Re Felipe fuori dalla storia: indipendenza attacco a democrazia

epa06242765 A handout photo made available by the Spanish Royal House shows Spanish King Felipe VI giving a speech two days after the celebration of the Catalonian illegal referendum, in Madrid, Spain, 03 October 2017.  EPA/Francisco Gomez / Spanish Royal House HANDOUT  HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

di ANGELO VALENTINO – Gli stati cambiano, nascono e spariscono, è la storia. Anche le monarchie regnano ma poi c’è sempre una fine. Nulla resta come prima ma l’indipendenza continua a fare paura quando è il popolo a voler decidere e governare. Il re di Spagna Felipe VI di Borbone ha detto infatti che la recente spinta catalana per l’indipendenza e’ stata “un attacco al sistema democratico del paese che dovrebbe servire da lezione per le democrazie di tutto il mondo sulla necessita’ di preservare lo stato di diritto e la sovranita’ nazionale”. Parlando al World Economic Forum di Davos, in Svizzera, re Felipe VI ha sottolineato che la Spagna ha vissuto la sua peggiore crisi politica dell’ultimo decennio alla fine dello scorso anno quando il parlamento catalano ha dichiarato l’indipendenza.

E si è visto come ha reagito. Con lo stato di polizia nelle sedi elettorali. E con l’Europa presente a Davos zitta e mosca.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Sandri 'Svuerç says:

    Indulà ise a stâ cheste int? E je fûr di di cjâf, dome par tignîsi cjalt il puestut. No sin plui intal votcent.
    Vive la Catalogne libare.

    Ma dove vive questa gente? È fuori dalla realtà, solo per mantenersi i privilegi. Non siamo più dell’Ottocento.
    Viva la Catalogna libera.

  2. Carlo De Paoli says:

    Le monarchie “esistenti” in €uropa sono il residuo Medioevale che nel nostro Continente persiste e giustifica e determina la “servitù della Gleba”.
    Ciò è innaturale e democraticamente involutivo.
    La monarchia rappresenta la prevaricazione che ha sempre il sapore dell’arbitrio.
    In questo senso le monarchie sono emblema dell’esistenza della massoneria!

Leave a Comment