Referendum autonomia 22 ottobre, Bossi: Era ora! non si può più aspettare

bossi“E’ positivo, era ora”. Così il fondatore della Lega Nord, Umberto Bossi, raggiunto al telefono, ha commentato l’annuncio della data dei referendum consultivi per l’autonomia di Lombardia e Veneto fissati per il 22 ottobre. Referendum che sono, secondo l’ex leader, “la conseguenza di una lunga lotta”. Con lo Stato “non si poteva più aspettare”, ha aggiunto. Per Bossi, “certamente” il voto sarà a favore dell’autonomia delle due regioni. “Basta dire che la Lombardia – ha detto – che i lombardi per essere italiani pagano cento miliardi di euro di residuo fiscale all’anno”. Il nemico rimane il centralismo. “Tutti gli Stati centralisti e fascisti come quello italiano, cercano di fare il colpo di Stato mettendo in galera chi lotta per la libertà. Ma è l’ultima cosa che fanno – ha concluso – perché poi scatta la lotta contro la repressione”.

Print Friendly

Related Posts

5 Comments

  1. Claudio Sicurbet says:

    Bossi e tutti gli Esponenti Lega Nord, compreso quelli attuali, hanno sempre sputato sullo Stato Italiane parlando di un Indioendenza che hannoin realta’ osteggiato.
    Inoltre sono contro l’UE, ma non hanno mai rifiutato il lauto Stipendio di Stato o di Europarlamentare.
    Quanta ipocrisia.
    Quanti Elettori presi per il culo.

  2. Castagno 12 says:

    L’eventuale esito favorevole del Referendum DA CHI DOVREBBE ESSERE RATIFICATO ?
    L’italia è un Paese privo di Sovranità, ingabbiato nell’Ue, quindi impossibilitato a decidere in maniera autonoma.
    Gli organizzatori del Referendum hanno progettato di rivolgersi all’Ue che dipende dalla BCE, Banca PRIVATA controllata dalla potente famiglia Rothschild & C.?
    .
    Bossi parla di Stato italiano “centralista e fascista”.
    Qualcuno gli faccia presente che ora abbiamo un governo (anche se di facciata) di Sinistra, e che asseconda il Progetto Mondialista che si identifica con quello comunista.

  3. giancarlo says:

    Il redivivo Bossi ha parlato………..ma mai ha fatto dei fatti per il Nord.
    La carriera politica di Bossi è stata all’inizio molto convincente, poi piano piano è scemata nel ridicolo, alla fine si è visto come è andata a finire.
    BASTA PAROLE INUTILI……… I FATTI SONO CHE SIAMO SEMPRE PIU’ NELLA M—A E QUELLO CHE PIU’ CONTA E’ CHE NON NE’ VERREMO PIU’ FUORI.
    LE SOLUZIONI CI SONO….ma vanno contro il pensiero unico diventato di tutti quanti……….!!!!?
    Politici, statali, dirigenti, etc.. siate felici ancora per poco perché il tempo della spensieratezza sopra le spalle dei muli che lavorano e pagano le tasse sta per finire, finalmente è solo questione di qualche anno ancora, forse meno…. !!!!!
    WSM

  4. Claudio Sicurbet says:

    Per pieta’: basta con le prese per il culo ! Padani: svegliatevi !

  5. Paolo says:

    E in questi vent’anni dov’era!

Leave a Comment