RAI, IL SOLITO CIRCO BARNUM DELLA POLITICA

di REDAZIONE

In un futuro Rai tutto ancora da disegnare, tra le scarse certezze c’è che quella annuale occasione di vetrina di alti dirigenti, star della tv, direttori di rete e di testate, funzionari televisivi che è la convention della Sipra concessionaria pubblicitaria Rai, il rendez vous prima delle vacanze con baci e abbracci non vedrà protagonisti gli “alieni”, come ormai dopo la brillante definizione di Carlo Freccero vengono definiti a Viale Mazzini Anna Maria Tarantola da Bankitalia e Luigi Gubitosi da Bank of America, ossia presidente e dg Rai secondo le indicazioni del premier Mario Monti.

Conoscenza rimandata dunque – ci vorranno settimane prima dell’insediamento, per tempi tecnici se non altro – e così la presentazione dei palinsesti autunnali Rai il 18 giugno a Milano e il 20 a Roma sarà ancora gestita dal direttore generale uscente Lorenza Lei. Con quale umore non è difficile capire visto che fino a venerdì scorso era convinta di avere il mandato per la prorogatio in tasca, motivo per cui ha chiesto e per domani un incontro di chiarimento con il premier Mario Monti.

Speranze di un cambio di rotta sembrano ridotte al lumicino ma la Lei vuole comunque tentare di resistere, forte dell’appoggio del Pdl. Le “nomine” della vicedirettrice di Bankitalia Tarantola e del capo della filiale italiana di Bank of America- Merrill Lynch, ex ad di Wind e prima ancora dirigente Fiat Luigi Gubitosi, all’interno dell’azienda televisiva pubblica hanno spiazzato praticamente tutti in Rai, chi non commenta i nomi la butta sul metodo irrituale usato dal premier, chi entra nel merito dei curricula, magari per non essere stato lui preso in considerazione, giudica grave il totale digiuno nella materia tv dimenticando che non sempre la conoscenza dell’ambiente aziendale è direttamente proporzionale alla capacità gestionale.

Vacillano alcune poltrone, magari quelle più direttamente legate alla politica e già circolano rumors di tempi duri per il vice dg Antonio Marano, leghista inossidabile, per il direttore di Rai1 Mauro Mazza ex An, per Pasquale D’Alessandro direttore Rai2, per il vice dg Gianfranco Comanducci in quota Pdl, mentre il posto chiave della direzione del Tg1 è fino a dicembre affidato al pensionato in prorogatio Alberto Maccari (e forse non si muoverà anche se al suo posto da tempo si fanno i nomi di Marcello Sorgi e Mario Calabresi). Il direttore per l’intrattenimento Giancarlo Leone, in Rai da quasi 30 anni, su twitter rispondendo ad Antonio Polito che chiedeva ‘come lavorerai con Gubitosì scrive «Credo bene. Ho lavorato finora con 14 diversi Direttori Generali. Sarà il 15/mo». Il suo nome circola con insistenza per la vice direzione generale. «Con Gubitosi intanto, dice all’ANSA, siamo colleghi».

Si riferisce alla cattedra all’Università privata Luiss . Leone è docente di Economia e Gestione dei Media, Gubitosi di finanza aziendale internazionale. Più che sulle poltrone c’è da riflettere sul mandato. Una chiarezza che oggi chiedono il segretario dell’Usigrai Carlo Verna, il portavoce di art. 21 Beppe Giulietti. Il nodo dei conti potrebbe essere la prima missione da assolvere, l’indicazione del premier. La Lei consegna un pareggio di bilancio dopo cinque anni di perdite, ma con la raccolta pubblicitaria in calo. Una “manovrina” da 50 ulteriori milioni da tagliare potrebbe essere il primo atto degli “alieni” e poi mettere giù un piano industriale incisivo che ridisegni una Rai più piccola per canali, offerta e magari porti avanti la scissione societaria di Raiway.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. walter81 says:

    AURORA Lussana in RAI!!!!! Questo il diktat che il popolo leghista impone. La Rai come telepadania, bella tv e nuova a costi ridottissimi e con tanta intelligenza e cultura! Con questo si batte pure Sky (e con la Padania al posto del Corriere e di Repubblica le cose andrebbero anche meglio pure per l’editoria cartacea, infatti si pensa di sostituire De Bortoli con la Piazzo).

  2. senelli says:

    La Lei è stata fulminata dopo aver promosso dei leghisti…questo la dice lunga…già molti casi si sono verificati…..la malasuerte non perdona!

  3. baroncini says:

    Marano fuori dalla Rai????????????? Non è possibile…e come fanno i raccomandati della Lega? Verranno eliminati….daltronde si deve lasciar posto alla carne fresca…..

Leave a Comment