Boateng, Dante, l’assessore leghista e il razzismo dei “buu”

di TONTOLO

Riccardo Grittini, l’assessore allo Sport di Corbetta denunciato per i cori razzisti durante l’amichevole Pro Patria-Milan del 3 gennaio (VIDEO), ha rimesso le deleghe a lui assegnate nelle mani del sindaco, Antonio Balzarotti. Lo riferisce proprio quest’ultimo in una nota, a seguito di un incontro, avvenuto stamattina, tra lui e il giovane assessore di 21 anni.

Il primo cittadino di Corbetta si dice “dispiaciuto per quanto accaduto” e prende atto delle decisioni dell’assessore mantenendo per sé la delega allo sport. Indagato per gli episodi di razzismo avvenuti durante l’amichevole disputata a Busto Arsizio, Grittini sarebbe “fortemente scosso e – dice il sindaco – mortificato dagli equivoci generati e in attesa che le autorità competenti chiariscano le reali dimensioni dei fatti”. Sindaco e amministrazione ribadiscono poi “il loro dissenso e condanna ogni forma di razzismo e qualunque gesto azione lo possano istigare”. Intanto il giudice sportivo della Lega Pro ha disposto una gara a porte chiuse per la Pro Patria.

Fin qui la notizia. Mi si permetta di chiudere con un commento del tutto personale, tratto da una citazione di film di Dini Risi, che riguardavo l’altra sera in Ddv sull’autoradio della mia Ape: “Il razzismo finirà quando si potrà dare dello stronzo a un negro”. Ad oggi, sappiamo che basta un “buu” per finire alla sbarra. Ma allora – al netto del comportamento biasimabile e condannabile per la stupidità intrinseca di un esponente politico – perchè si continua a studiare La Divina Commedia, che per l’associazione “Gherus92” (formata da consulenti delle Nazioni Unite) è omofoba, antisemita, islamofoba e razzista?

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

20 Comments

  1. andrea lunghi says:

    Ma allora siete proprio fessi completi, non solo tontoli. Ma volete scusare il razzismo? Avete perso un’occasione per attaccare quei coglioni della Lega …

  2. marcus says:

    la differenza caro tontolo è che la divina commedia è stata scritta nel medioevo (con buona pace dei fessi dell’onu) mentre i buu a boateng avvengono nel 2013

  3. fabio ghidotti says:

    sono molto d’accordo con Luca e in parte con Gian.
    I calciatori sono semiliberi professionisti dello spettacolo sportivo e sono lautamente ricompensati più per le loro schiavitù mediatiche che per le loro prestazioni atletiche.
    In particolare in Italia, dove il calcio è sport nazionale perchè fondamentalmente ingiusto (può vincere la partita la squadra che ha giocato peggio), i calciatori sono i protagonisti dell’ unitànazionale. Il “tifo” (spesso il colera) per la propria squadra è l’unica forma di campanilismo tollerata (e quindi incoraggiata perchè resti l’unica) in un regno (oops…repubblica) costruita sulla maionese unica (che infatti si sta smontando).
    Per questo si incoraggiano le società a comperare calciatori con un colore della pelle diverso dal solito, così da stimolare tutte le componenti, anche le più imbecilli, del “tifo”. Per poi montarci un caso, e far credere che gli italiani reagiscono perchè “brava gente” e non razzisti. Fa niente se in Terronia gli immigrati sono trattati da schiavi…

  4. luigi bandiera says:

    Spiacente per i soliti noti (i komunisti super trikoloriti) ma di che stiamo parlando..??

    Di razzismo in ogni dove (omni direzione) solo per abbattere il nemiko..?

    La “sacra CRUSCA” o semola o semoea, dovrebbe intervenire per l’uso ed abuso di termini della lingua o meglio dialetto italiano, a sproposito.

    Ma funziona come la notissima “sacra inquisizione”… condanna al rogo il nemiko e mai l’amiko (diritto romano). Specie se il KOMUNISTA e di DX e di SX e di CENTRO..!

    Lo ripetero’ fino alla noia e alla nausea piu’ plus. (ah ah).

    A semoea, ve la raccomando… adesso che scrivono in inglese nei testi delle leggi italiane, avra’ motivo per esistere e magari di essere anche pagata..?

    Povera SACRA CRUSCA DEL KAX…

    Dite, e’ vero o non ‘ vero che la fine del mondo (non dei pianeti e delle galassie) e’ gia’ ormai cosa remota..?

    Se il vecchio mondo era schifoso, grazie ai sapiens del kax, il nuovo che si sta prendendo spazio dite: sara’ meglio o peggio o uguale e konpagno..??

    Visto ki si propone a far da CAPO POPOLO affermare che sara’ meglio del vecchio mondo e’ molto contradittorio. Direi, oso, che e’ veramente FALSO..!

