Rai: Gubitosi rinuncia al tempo indeterminato. E la Lei che fa?

 di TONTOLO

Il nuovo direttore generale della Rai, Luigi Gubitosi, chiede un contratto a tempo determinato. Contattato da un’agenzia, il top manager ha spiegato che ”in sede di definizione con il presidente Anna Maria Tarantola, ho chiesto un contratto a tempo determinato come segno di attenzione e responsabilita”’

”Poiche’ non ho intenzione di rimanere alla Rai ne’ un giorno in piu’ ne’ un giorno in meno del mio mandato di direttore generale – ha aggiunto Gubitosi -, ho deciso di chiedere che il mio contratto, pur essendo prassi aziendale il tempo indeterminato per il dg, coincida con la naturale durata del cda che mi ha nominato (3 anni, ndr)”. Nonostante fino ad oggi la prassi in Rai prevedesse che la nomina del direttore generale fosse configurata come contratto a tempo indeterminato, quello di Gubitosi aveva nei giorni scorsi suscitato malumore tra i consiglieri del centrodestra. Il tempo indeterminato e’ stato in passato applicato ai direttori generali della Rai chiamati dall’esterno e il trattamento economico riconosciuto a Gubitosi, secondo quanto si apprende, e’ pari a quello del suo predecessore Lorenza Lei.

La polemica era emersa subito dopo la sua nomina, appreso il fatto che l’assunzione era a tempo indeterminato alla bella somma di 400 mila euro l’anno, a cui si dovevano aggiungere 250 mila euro annui di indennità per lo svolgimento triennale della funzione di direttore generale. Ora Gubitosi fa sapere che, trascorsi i tre anni, lui se ne andrà senza nulla rivendicare, anche se una sforbiciatina alla sommetta di 650 mila euro non sarebbe male. E poi si poteva evitare tutto ‘sto casino annunciando da subito che il contratto sarebbe stato triennale.

Ultima domandina: ma la signora Lorenza Lei continuerà a percepire 650 mila euro per il resto della sua vita in Rai e per fare cosa?

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Dan says:

    La lei c’ha quell’espressione mista, quello sguardo falso tra Totò Truffa e Pulcinella: mi sa tanto che cercherà di raddoppiarselo lo stipendio

  2. Carrara Gino says:

    Be’….. Ha promosso i leghisti! Questo a quei geni dei leghisti dovrebbe bastare per farle un monumento no? Poi sentiamo le repliche dei vari pirla che dicono ” si ma anche la sinistra…. Anche la destra….,” ormai la padania e’ popolata peggio che Sodoma e Gomorra!

Leave a Comment