RATEIZZO CON EQUITALIA, MA SONO PEGGIO DEGLI STROZZINI

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Sono un commerciante su aree pubbliche, in crisi dopo esser stato costretto a rateizzare un debito Equitalia per contributi Inps arretrati. Pago 2 rate al mese per 980 euro mensili, per un totale di 72 rate.

La Regione Emilia Romagna chiede il D.U.R.C. (Documento Unico di Regolarità Contributiva) per poter fare l’ambulante, quindi per ottenerlo bisogna accordarsi con Equitalia che si occupa dei crediti Inps. Ho pagato 6 rate, ma mi trovo impossibilitato, i mercati e le fiere sono affondati e si incassa poco, gli unici che ce la fanno sono solo gli stranieri che se ne fregano di scontrini e contributi, tanto sarà impossibile per chiunque il recupero.

Ho analizzato le mie rate e su 980 euro ci sono 600 euro fra interessi passivi al 9%, aggi e sanzioni varie. Ho dovuto rateizzare nel mucchio anche alcune multe del 1980, che nel frattempo sono decuplicate. In Italia, uccidere qualcuno è meno grave che non pagare contributi o multe automobilistiche. Entro pochi mesi smetterò di pagare questo pizzo a Equitalia e chiuderò l’attività. Ma che lavoro posso fare a 54 anni? Tra l’altro, mentre stavo di fronte all’impiegato di Equitalia, questo mi ha detto candidamente che esisteva anche un’altra posizione in sospeso con debiti Inps a Equitalia di Verona! Incazzato nero mi sono recato ancora ad Equitalia di Reggio Emilia e mi hanno detto che Reggio appartiene ad Equitalia Nord, mentre Verona è Equitalia di un altro distretto e gli uni non sanno le posizioni aperte dagli altri! Pazzesco la mano destra di Equitalia non sa che cazzo fa la mano sinistra!

Inoltre, se lo Stato mi obbliga a pagare i contributi Inps, quando potrei benissimo pensare che saranno “cazzi miei”, una volta vecchio, io credo che sia giusto restituire i soldi versati in caso di morte e darli agli eredi. Ho versato per almeno 20 anni i contributi Inps. Due anni fa sono stato in punto di morte per una peritonite e il mio pensiero era anche il non poter lasciare niente a mio figlio che ha 5 anni! La nuova normativa previdenziale introduce il sistema contributivo, quindi si avrà di ritorno solo quello che si è versato: allora, come in una qualunque pensione privata, i soldi versati dovrebbero tornare indietro in caso di morte o, se uno ne avesse bisogno, riavere tutto il capitale versato.

Sandro Giatti

ALLEGATO: PROSPETTO RATE

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

13 Comments

  1. forlucky53 says:

    Ciao, salve a tutti, inoltrai all’Equitalia la richiesta di riesame per ottenere la cancellazione delle ipoteche eseguite in tempi e per importi non legali, quindi senza legittimità. Ho chiesto a 2 banche un mutuo per consolidamento debiti, ma per cause pregiudizievoli, ovvero per le trascrizioni ipotecarie eseguite da Equitalia la richiesta del mutuo è stata respinta. Pensate che il mutuo era stato chiesto per sanare anche il debito Equitalia.

  2. carlitos says:

    per la perizia delle cartelle chiedete aiuto a federcontribuenti!

  3. salvatore says:

    che casino..io ugualmente sono un artigiano, sinceramente non ce’ la faccio piu’…faccio un lavoro stagionale guadagno poco e pago inps e inail come se lavorassi tutto l anno..sino a oggi ho sempre pagato..ma non credo di riuscire ancora per moto..anche perche aumenta no i prezzi di tutto e il lavoro diminuisce ogni anno..insomma un casino…non so che fare…

  4. Fabio says:

    Solo uno stato sovrano in un regime di SOVRANITA’ MONETARIA potrà garantire il diritto alla vita ed ad una esistenza serena per tutti……sempre se è quello che veramente desideriamo.

  5. LELIA KITA says:

    E poi si offendono se li si chiama mafiosi. Ma la mafia al confronto è una verginella.
    Coraggio, ormai siamo al limite della sopportazione. O in un modo o nell’altro le cose cambieranno.

  6. Mattia P says:

    Il problema vero non è inequitalia, il problema vero è il sistema alla base dell’agenzia delle entrate: chi verifica è incentivato a verbalizzare “eventuali evasioni” il più possibile, quindi una parte della somma verbalizzata, ancora prima del giudizio di un giudice, è da pagare da parte del verbalizzato (???!!!)… secondo voi è normale??! io non voglio difendere gli evasori, anzi, però capite che un sistema del genere è allucinante! e crea solo tensioni tra le parti.
    Andate a vedere quanto viene accertato dall’agenzia delle entrate nelle verifiche e quanto poi viene accolto o meno in giudizio… i numeri fanno paura.. differenze di MILIARDI DI EURO!!!

  7. Albert Nextein says:

    Loro inviano cartelle.
    Si potrebbe,in risposta ad ognuna di esse, spedire a equitalia delle buste contenenti fotocopia della cartella con un etto e mezzo di feci canine o feline appena prodotte.Anche umane.
    Con ricevuta di ritorno,ovvio.

  8. car miei … se non ci RIAPPROPRIAMO del PARLAMENTO potremo protestare, masturbarci il cervello ma saranno sempre CAZZI nostri ed anke acidissimi …. se arriveremo alla ” META “, saranno ” ALCALINI ” per noi ed ” ACIDISSIMI MA MOLTISSIMO ACIDISSIMI ” per loro ….

  9. carlito says:

    siete pazzi a pagare questi strozzini, ma di cosa avete paura che pagate tutti come dei pecoroni.. tutti in fila a pagare equitalia.

    ma come lo devo dire? EQUITALIA NON VA PAGATA!!!

    porta la cartella ad un avvocato e falla periziare, interessi del genere sono da usura, denuncia equimafia e non pagare!!

    • sandro says:

      caro Carlito, il problema è per ora che se voglio fare l’ambulante devo essere in regola con la rateazione contributi inps(fra qualche mese,non avrò questo problema perchè chiuderò l’attività)…Ho provato a chiedere supporto a http://www.agenziadebiti.it ma la prima cosa che mi hanno chiesto è di accettare una documentazione con pagamento in contrassegno di 190 euro e non l’ho fatto perchè puzzava di “fregatura”…infatti dopo aver rifiutato la raccomandata, questa agenzia debiti mi ha proposto di ritirare i documenti con lo sconto, solo per 90 euro!! An vedi che serietà!!!

      Saluti
      Sandro Giatti

      • Simone Tretti says:

        Sembra una fregatura stampo Kirby.. davvero..

      • Dan says:

        Sandro taglia corto e fai le cose in nero. Sono anni che fai l’ambulante no ? Conoscerai allora i fornitori giusto ? E allora rispedisci al mittente la piva e mantieni i contatti.
        Renditi prima nulla tenente e dopo sfanculali: non si meritano altro

    • santino says:

      Sembra semplice per come la imposti tu, ma nel frattempo ti mettono fermi ed ipoteche e diventa difficile investire della circostanza un giudice in tempi ragionevoli. Sai quanto tempo ci vuole a Messina per una pronuncia della commissione tributaria? Da 3 a 5 anni! Dimmi se ti sembra normale! Io sono del tuo stesso avviso, per intenderci, non bisogna pagare nemmeno il dovuto in considerazione della fine che fanno questi soldi, ma se proprio si deve (come è oggettivamente giusto fare), mi piacerebbe non essere vittima di usura!

Leave a Comment