    Gia’ da come e’ cominciato si LEGGE, nei fatti, che sara’ deleterio per tutti i MAI STATI SOVRANI, anzi, presi per i fondelli con questo slogan dl volemose bene e tante altre tronx..te.
    NESSUNO (Ulisse non c’entra) tra le tantissime CORTI, piu’ o meno accademiche e non anemike, oltre che istituzionali, che si pone ma soprattutto se la sente di sentenziare contro queste “SACRE INQUISIZIONI” culturali e religiose; economike e politike. KAX, SONO PROPRIO DEL TUTTO ASSENTI.

    MA STIAMO SCHERZANDO..?

    L’ANDAZZO di merrrrdddd VA SALVATO SE NO, altrimenti, SALTA L’ITALìA.

    Appunto, l’italìa fondata sull’IMBROGLIO, la MENZOGNA, SULLA TRUFFA… SULL’OMISSIS: il terreno di gioco preferito dai noti briganti, rapinatori e mantenuti.

    Adesso la tassa sui rifiuti (cosi’ diceva radio scarpa giorni fa) avra’ come metro per quantificare il peso del PIZZO i metri quadrati.

    Come a dire che se io ho un campo sportivo di capannone e ci abito io solo, magari senza reddito, dovro’ venderlo per PAGARE l’intellighente (ma siamo gia’ nel mondo nuovo/vecchio) amministrazione comunale che applichera’ una misura del genere. E’ PAZZESCO..!

    Se gia’ l’IMU era una stronx..ta, ke eh, continuano a farle..??

    Lo dicevo una decade e piu’ fa in consiglio comunale: non e’ la grandezza della stalla a produrre merrrddd (per essere chiari) ma la quantita’ di vacche lì alloggiate.

    Uno che non oso definirlo perche’ sarebbe un insulto mi rikiamo’ dicendomi: ma conigliere. Siamo in un consiglio comunale..! (per dire che dovevo usare altri termini per la metafora).
    Gli replicai che i venethi e non solo, sono NATI E VISSUTI, quindi hanno fatto di tutto, NELLE STALLE e quindi non deve essere oggetto di rimprovero il che vuol dire che io dovrei RINNEGARE o abiurare il mio e nostro PASSATO..!

    Tipiko talibano, nato anche lui in una stalla come tanti..! (E non eravamo dei Bambini Gesu’).

    E qua le varie “SACRE CRUSCONE DEL KAX” non fanno giustizia perche’ non intervengono mai se a fare pìpì fuori bockale l’e’ l’amiko loro.

    Da che monno c’e’ monno le squadre “sportive” si combattono sia sul terreno propriamente detto di gioco e sia e ma anche dagli spalti. I tifosi si devono divertire… e li vogliono perche’ cosi’ la partita e’ combattuta e dai giocatori e dagli ignari spettatori/tifosi.

    Anche in un teatro lirico il pubblico applaude o fischia gli attori e cantanti: anche li’ e’ razzismo..??

    POVERA INTELLIGHENZIA TALIBANA, ma quanto malata e’ ormai..?

    NDO KAX STA IL RAZZISMO alimentato dai KATTOKOMUNISTI PRIMA E POI, se uno parla, lo condannano ingiustamente e ovviamente..?

    Come con la storia nord e sud… e’ bastato dire che noi eravamo come quelli del sud per tantissime kose, fatti palpabili, che sono partiti insulti e il piu’ usato fu proprio quello dell’essere razzisti. Ma NDOVE.. e ma QUANNO..!
    Rivendicare un diritto, per esempio come le autonomie regionali di Sicilia e ecc. e’ razzismo..?
    Se e’, nei kasi specifici, tutto il CONTRARIO; ma ke kax cianciano a fare..??

    Come dire: dividere l’italìa e’ reato e ovviamente razzismo.
    E’ STATO COMMESSO UN REATO, e non solo, FARE IL CONTRARIO..!!!

    E’ come l’olocausto ebreo… che parlarne e tanto fa dimentikare quello del popolo VENETHO e non solo, perpetrato dallo stato komunista itagliano..!

