediamo a dissiparli

  12. v says:

    per Ric 81

    non sparare baggianate , la lega in 20 anni di latrocinio , milioni di euro a disposizione e allegre scorpacciate a base di maccheroni in quel di roma non ha ottenuto nulla se non prebende , vitalizi e fortune personali che dovrebbero essere sottratte immediatamente ai caporioni pataccari … avete avuto fortuna negli anni di tangentopoli , vi siete dimostrati peggio della classe politica che vi ha preceduto , vi ha salvato il kulo berlusca dopo i crac eurocredit nord e varie nequizie che non stò a elencare , decerebrati senza arte ne parte hanno avuto la possibilità di incanalare il malcontento degli anni 90 andando sulle reti nazionali ed a mediaset a ergersi a paladini del repulisti per poi spazzar via gente come Miglio e squazzare nella melma da bravi porcellum come vi siete dimostrati , a Venezia c’erano bandiere della pataccania che da quel che mi risulta non esistono ne storicamente ne moralmente , la pataccania cambia confini a bisognia , considerare un successo la barzelletta di oggi è come minimo da diversamentecerebrati , le risorse che avete speso nella sola giornata di domenica un gruppo come INDIPENDENZA VENETA avrebbe saputo utilizzarle per portare la nostra terra all’indipendenza (o molto ma molto vicina a questa meta )! ricordati questo: il risultato della festa della porchetta con proclami che avete inscenato oggi sta costando la vita al tessuto socioeconomico Veneto… anni di sperpero di denaro , ministri e onorevoli seduti dappertutto , avete creato sedi , assecondato e fagocitato circoli e associazioni , esercitato ingerenze in banche , nelle municipalizzate nei circoli industriali e raccontato al popolino di panzania , di devolution e di federalismo …e vieni a propinare la verginità di maroni ? i vostri capoccia se si mettessero il naso rosso e la parrucca bionda risulterebbero più credibili , comunque stai tranquillo , noi di IV ci siamo , utilizziamo il nostro denaro ed il nostro tempo dando risultati , in 6 mesi abbiamo posto la questione referendum indipendenza sul tavolo della regione veneto … non saranno ne i tanzaniani di milano e varese ne i tanzaniani seduti a roma quelli che avvalleranno o meno il nostro percorso … non ne avete ne titolo ne investitura , l’Indipendenza la conquisteremo in Veneto con i Veneti che si esporranno in tal senso ! tu continua ad andare alla festa della porchetta e divertiti ad annusare le flautolenze di chi si è ingozzato fin’ora ! PS gobbo non è capace di fare un cerchio con un bicchiere se non viene istruito ed il buon tosi è dice che “non è possibile” , molto… molto presto si accorgeranno della loro miopia ! V

    • Ric 81 says:

      E’ inutile che mi fai la collezione di cazzate che la lega ha fatto in questi 20 anni e passa, lo so comprendo il fatto che la verginità l’ha persa da molto molto tempo non sono per difenderla solo!! Riconosco tutte le questioni che tu hai detto(più che altro critiche alla lega e a chi vota ancora la lega, forse esagerate ma ognuno ha il dirito di dire la sua). Quello che non capisco è che cosa proponete a parte il referendum che è basilare, ma potrei dirti che secondo me è infattibile quanto può esserlo la padania, quando mai roma ti darà la possibilità di un referendum del genere?? Poi se non dei leghisti (dato che in veneto sono loro in maggioranza in regione) chi presenterà questa battaglia sul referndum?? Seconda questione chi è il nuovo che avanza cioè chi porterà avanti le battaglie per le regioni del nord per il veneto chi saranno gli interlocutori a cui fare affidamento?? Non te lo sto chiedendo in maniera irrisoria ma per sapere veramente su chi si può fare affidamento e iniziare una battaglia seria. Più che le critiche vorrei sentire dei programmi e idee qua spesso mi sempra di essere Leghista(berlusconiano) dall’altra parte i critici che però non espongono idee ma solo critiche ogni volta che l’altra parte dice la sua(anti-berlusconiani) mi sembra forte il paragone ma era per farti capire.

