Referendum Veneto: il 30 luglio convocato il consiglio regionale

di REDAZIONE

Dopo un po’ di tira e molla, ora ci siamo. La notizia è ufficiale  il Consiglio regionale è stato convocato per martedì 30 luglio 2013 alle ore 14:30, con i seguenti argomenti all’ordine del Giorno:

1.  Comunicazioni del Presidente

2.  “Indizione del referendum consultivo regionale sull’indipendenza del Veneto”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

35 Comments

  1. Roberto Porcù says:

    Ma! No so se xe merda, ma xe el can che a ga cagada.
    A me il 30 di luglio mi puzza.
    Da sempre, quando i politici vogliono inchiappettare i Cittadini lo fanno proprio alla fine di luglio o i primissimi giorni di agosto contando che tutti si sia altrove con la testa.
    Spero di sbagliarmi, ma dai piani alti non mi aspetto regali.

  2. FabrizioC says:

    Ciao crisvi,è vero che ignoro molte cose,però sono profondamente convinto che questo tipo di polemiche siano dannose per il nostro progetto. Creare divisioni fra chi vuole l’indipendenza non è per me la via giusta. Il fatto che sia Pizzati che Cantarutti non dicano niente publicamente,dimostra secondo me,che sono intelligenti e ben consapevoli che si farebbe solo danno. Per tua informazione,mi sono iscritto sia a IV che PB2013 appena ne sono venuto a conoscenza,non mi interessa sapere se i vertici abbiano o no digerito la cena di ieri. Mi interssa che continuino nella via dell’indipendenza. Tutto il resto,tutte le polemiche che leggo,le considero non solo inutili,ma controproducenti. Questo nel mio piccolo. Dividi et impera

    FabrizioC

  3. Albert1 says:

    Ora, tralasciando per un momento divisioni&bisticci, senza presunzione né saccenza, vi chiedo: a che punto sono le “contromisure”? Perché sappiamo tutti che, una volta partito, questo referendum rischia di finire come le elezioni durante il ventennio fascista. Del tipo: certi sgherri a fare i guappi con anziani&più deboli, impedendo loro di votare. Certi “ladri”, in genere particolarmente attenti alla regolarità fiscale altrui, a fare il giro degli esercenti da loro abitualmente rapinati, minacciandoli di ritorsioni qualora li vedessero ai seggi. Insomma, l’ordinaria amministrazione…

    • ermanno says:

      la gente, tutta, ne ha le b—- piene, l autodeterminazione è una via pacifica, se lo stato vorrà fermare questo treno in corsa mettendosi davanti … grecia egitto …

      invece di lavorare per risolvere i guai italiani pensano alle cazzate su ministre indegne o bloccano tutto per poter metter dietro le sbarre un politico… e intanto sprofondiamo nella melma infondo al baratro.

      bisogna esser un po realisti, la gente sopporta sopporta poi va fuori di testa.
      già ci son imprenditori che non pagan le tasse perche non han soldi e se arriveran le multe, concordato o fallimento e italia mantienimi te.
      davvero le cose cambieranno.

  4. Valerio Carli says:

    Quoto in pieno il commento di Gigio.
    Questo Crisvi è ormai una lagna. Fino a ieri parlava di Cantarutti come fosse un eroe di Lepanto, oggi lo descrive come “Più che fumo, uno stecchino infilzato nel palato della larga militanza e dei sostenitori di IV.”.
    Se questa è la metodologia di IV o PB2013 o cos’altro tra un anno?.
    Caro Crisvi, sia almeno onesto nel dire che fino ad oggi lei ha detto un sacco di scempiaggini.(oppure sta cominciando ora a dirle?)
    Per il resto attendiamo cosa diranno a Venezia.

    • Crisvi says:

      Innanzitutto, ringrazio tutti coloro che hanno preso le mie difese in questa pagina web.

      In secondo luogo mi rivolgo al sedicente Valerio Carli, ma includo anche i suoi miserrimi compari diffamatori, riassumendo la mia replica nel sistema 3×2 che meritano :

      ” Raglio d’asino non sale in cielo ”

      Inoltre come affermava il buon Sordi :

      http://www.youtube.com/watch?v=uahU5m6Hvj4

      • Marco Mercanzin says:

        Metti nome e cognome se hai tanta lingua, nerd da tastiera.