    Ma quante contraddizioni in questo stato: LA PENISOLA DELL’INGIUSTIZIA..! (Alkatraz)

    SVOBODA

    CONTINUA…

  5. Capitalismo e libertà says:

    Padanisti parassiti!Lega partito di parassiti e fanatici cattosocialisti!W l’Italia liberista,fanculo le fantasie populiste della Padania e la demagogia alimentata dall’invidia sociale!bASTA CON L’ASSISTENZIALISMO VERSO I PARASSITI DEL NORD e del Sud!Roma capitale per un’Italia unita liberista e nemica dell’assistenzialismo e dei parassiti!Per un’Italia competitiva nel mercato mondiale,non divisa e non competitiva e basata su comunità socialiste come vogliono gli indipendentisti e i fans della democrazia diretta!Per lo smantellamento totale dello stato sociale,la privatizzazione di tutto ciò che è in mano pubblica,W l’Italia liberista.Ci vuole abolizione totale delle regioni anche geograficamente,abolizione di tutti i comuni e del parlamento:solo uno stato minimo che assicuri la sicurezza con l’esercito,polizia e militari(affiancati anche dai privati)e assicuri la difesa assoluta della proprietà privata e delle aziende,un pò come il Cile negli anni 70/80,dove vi era libertà,commercio e crescita economica.Bisogna realizzare l’utopia di Ayn Rand.Mi sa che l’unico serio politico in Italia per questo compito è Mario Monti,grande liberista seguace degli insegnamenti della Rand e dei Chicago Boys,e premiato dalla fondazione Hayek per il suo rigoroso liberismo.Bene anche Montezemolo, e altra gente produttiva nella lista civica e popolare di Monti,così come Casini e Fini,il resto solita marmaglia populistamda Giannino a Bersani,Berlusconi,Grillo,Lega,sudisti e compagni…

  6. Gian says:

    la storia del razzismo nel calcio è una bufala, infatti gli stessi che fanno buu a boateng, se lo vedessero giocare nella loro squadra lo osannerebbero senza minimamente curarsi del colore della sua pelle.

    Il resto è tutta una montatura giornalistica e perbenista a servizio del politically correct e del multiculturalismo che per imporsi ha bisogno di far passare gli autoctoni per dei mostri e gli extracomunitari… ops, volevo dire “migranti” per degli innocenti agnellini.

    • luigi bandiera says:

      Gian,

      VERISSIMO..!

    • Marco says:

      Boateng è un giocatore viziato, sopravvalutato e insopportabile; già al primo anno al Milan si atteggiava da supercampione (ricordo come, in occasione di un Brescia – Milan, ha ignorato e umiliato i giornalisti bresciani che si sono “degnati” di avvicinarlo, per intervistarlo, all’uscita degli spogliatoi); la reazione giusta alle provocazioni dei quattro pirla sarebbe stata quella di prendere a “pallonate” non loro ma la porta avversaria…se ne fosse stato capace.

      Riguardo al tuo intervento concordo solo in parte: anche se è vero che la presa in giro, la provocazione e purtroppo anche l’insulto fanno parte del tifo calcistico è giusto sottolineare la stupidità di chi non si rende conto di aver passato il limite; certo tutte le sceneggiate, le esagerazioni e le strumentalizzazioni degli stronzi del politically correct sono ridicole e in malafede, ma ormai sappiamo che funziona così.

  7. Milton Fredman says:

    Boateng è un fiero capitalista,impreditore di sè stesso e giustamente ricco.I parassiti che l’anno fischiato fanno schifo e pena,con tutte le loro stupidaggini populiste e la solita demagogia democraticofasciosocialista.Solo invidia sociale la loro,e odio verso chi giustamente ha di più.Sti fannuloni razzistoidiì andassero a lavorare,invece di vivere di assistenzialismo!PARASSITI!

  8. Luca says:

    Con tutti i soldi che questo signore prende per giocare (sottolineo giocare) a calcio, dovrebbe starsene zitto pure se gli tirassero i pomodori. Invece per qualche “buu” si tira in piedi un caso nazionale e addirittura si arresta la gente. Prime pagine dei giornali e interviste shock in cui Boateng minaccia di lasciare l’Italia. Ma vai! E porta con te tutti i tuoi colleghi, bianchi o neri che siano, che almeno magari alziamo un po’ il QI medio. In questo paese i calciatori sono un po’ come le vacche sacre in India. Dei semi-dei, che bisogna stare attenti a non offendere perchè se no, poverini, se la prendono, e poi se rifiutano di giocare come facciamo a vivere?. E milioni di persone si commuovono per loro. Notevole anche il livello di stato di polizia raggiunto in Italia, un paese in cui per un semplice (presunto) insulto a una persona un po’ abbronzata si finisce dietro le sbarre accusati di violazione di questo, istigazione a quello, e mille altre stronzate. Credevo che simili livelli li si fosse raggiunti solo nel Regno Unito, ma evidentemente mi sbagliavo. E con questo chiude, spreando che il mio commento non sia sufficiente a prendermi qualche denuncia…Non sia sa mai, visto il paese “libero” e “democratico” in cui mi ritrovo a vivere…

    • Capitalismo e libertà says:

      Sono arcistufo di sentire queste lamentale generate dall’invidia sociale!Boateng dà fastidio perchè è bello,ricco ed è un’ottimo giocatore.Lui tutti quei soldi se li merita,forse di più,visto che con le tasse gli espropriano un bel pò di soldi per versarli ai parassiti che lo criticano malati di invidia sociale,il sentimento peggiore che un’uomo possa provare!Basta demagogia e populismo,basta con questi slogan di PARASSITI!CHI ha di più è perchè ha prodotto di più,e quindi se volete avvere di più lavorate Parassiti!Cazzo,se ci fosse stato il grande comandante Augusto Pinochet i parassiti non avrebbero avuto tutta questa invidia sociale e tutti i vantaggi che ricevono per via della dittatura populista che abbiamo…ma se Monti vince le elezioni,finirà la pacchia parassiti,e la libertà,il capitalismo e il neoliberismo serio torneranno ad essere realtà,come ai tempi della Thatche,del comandante Augusto Pinochet o di Reagan!