      • v says:

        eccoti una bozza http://indipendenzaveneta.net/wp-content/uploads/2012/06/programma.pdf, poi leggiti lo statuto di IV , c’è gente in questo momento che stà lavorando a stendere delle prerogative che saranno sottoposte ai veneti raggiunta l’indipendenza
        copincollo una affermazione : Ad indipendenza avvenuta i cittadini avranno l’onere di approvare delle regole in merito al ricambio della classe politica , non ci saranno più politici a vita , avranno un mandato e se lo disattendono ci sarà la possibilità di licenziarli anche prima della scadenza , un’altra cosa che certamente verrà discussa è la faccenda “patrimoniale ” chi entra a gestire gli interessi del nuovo stato VENETO dovrà esser passato ai raggi x e quando ne uscirà se risulta accresciuto il suo patrimonio in maniera non giustificabile , dovrà restituire il maltolto ! Governare e amministrare un paese dovrà divenire non un privilegio ma un’incombenza che solo uomini dai ferrei principi possono attuare ! ci sarà da lavorare per cambiare la mentalità dell’arraffare che ormai permea il tessuto sociale soprattutto ai piani alti , ma la chiave di volta potrebbe essere disincentivare la politica in termini di rendite sicure e gestioni lobbistiche e separarla nettamente dall’arricchimento personale ! delle proposte sono già in fase di perfezionamento e quando sarà opportuno verranno portate a conoscenza dei cittadini che desidereranno appoggiarle

  13. CRISTIANO says:

    SPEREMO CHE ZAIA EL SIA PI SVEIO DE MARONI EL POPOLO EL VOLE EL REFERENDUM. ZAIA SVEIATE

  14. Alberto says:

    I veneti che stanno ancora in lega dovrebbero vergognarsi…

    • Enrico says:

      GRANDE !!!!………….. Leghisti siete dei pagliacci a credere ancora alle Panzaneitagliotte……………… Basta roma vogliamo l’indipendenza del Veneto. SERENISSIMA RISORGI ! WSM

    • Albert says:

      Sono un veneto che ha creduto alla lega e me ne vergogno ancora anche se da tempo non ci credo più.

  15. Venetista says:

    Se aspettiamo la lega tra vent’anni saremo allo stesso punto di adesso.
    Tempo scaduto Maroni,avete avuto tutto il tempo e non avete combinato nulla,vi mancano le palle.

  16. Roberto says:

    E’ la solita teritera sono passati 25 anni e siamo punto a capo
    nadaroby

  17. Ivano says:

    Pori grami, toglietevi di torno

  18. lory says:

    ma se la lega non ha vinto una sola battaglia ( forse in sogno ) questo Maroni fa ridere anche i polli!!!!!!!!!
    VENETO LIBERO

  19. Britoa says:

    @ma sior xaia prima el VENETO o prima el nord ?

    no giusto per saperlo !

    io spero che lei legga queste opinioni o qualcuno per lei le riferisca che ha il dovere di non boicottare in nessun modo l’eventuale referendum per l’INDIPENDENZA come è già successo nel 1998
    http://www.lindipendenzanuova.com/veneto-speciale-dozzo-lega/
    i Veneti anche leghisti non se lo dimenticherebbero visto che li ha incitati a urlare SECESSIONE il popolo si fa usare fino a un certo punto.

  20. Diego says:

    Va bene, sono veneto e ammetto che in fondo al cuore ho il sogno di vedere un giorno il Leone di San Marco sul mio passaporto. Detto questo, dal punto di vista strategico, quella di Maroni è una posizione miope per non dire imbecille. Se aspettiamo che piemontesi e lombardi siano pronti per l’indipendenza, non abbiamo speranze. Diverso è il caso del Veneto, che per storia, cultura,, tradizione, etnia ha sempre mantenuto vivo lo spirito indipendentista. Si dovrebbero concentrare tutte le risorse della Lega Nord a favore dell’indipendenza del Veneto semplicemente perché, una volta ottenuta, seguirebbero per effetto domino l’indipendenza delle altre regioni del nord, Lombardia per prima (il Piemonte non vorrà mai staccarsi dall’Italia)-
    E’ talmente logico e banale che mi viene quasi da piangere a sentire Maroni parlare di macroregione e di unità del nord, di doversi procedere tutti assieme, di non dividersi.
    Un piccolo uomo che non vede al di là dei suoi occhialetti.

