Raixe Venete, manifestazione contro le Grandi Navi a Venezia

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

L’Associazione Culturale Veneto Nostro – Raixe Venete nella sua più che decennale attività di diffusione e tutela della cultura e dell’identità del Popolo Veneto esprime la propria vicinanza alla battaglia per la tutela del patrimonio ambientale, artistico e storico della laguna di Venezia promossa dal comitato No Grandi Navi – Laguna Bene Comune.

La nostra gloriosa storia Serenissima ci insegna come la tutela e l’amministrazione del territorio fosse una delle principali prerogative delle entità Statali Venete, ne è prova la legge citata che, unica al mondo nella sua specificità, ci illustra al meglio quanto il tema della difesa della Terra Veneta fosse prioritario e ritenuto addirittura sacro, non solo dal Popolo, ma soprattutto dallo Stato.

La cultura veneta colma di straordinari esempi di rettitudine e di buongoverno si dimostra ancora una volta la Nostra unica e potentissima arma contro un becero sistema, storicamente antiveneto, che perdura dal 1797 e che straccia la nostra cultura, calpesta la nostra identità e, ora più che mai, depaupera il nostro ambiente attraverso opere e utilizzi devastanti, come in questo caso il passaggio delle navi da crociera in Bacino San Marco.

Le attuali istituzioni non hanno dato nessuna risposta a questo grande problema che imperversa da anni la Nostra Capitale, confermando con questo assordante silenzio la loro totale lontananza dalle istanze portate dai cittadini veneziani e il più bieco distacco dalla sempre più fragile e precaria situazione in cui versa la città.

Pertanto, la nostra vuole essere una protesta pacifica esclusivamente mossa da ideali culturali ed identitari, senza nessun altro scopo che non quello della conservazione per i posteri di uno dei più grandi patrimoni dell’umanità, auspicando che vengano trovate soluzioni condivise nel rispetto di tutte le realtà coinvolte nella questione.

L’Associazione culturale “Veneto Nostro – Raixe Venete” invita dunque tutti i suoi simpatizzanti e amici a partecipare pacificamente, apoliticamente e spontaneamente con la Bandiera di San Marco alla mobilitazione di sabato 7 giugno ore 11.00 con partenza da Piazzale Roma, per la salvaguardia della nostra terra e a tutela della Venetorum Urbs, la città dei Veneti.

Viva San Marco

Per l’Associazione Culturale Veneto Nostro – Raixe Venete
il Presidente Alberto Montagner

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

12 Comments

  1. Tommaso Giusto Raixe says:

    Comunichiamo l’orario corretto della paertnza del corteo ORE 13.00 P.LE ROMA, TUTTI CON LA BANDIERA DI SAN MARCO A DIFENDERE LA NOSTRA CAPITALE!

    A seguito di infondate prese di posizione contro la scelta dell’Associazione Culturale Veneto Nostro – Raixe Venete in merito al sostegno della lotta contro il passaggio delle GRANDI NAVI IN BACINO SAN MARCO, intimiamo a tutti i contrari di LEGGERE IL COMUNICATO STAMPA in cui chiaramente si afferma la nostra posizione di contrarietà sul transito in PIENO CENTRO STORICO e sulla depauperazione dell’ ambiente lagunare MA, allo stesso tempo, questa posizione non vuole essere assolutamente ostacolo alle attività produttive e ricettive della città e in particolare alla Marittima Veneziana, storica fucina di lavoro per i cittadini da generazioni. Pertanto, citando il comunicato, “ la nostra vuole essere una protesta pacifica esclusivamente mossa da ideali culturali ed identitari, senza nessun altro scopo che non quello della conservazione per i posteri di uno dei più grandi patrimoni dell’umanità, auspicando che vengano trovate soluzioni condivise nel rispetto di tutte le realtà coinvolte nella questione. L’Associazione culturale “Veneto Nostro – Raixe Venete” invita dunque tutti i suoi simpatizzanti e amici che vedono in Venezia la propria Capitale storica e culturale, a partecipare pacificamente, apoliticamente e spontaneamente con la bandiera di San Marco alla mobilitazione di sabato 7 giugno ore 13.00 con partenza da Piazzale Roma, per la salvaguardia della nostra terra e a tutela della Venetorum Urbs, la città dei Veneti.”

    Tommaso Giusto
    RESP. ASSOCIAZIONE CULTURALE VENETO NOSTRO RAIXE VENETE AREA VENEZIANA

  2. Filippo says:

    Tutti a salvare venezia, bravi!!
    Nessuno parla degli interessi a fermare le navi da crociera di impossessarsi degli spazi del porto grande come un sestiere bei appartamenti con posto auto e posto barca. I soliti che protestano si sono arricchito con ponti e mose aspettiamo esiti delle inchieste. Venite l’8 giugno con caschi e bastoni come l’anno scorso, non è detto che stavolta stiamo a guardarvi!

  3. Giulia says:

    tutela della cultura e dell’identità del Popolo Veneto.

    Allora, amici di Raixe Venete, smettetela di scrivere ovunque la bugia della provenienza dei paleoveneti.

