Redditi dei politici. Così gli onorevoli non ci dicono come guadagnano

PARLAMENTOOpenpolis chiede di dare piena attuazione alle norme sulla pubblicazione dei dati previste dal Decreto Trasparenza. Inoltre occorre ribaltare l’impostazione che tutela la privacy dei politici a discapito del diritti di informazione dei cittadini.

A seguito delle novità introdotte dalla legge sull’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti   (art.5), la camera e il senato hanno pubblicato sui propri siti la documentazione di ogni parlamentare.

È stato un primo passo importante in termini di informazione pubblica senza il quale openpolis non avrebbe potuto sviluppare il progetto “Patrimoni trasparenti”.

Nell’analizzare le dichiarazioni messe a disposizione, però, è parso subito evidente come non siano state applicate le prescrizioni del “decreto trasparenza” (art.6, 7, 14) sul come questi dati dovevano essere pubblicati.

Fondamentalmente due sono i problemi principali.
Non vengono utilizzati formati che rendano i dati pienamente accessibili, consultabili e riutilizzabili ma, al contrario, si tratta per lo più di documenti scritti a mano, poi scansionati e infine inseriti in pdf (con il risultato che alcune parti sono illeggibili).

Inoltre non viene utilizzato un unico modulo per la raccolta dei dati ma ce ne sono diversi, alcuni politici addirittura hanno utilizzato carta semplice. In questo modo è stata lasciata alla libera iniziativa dei singoli la scelta delle informazioni da inserire e il loro dettaglio.

Quindi una prima richiesta che avanziamo è che gli uffici di camera e senato predispongano diverse procedure per la raccolta e la pubblicazione dei dati.

Al tempo stesso, è necessario intervenire su alcune norme che sono un ostacolo per una reale trasparenza.

Ad esempio, i parlamentari devono depositare tutta la propria dichiarazione dei redditi di cui però sarà pubblicato solo il quadro di sintesi. Ciò priva i cittadini della conoscenza di informazioni essenziali quali il dettaglio delle diverse voci che compongono il reddito del politico.

Attualmente per i parlamentari che danno l’assenso viene pubblicata la dichiarazione completa, a questi va il nostro plauso e speriamo che – in attesa di una modifica di legge – sempre più ne seguano l’esempio.

openpolis2openpolis3

Print Friendly

Articoli Recenti

Lascia un Commento