    • Longobardo says:

      concordo in toto. La posizione di Maroni dimosta che la Lega è un nemico delle autonomia ed un garante dello status quo. Il Veneto sarà l’apripista dell’indipendneza delle varie nazioni/regioni padano-alpine…l’idea di macroregione, nordunito e baggianate varie è solo la solita truffa per procrastinare all’infinito risultati concreti..

  21. Don Ferrante says:

    Con frasi simili han fatto baldoria per un quarto di secolo !

    E’ normale che ci riprovino !

    Starà al popolo dimostrarsi saggio o ….fesso come è stato fino ad ora!

  22. VenetoEuropa says:

    Maroni fa il furbo, e sa che un referendum per l’indipendenza passerebbe solo in Veneto e non in Padania.
    Ha paura che la Liga Veneta torni libera e scelga l’indipendenza.
    Cosa vuole? Un veneto asservito alla Lombardia? Che è più grande della Svizzera e dell’Austria che hanno circa 8 milioni di abitanti, quando la Lombardia ne ha poco meno di 10 Milioni.
    Pensi a rendere indipendente la Lombardia, o si è dimenticato anche lui che lo statuto del suo partito parla di Indipendenza e non di eurtoregione.

  23. Trasea Peto says:

    Poro insemenio de Maroni, Tosi l’italian dovarìsimo spetar? Ma copate!
    Và ben come dize lu, in pratica no và ben parké i indipendentisti veneti vol ke dove vive Maroni diventi estero, invese lu el seita co sta macrorejon e monade varie par inmagare ‘a xente e salvarse ‘a carega.
    Zaia e Gobbo puareti i me fà anca pecà, ma no xe ke i sia obligai ndarghe drio ai italiani Maroni e Tosi…o ke I xe stà minaciài o I xe bauki.

  24. Dan says:

    “Maroni: “Solo la Lega può vincere questa battaglia””

    Ok ragazzi, tornate a prendere le catene appese all’attaccapanni, tanto sapete già come si mettono

    • Ric 81 says:

      Che ci provi veneto stato a portare in piazza migliaia di persone come oggi!! poi d’accordo 10 anni al governo non avete fatto nulla…. ma dai vostri commenti siete in tantissimi, ma dov’è che siete, chi siete più che altro? dove si possono vedere le vostre idee a parte questo rispettabilissimo quotidiano?? come fate a ottenere l’indipendenza a stare a casa nei salotti a offendere maroni?? la lega sarà morta…. ma voi non siete neanche mai esistiti.

      • Dan says:

        Vuoi vedere quanti ne portano in piazza i finto comunisti italiani ?
        O i finto liberal-democrist-fascistiani ?
        Le verità è l’italia è piena come un uovo di idioti creduloni

        • Ric 81 says:

          ok ma continui a non rispondermi?? Io non ho il paraocchi se vedessi che intorno a me c’è un movimento serio che chiede autonomia indipendenza e quantaltro me ne interesserei, non vedo la lega come possa rifarsi una verginità……il fatto che non vedo nulla venir su dopo che voi dite tutti che la lega è morta. Perchè ricordiamocelo tutti, la lega ha fatto quello che ha fatto cioè nulla ma il problema del nord rimane grosso come una casa anzi adesso che c’è crisi ancora più grosso di quando era nata la lega, allora io mi dico se siete tutti qui per dire che non esiste più la lega perchè è marcia e non ha combinato una cippa in questi anni chi è che viene su qual’è il nuovo?? dimmmene qualcuno e io provo a interessarmi, ma per ora guardandomi in giro vedo il nulla caro mio.

  25. Bresà öm liber says:

    ”Solo la Lega Nord – ha concluso – puo’ vincere questa battaglia”

    Benissimo! questa battaglia quando cominicia?????

    • Dan says:

      Prima di ogni battaglia si dispongono le truppe in campo:

      – Tizio nel cda Rai
      – Caio in quello Ansaldo
      – Sempronio in Finmeccanica
      – questo in parlamento
      – quello in consiglio regionale


      – Noi altri a fare i piciu con la bandiera nel pratone

Leave a Comment