Quelli che in Parlamento non fanno un beato…..

di GIULIO ARRIGHINI

Di recente, il sito Openpolis ha pubblicato un MiniDossier  sull’“Indice di Produttività Parlamentare 2014″. Ebbene, che ne è emerso? Vi sono senz’altro delle eccellenze ma anche dei sotto vuoto spinto. Esistono deputati eletti per non fare i deputati. Non un atto discusso, prodotto. Ma loro, s’intende, sono pagati per “fare politica”. Fanno altro. Vanno in televisione, organizzano il patto del Nazareno, si prodigano nella professione forense in difesa della libertà politica di alcuni leader perseguitati dalla magistratura… Insomma, lavorano, ma non nel Palazzo per il quale sono stati eletti. Così risulterebbe dal dossier che Openpolis ha di recente analizzato prendendo in considerazione la legistatura fino all’ottobre 2014.atti

Che è emerso?

Decide solo il governo

Innanzitutto Palazzo Chigi fa e disfa, il Parlamento si gira i pollici e fa solo scena.  L’84% delle leggi approvate – le più importanti –  vengono dall’esecutivo.

Decidono solo in 100

Oligarchia parlamentare. L’hanno chiamata così ma di fatto dei quasi 1.000 fra deputati e senatori, chi incide sul serio è un pugno di uomini. Appena un centinaio, gli altri non riescono ad arrivare alla fine del percorso.

Solo il 13% degli atti non legislativi si conclude

Che fine fanno le interrogazioni? Gli atti ispettivi? Cadono per lo più nel vuoto. Il governo, rileva Openpolis, ignora, ha altro da fare.  Infine,  il Parlamento non si è ancora preso la briga di analizzare l’83% dei disegni di legge. Eppure già dal primo giorno ne sono stati depositati in un solo botto ben 600. Per nulla.atti2

 

Chi dà le carte?

Suddividendo l’attività considerando il buon fine della produttività parlamentare, sono state create tre fasce. La prima, di bassissima efficacia, conta 542 parlamentari. Significa che lavorano per niente. O che il loro lavoro è solo carta straccia. La seconda fascia registra   59 deputati; la terza, infine, appena 29 ovvero il 4,6 per cento della popolazione di Montecitorio, conta davvero qualcosa.

In Senato che accade invece? Nella prima fascia ci sono 215 senatori, nella seconda 68 e infine nella terza, quella cioè di quelli che contano e influiscono sulle decisioni, appena 32.

Quanto ci costa questo scherzo?

Infine, per chiudere, Openpolis ha individuato anche nomi e cognomi di alcuni parlamentari che fanno politica fuori dal Palazzo e che ad ottobre scorso, non risulterebbero firmatari di nulla. Eccoli. zero

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. tok says:

    Tanto a fine mese i soldi, tanti soldi, arrivano sicuri. A…. Pagati da noi naturalmente! La politica è fatta da tante persone inutili. Buon anno!

  2. Paolo says:

    Calma..calma. Debito Pubblico, politici, ministeriali ecc. pagherà tutto la Merkel. Noi siamo troppo furbi!

Leave a Comment