        • Carla says:

          Lei Mercanzin è solo un servo strisciante di Borghezio.Molto peggio di un semplice nerd da tastiera.Inoltre al posto della bocca ha una fogna immonda come abbiamo visto in precedenti commenti.Che individuo spregevole.

          • Marco Mercanzin says:

            Ripeto, se hai il coraggio, metti nome e cognome, pajasso !!!!

          • Marco Mercanzin says:

            Vede, cara Carla, delle sue opinioni me ne sbatto allegramente, però mi creda, continuare a affiancarmi a Borghezio non le servirà a nulla, perché mi creda, molti che ci leggono mi conoscono di persona, e sanno chi sono e cosa ho fatto.
            Al contrario di lei e di Crisvi che più di schiacciare tasti non fate.
            Naturalmente, per smentirmi, basta che lei metta il suo nome e cognome in bella vista, cosicché tutti possano controllare il suo curricula, e magari scoprire……… Il nulla !!!!
            Con stima, mi scusi, ma mi scappava……cazzo !!!
            Ops, pardon ……..:)

  5. Gigio says:

    Crisvi,il cane da guardia di Pizz… e Bus….Quando guardo i suoi commenti mi sembra di stare dentro il forum di Tuttosport dei tifosi juventini. Bar sport forever

    • Thomas says:

      Certo, anche a me ricorda i tifosi juventini su Tuttosport… specie quando si parlava di calciopoli.
      Poi un giorno Palazzi deferisce Moratti e l’Inter, escono le intercettazioni di Facchetti… e tutti si risvegliano un po’ meno “onesti”!

      Già, CrisVi mi ricorda quei tifosi: magari di parte ma sicuramente ben informato sui fatti!

      gens universa veneti appellati

    • Mario Petracca says:

      Ma no, dai! Pizzati e Busato sono due persone intelligenti.
      Crisvi è invece un miles gloriosus che fa il ganassa del cyberspazio. Semplicemente, il forum di IV è il pallone aerostatico del suo smisurato ego. Ma non penso che, in fondo, sia un malvagio. Ogni tanto,il nostro eroe – che credo per Pizzati sia più una presenza ingombrante che un cane da guardia – sconfina anche negli spazi de L’Indipendenza. Adesso, probabilmente, risponderà irato dicendo che può leggere il mio IP. 😀

    • Tito Livio says:

      Non sono certo un membro di IV o altre sigle indipendentiste ma un conto è criticare il progetto un conto è offendere le persone, comportamento puerile di chi non ha nulla di interessante da dire. Nel bene e nel male c’è chi si impegna per determinati scopi….

    • mv1297 says:

      il solito personaggio che sa solo giudicare senza nessun argomento serio da contrapporre.
      gente come Lei, di tipicità italica, in un certo senso, sono proprio una delle cause della rovina della penisola.
      purtroppo gente come Lei, è piena proprio nei bar.
      lasci stare Crisvi, che senza ombra di dubbio ha fatto molto più di Lei nella vita,
      i falliti sono quelli che sanno solo guardare gli altri ma non sanno guardarsi allo specchio la faccia che portano.

    • Carla says:

      Caro topoGIGIO,se tu e i tuoi scagnozzi aveste la metà dell’intelligenza di Crisvi non avreste neppure scritto la metà della metà dei vostri commenti insulsi.L’invidia fa novanta con gentucola come lei,Carli,Thomas e Patacca ma forse siete un solo unico minorato in vena d’offese a persone che valgono cento volte uno come lei..

  6. oscar says:

    che la democrazia scenda tra di noi 😀

    ma sopratutto che i Veneti votino.

  7. fabrizioc says:

    yes!

  8. Crisvi says:

    Tira e molla ?

    A me sembra che il consiglio dei ” saggi ” incaricati da Zaia, si sia letteralmente addormentato sulle proprie responsabilità.

