Rajoy non molla: nessun referendum vincolante. Prima si passa su di me poi su Costituzione

di REDAZIONEmas-rajoy

“Mas vuole imporre che si tenga un referendum vincolante e questo non può accadere”. Lo ha dichiarato il presidente del consiglio spagnolo, Mariano Rajoy, riferendosi al referendum sull’indipendenza della Catalogna. Lo riferisce El Mundo. A proposito della consultazione informale, ha aggiunto: “Non è stato un referendum. Abbiamo assistito al simulacro di una consultazione elettorale. È stato un atto di propaganda politica”. Rajoy, rispondendo ai giornalisti, ha anche ribadito più volte che l’unica via per Arturo Mas è proporre di cambiare la Costituzione: “Questo può essere discusso”, ma “mi opporrò a qualsiasi riforma costituzionale che liquidi la sovranità nazionale, e il mio partito anche”.

A un anno dalle elezioni politiche e con i conservatori in forte calo nei sondaggi tuttavia difficilmente Rajoy potrà permettersi di mostrarsi debole o troppo conciliante agli occhi del suo partito e dei suoi elettori, eredi della destra franchista e ideologicamente fautori del centralismo. Questo renderà difficile lo sbocco più sensato della crisi, ovvero un negoziato che porti ad aumentare – soprattutto dal punto di vista fiscale – l’autonomia catalana pur senza arrivare all’indipendenza. Masda parte sua cercherà di trasformare la questione da spagnola ad europea, ma può anche minacciare il ricorso anticipato alle urne per un voto plebiscitario, elezioni regionali dalle quali verosimilmente uscirebbe una maggioranza non solo nazionalista ma indipendentista: il che complicherebbe ancora di più la situazione per Madrid, esacerbando il muro contro muro e chiudendo la porta ad una soluzione di compromesso.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment