Referendum, capponi sì capponi no….

renzi nuova dcReferendum, Sì, No, m’astengo? Per un mese siamo stati col tormentone, finché, martedì 12 aprile, la Camera approvò definitivamente la riforma costituzionale di Maria Elena Boschi (fine del bicameralismo paritario). In quelle ore Smargiasso ricevette gli esiti di due sondaggi, il secondo dei quali segreto. Il primo, immediatamente diffuso da palazzo Chigi, assicurava il successo della riforma Boschi anche nel Referendum di ottobre.
Il secondo sondaggio, segreto, prevedeva un’astensione clamorosa, prossima al 70%, per il Referendum della domenica successiva sulle concessioni petrolifere entro le 12 miglia dalla costa. Smargiasso gongolò: il sondaggio segreto aveva almeno due aspetti interessanti.
Primo. La grande maggioranza dell’elettorato, per un verso o per l’altro, è stufa di Referendum abrogativi. Negli ultimi vent’anni sono infatti falliti sei Referendum su sette.
Secondo. L’occasione era ghiotta per fare una verifica. In altre parole, se Renzi desse un’indicazione di voto – si chiese – quanti gli andrebbero dietro e quant’altri in senso contrario? 13 aprile. Smargiasso decide di cavalcare il cavallo vincente, ovvio, l’astensione. Se non lo facesse potrebbero rovinargli la festa, asserendo che gli astenuti protestano contro di lui, com’era successo per le Europee. [leggi tutto]

Print Friendly

Articoli Recenti

Lascia un Commento