    Un ritardo all’italiana, tipico del malcostume centralista, che avanza ad esempio con giudizi civili trentennali come media, ma inconcepibile per la classica laboriosa efficienza Veneta !
    Per dei Veneti classici, 10 giorni bastavano e avanzavano per decidere.
    Anche perchè esisteva un popolo intero alle spalle dei politici regionali, a votare democraticamente per l’Indipendenza.
    Per fortuna che in mezzo a questo gruppo di ” saggi ” c’era Cantarutti, che doveva garantire anche la celere produttività dell’insieme. 🙁

    Meglio tardi che mai, comunque.

    Ad Maiora.

    CrisV 🙂

    • gianluca says:

      Suvvia Crisvi, lo sai bene che non è stata solo colpa della commissione… però capisco la tua posizione, omai vedi Cantarutti come il fumo negli occhi

      • oscar says:

        per le due volte che l ho visto su reteveneta entrambe ho pensato che è 10 volte piu coinvolgente Morosin.

      • Crisvi says:

        Più che fumo, uno stecchino infilzato nel palato della larga militanza e dei sostenitori di IV.

        Il fatto che egli non voglia rasserenanti canali di dialogo, la dice lunga sull’argomento…………. 🙁

        Conserva in bella vista queste pagine Gianluca, ci rileggeremo tra un anno, a Dio piacendo. 🙂

        Ad maiora.

        Crisv 🙂

        PS : Puoi comunque gioire, ho buoni motivi per ritenere che anche la tua Lombardia, tra non molto replicherà un’iniziativa abbastanza simile a PB2013.
        Siete la regione verso la quale grava il maggior costo del malgoverno nazionale, peccato siate tanto disomogenei nei progetti.
        Io sono per la libertà e il rispetto della volontà popolare, di ogni popolazione mondiale.
        Non solo di quelle ( Tibet ) che fanno comodo all’occidente.
        Perchè ad esempio, nessuno più parla del popolo sovrano del Kurdistan ? Gassificato in Iraq e Iran e sterminato in Turchia !

        • fabrizioc says:

          beh, scusa se mi permetto, ma da come parli, e’ difficile creare canali di dialogo con te, on credi?
          ogni volta che scrivi un commmento metti “frecciatine” (eufemismo) nei suoi confronti. Come puoi poi porti come mediatore?
          Onestamente non credo che tutto questo “tirar d’arco” faccia bene al nostro progetto (Indipendenza), non credi?

          Passiamo oltre ste cose, la base e’ unita’, e fortunatamente i capi non mettono le beghe in piazza. Passiamo oltre. L’obiettivo non e’ l’orgoglio di aver ragione su chi e’ bravo e chi no, ma di essere indipendenti. A me sembra che entrambi siano sinceri sostenitori dell’indipendenza. Questo mi basta, anche se le loro vie si sono separate.

          Fab

          • Crisvi says:

            Fabrizio, forse non hai ancora capito una cosa.

            IV è ormai nelle ristrette mani di 6 dirigenti, più un presidente.

            Il nobile gruppo coeso originario, che aveva dato origine a questo sogno, oggi esiste solo sulla carta, perchè per me, le persone migliori, sono confluite in PB2013.
            Pensare che l’Indipendenza del Veneto, è progetto comune per le due entità politiche.

            In realtà IV a mio parere, è attualmente come un organismo in decomposizione, che sta perdendo i brandelli di sè stesso, a ogni suo passo.
            Tu sai quanto ci tenga a IV e come l’ho sempre difesa contro tutto e contro tutti, come una tigre ferita !
            Eppure è illogico l’accanimento terapeutico, quando le cose dimostrano una progressiva autodistruzione.

            Ho provato a pormi in qualità di mediatore.
            Il clan presidenziale non mi ha neppure risposto.
            A questo punto s’imponeva una scelta da parte mia.

            Prossima mossa del ” direttorio ” ?
            Convocare in autunno una conferenza generale soci, con i bigliettini e nomi già imposti, scalzare Lodovico e gli altri dirigenti scomodi dai vertici, inserendo al loro posto i classici servi consenzienti.
            Tieni presente, che per l’epoca potranno votare anche quei soci che nessuno ha mai visto e conosciuto e che si sono iscritti in massa, in occasione di questo passaggio di consegne.

