Quella preghiera a Michele Arcangelo…

Hanno scritto su Facebook…

di GIUSEPPE REGUZZONI – Tanto per ricordarselo … Just as reminder …

SANCTE Michael Archangele, defende nos in proelio, contra nequitiam et insidias diaboli esto praesidium. Imperet illi Deus, supplices deprecamur: tuque, Princeps militiae caelestis, Satanam aliosque spiritus malignos, qui ad perditionem animarum pervagantur in mundo, divina virtute, in infernum detrude. Amen.

 

Tanto per ricordare… solo come promemoria…

SANCTE Michael Archangele, defende nos in proelio, contra nequitiam et insidias diaboli esto praesidium. Imperet illi Deus, supplices deprecamur: tuque, Princeps militiae caelestis, Satanam aliosque spiritus malignos, qui ad perditionem animarum pervagantur in mundo, divina virtute, in infernum detrude. Amen.

Questa preghiera è stata composta da Papa Leone XIII, dopo che ha vissuto un orribile visione. Il 13 ottobre 1884, dopo la messa, Papa Leone XIII in pausa ai piedi dell’altare era caduto in quello che sembrava uno stato di coma. Dopo un po ‘ il papa parlò della terrificante visione che aveva della battaglia tra la chiesa e Satana. Papa Leone compose così questa ormai famosa preghiera a s. Michele Arcangelo, la cui recita restò fino al Vaticano II.

arcangelo

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Maurizio C. says:

    La preghiera è stata soppressa sotto l’infelice pontificato di Montini; tra l’altro, sotto lo stesso pontificato è stato soppresso anche il giuramento antimodernista voluto da San Pio X.

Leave a Comment