    E’ assurdo che, senza prove, spargiate ovunque bugie.
    E’ assurdo che pur potendo scegliere fra una decina di opzioni fantasiose, abbiate scelto di spargere per il web e nei libri una provenienza falsa solo perché vi piace di più della provenienza reale (Europa centrale).

    La tutela del proprio popolo comincia rispettandone la vera cultura…

  4. alberto andretta says:

    concordo,vedremo se zaia partecipera’ e se si esprimera’ pubblicamente in merito,alberto andretta,vicenza

  5. U.nione K.onfederale C.isalpina says:

    mi auguro ke la galassia dei movimenti indipendentisti veneti e non, diano il loro appoggio a kuesta manifestazione partecipando attivamente kon i propri sostenitori, attivisti e stendardi …

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      È sintomatiko kome la regione veneto “lekkina” non si skomponga e lasci ke roma decida a kasa loro…

      Leghisti… centro destra forzitalioti … Zaia … basta fotterci kon le vostre panzane, ekuilibrismi, bugie e giravolte klauneske e tragike…

      agite e fate kualkosa di veneto, di padano, di cisalpino … imponetevi a roma, decidete nel merito e legislate in proprio … è un nostro diritto di Popolo ke va oltre l’appartenenza vostra di partito, mezzo kol kuale, roma e le loro segreterie, ci dividono e kontrollano …

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      È sintomatiko kome la regione veneto “lekkina” non si skomponga e lasci ke roma decida a kasa loro…

      Leghisti… centro destra forzitalioti … Zaia … basta fotterci kon le vostre panzane, ekuilibrismi, bugie e giravolte klauneske e tragike…

      agite e fate kualkosa di veneto, di padano, di cisalpino … imponetevi a roma, decidete nel merito e legislate in proprio … è un nostro diritto di Popolo ke va oltre l’appartenenza vostra di partito, mezzo kol kuale, roma e le loro segreterie, ci dividono e kontrollano …

      • Lo psichiatra says:

        Non recitare la solita, quotidiana ,” sceneggiata polentona”, imputando agli altri i vizi ed i difetti dei tuoi conterranei. A “fottervi con le vostre panzane” non e’ Roma, siete voi stessi , i commercianti veneziani, in primis, che vogliono le grandi navi da crociera dentro la cittá, perché portano soldi , schei, l’unico valore a cui , da secoli, veneziani e veneti credono fermamente. Valore che vi spinge ad odiare gli immigrati, di qualsiasi origine essi siano, perché essi non sono ricchi, non spendono, non possono essere spennati. Odio, che indusse Venezia, nel XVI secolo, a costringere gli Ebrei a vivere isolati e sorvegliati , in uno dei tanti squallidi isolotti della laguna, isolotto pieno di rifiuti metallici prodotti da una fonderia, che i “generosi” veneziani chiamarono ghetto! Quattro secoli dopo, il delinquente austriaco dall’urlo isterico, ha imitato la vostra schifosa iniziativa commettendo , coadiuvato dai suoi nazi connazionali, i piú orrendi massacri della storia.Scrivi meno K e prenditi a schiaffi, squallido razzista polentone-schizzato.

        • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

          merdionale… non sai di kosa parli … razzista sudicio x giunta … vedi kome trattate e sfruttate gli immigrati nelle vostre fetenti kampagne, bruciado i ghetti dove li ammukkiate prendedoli, a furor di popolo, a fucilate …
          da voi gli ebrei se ne stavano alla larga … dokumentati cialtrone … finita la magna grecia, la tua storia è di miserie e miseria umana … kuello sei e siete vantoni in esproprio, terroni appunto …

          rikordarti bene ki siamo noi e non ti appropriare di ciò ke non ti appartiene … Giorgio Perlaska non era tuo kompatriota italiano, era un padano, cisalpino e non certo merdionale tuo pari … siete una vergogna UNIVERSALE … esportatori di mafie, kamorre, korruzione e delitti d’ogni genere … dove siete voi, letteralmente, arriva il kolera e la munnezza regna sovrana … la storia di progresso, pur kon kualke rovescio, nel mondo, l’hanno skritta i cisalpini … dokumentati terrone …

        • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

          … sta a vedere ke i kommercianti veneziani optano affinkè kuelle fottute motonavi siciliane MSC (x me … società di kapitali mafiosi e traffikanti d’ogni illegalità … anke kon la loro flotta merkantile … abbiamo già abbondanti prove di traffici illeciti nei porti italiani -pelasgici x lo più- e di gioia tauro, loro base operativa… ma non solo) si fermino sul Kanal Grande od in piazza San Marko a fare spese …
          pirla è un komplimento… più appropriato mentekatto razzista … kredi ke noi si sia kome voi merdionali… non è kosì … 😀

          • Enrico Esposito says:

            Perchè sei nato? Perchè continui ad esistere? Perchè la natura,facendoti sopravvivere, ha commesso un errore irrimediabile? Perchè Venezia è deturpata dalla tua immonda presenza ? Riesci a capire che sei l’U.ltimo K.retino C.ategorico,proprio in senso kantiano….

            • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

              al solito, terrone puro e merdionale assai…
              anke x farti un autoritratto non puoi fare a – d’avvalerti dell’opera e sapere altrui, facendolo passare x valore tuo …
              bell’imbroglione Esposto !

Leave a Comment