            Io resto sempre il preciso arciere Indipendentista di un tempo, su questo puoi scommetterci.
            Ma il mio arco rimane a disposizione solamente dell’Indipendenza del popolo Veneto.

            Puoi aderire anche tu a PB2013, se lo desideri.
            Una grande casa comune in cui IV poteva essere il primo protagonista……..invece 🙁

            Ciao

            CrisV 🙂

            https://www.youtube.com/watch?v=CkpawOKbPD8

            • Roberto Rossi says:

              Ocio!!
              QUESTO QUI E’ AL SERVIZIO DEL NEMICO. OPERA SEMINANDO ZIZZANIA DOVUNQUE VADA. L’HA FATTO CON VENETO STATO ED ORA LO FA CON INDIPENDENZA VENETA.
              DOVE C’E’ DA ROMPERE E SCASSINARE CRISVI E’ SEMPRE DALLA PARTE DI CHI SPACCA.
              Ha modi suadenti e usa linguaggio forbito, dichiara di essere veneto e di sostenere la causa indipendentista, ma il suo compito è DIVIDERE, FAR LITIGARE e DISTRUGGERE i movimenti indipendentisti.

              E VERO O NO CRISVI CHE SEI UN UFFICIALE DEI CARABINIERI?

    • Adriano Giuliano says:

      Da decenni sento parlare di razzismo quando si criticava la burocrazia, cosa aliena alla cultura veneta!
      In quanto alla commissione giuridica, è servita a perdere tempo prezioso, infatti i costituzionalisti non servivano per approvare il referendum, anzi, preciso che la commissione non serviva affatto, perché l diritto all’autodeterminazione di un popolo,non ha nulla a che fare con la costituzione, in qualsiasi paese.
      Bravo Lodovico!!!

  9. Enea says:

    Che dire, due splendide giornate. Ieri la notizia di Verona sollecita il referendum, e oggi viene fissata la data del consiglio regionale che deve discuterlo. Quale sarà la notizia di domani?…

    • Marco Mercanzin says:

      Bang !!!!! Shhhhhhhhhhhhhhhhhh ……. Flop……
      Scoppio, sgonfiamento, afflosciamento……. Sparizione

      Ecco la prossima notizia…..

      • Enea says:

        Sono anni che sento questi commenti pessimisti. Non siamo certo ancora arrivati all’indipendenza, ma non puoi non riconoscere che qualche passo avanti e’ stato fatto. Fino a 2 anni fa chi parlava di indipendenza, veniva guardato come un criminale, un marziano, un pazzo…. ora tu stesso mi fai capire che siamo visti come semplici illusi… mi sembra un buon passo avanti, soprattutto se gli illusi incominciano ad essere migliaia. Se gli illusi diventano la maggioranza del popolo veneto ci sono due possibilita’: il Veneto diventa indipendente o l’Italia diventa ufficialmente una dittatura. Sono convinto che ai nostri politici non piaccia nessuna delle due ipotesi.

      • mv1297 says:

        Ma tu speri proprio così? Ma proprio devi farti continuamente tagliare i cojoni?

        • Crisvi says:

          Lasciatelo perdere, amici.

          Questo era uno dei servi di Borghezio.
          Da quanto mi è stato fatto leggere, sembra abbiano anche avuto rogne giudiziarie comuni.
          Inoltre quando muove il suo cursore, l’immonda puzza di fogna che emana, giunge persino a livello empatico a noi lettori.

          • Marco Mercanzin says:

            Scolta pagliaccio. Io con Borghessio nn centro nulla, e si sono ancora inquisito da Papalia ( lui è andato in pensione e il processo nn e’ ancora finito ).
            In quel processo ci sono 44 persone, tra cui, oltre a sbirulictus ( Bossi ) ci sono anche militanti comuni e tutti i responsabili della guardia padana.
            Abbiamo subito perquisizioni e intercettazioni, bloccati i passaporti, sequestrati assegni personali, perquisite le aziende.
            E tu, patetico nerd brufoloso da tastiera, chi cazzo saresti ??

Leave a Comment