Referendum GB: in vantaggio i filo Ue

CAMERONTorna a pendere a vantaggio dei filo-Ue il pendolo della sfida referendaria nel Regno Unito in vista del voto sulla Brexit del 23 giugno. Almeno a dar credito a un ultimo sondaggio – pubblicato dal Daily Telegraph dopo una serie di rilevazioni favorevoli al fronte euroscettico – che indica ora il controsorpasso. La ricerca dell’istituto Orb dà il sì all’Europa al 51% e il no al 44. Un ribaltamento delle posizioni rispetto a molti dati recenti e a un sondaggio realizzato dallo stesso centro studi un mese fa: quando lo schieramento ostile a Bruxelles veniva collocato al 49% e quello ‘europeista’ al 47. Al di la’ delle oscillazioni – tuttora incerte e viziate dalla quota elevata d’indecisi – il filo-conservatore Telegraph attribuisce comunque la rimonta alla campagna a suo dire ‘allarmistica’ promossa contro la Brexit dalla City e soprattutto da Downing Street. In nome di quel “Progetto Paura” che per i detrattori rappresenta la strategia del premier David Cameron per contrastare gli euroscettici che si annidano anche nel suo partito (i Tory) e nel suo governo.

 

Print Friendly

Articoli Recenti

Lascia un Commento