      • Luca says:

        Bel trollaggio, peccato che tuo sarcasmo da quattro soldi non attacchi con me. Se i calciatori guadagnano tanto è perchè gli italiani sono un popolo di trogloditi che tengono più in considerazione un calciatore di, che so, uno scienziato. Il libero mercato non fa altro che far emergere le preferenze di una società. Tanto per fare un esempio, la Gazzetta dello sport ha una tiratura giornaliera di 400.000 copie, che su base mensile fanno 400.000 x 30 = 12 milioni di copie. La rivista di divulgazione scientifica Newton invece ha una tiratura mensile di circa 100.000 copie. Magari se i numeri fossero invertiti, in Italia Boateng guadagnerebbe 1000 euro al mese, mentre chi fa ricerca sul cancro guadagnerebbe qualche milione di euro l’anno. In poche parole, se la maggior parte della gente è ignorante, la colpa non è del libero mercato, e la soluzione non è certo quella di statalizzare e tassare ogni cosa.
        P.S. Se Monti è liberista io sono Babbo Natale

        • Capitalismo e libertà says:

          Il calcio è più produttivo:con la cultura”che piace tanto a voi
          anarcoidi non si fanno profitti e ciò significa che non si deve seguire.In un vero regime liberista la cultura umanistica non esisterebbe nemmeno,visto che non rende un cazzo,così come le speculazioni filosofiche o cose del genere che certi individui si inventano per non lavorare.Ci sarebbe lavoro x chi lo vuole,e chi non lavora,il parassita, ne avrà le conseguenze.Chi vuole potrà lavorare anche 18 ore al giorno,i centri commerciali veranno tenuti sempre aperti e la scenza la farà da padrone.Lo stato asicurerà la difesa del libero mercato e della libertà d’impresa nonchè la difesa personale degli indivdui produttivi contro i parassiti,tu credo che vuoi anarchia,ma devi capire caro anarcoide che il liberismo non è anarchia,anzi è ordine.Lo stato non si estingue ma rimane uno stato minimo per assicurare il liberismo come voleva la Rand,sennò senza stato tutti sarebbero effettivamente uguali teoricamente e ciò sarebbe socialismo libertario,anarchia.Non so che libero mercato intenda tu,io intendo il libero mercato che abbiamo e che Monti difende(è stato premiato dalla f Hayek proprio per la difesa rigorosa del libero mercato)e che si basa contro i privilegi dei gruppi parassitari,come i taxxisti in Italia,gli operai,i piccoli imprenditori che vogliono sovvenzioni,quelli made in Italy,ecologisti,km zero ecc.Io sono contro la barbarie democratica e contro il populismo che a te tanto piace,preferisco un’autocrazia e una dittatura che assicuri profitti piuttosto che l’anarchia o una democrazia diretta populista.Me ne frego dell’altruismo e di tutte le varie emozioni che voi populisti evocate,porprio come la Rand e Monti.Vorrei che il positivismo tornasse dominante come nei gloriosi anni dell’800 e inizio 900,quel positivismo e darwinismo sociale di Galton e di Spencer,grande difensore del sistema liberista,ma forse tu populista e amico dei plebei non capisci ciò che dico!Fanculo lanarchia!W lo stato minimo e il neoliberismo!

      • W S. MARCO says:

        Boateng è bello, ricco, è un ottimo giocatore e soprattutto si scopa la Satta a Miami mentre ‘sti sfigati di fischiatori devono andare lungo la Paullese o le altre provinciali del’hinterland milanese.

  9. Giacomo says:

    Io sarei anche stufo di vedere il fiorfiore dell’imbecillità e del becerume alla guida del pensiero indipendentista.

  10. Giacomo says:

    A me risulta che non stavano facendo Buu ma stavano facendo il verso della scimmia solo quando aveva la palla Boateng. Se è così sono dei coglioni e il loro comportamento (squallido) non farebbe che alimentare questa stretta poliziesca a difesa del pensiero unico. Troppe commistioni tra padanismo e razzismo becero. Altro combustibile per la propaganda contro l’autodeterminazione.

Leave a Comment