Quante minchiate si sentono… Tanto tornano insieme

di CRISTINA MALAGUTIlega_pdl

“Adesso sul sud fa un processo di cosmesi ma con la Lega Nord il sud sarebbe ancora più solo e più debole”. Lo ha spiegato il ministro dell’Interno e presidente di Ncd, Angelino Alfano, parlando a Radio Anch’io. “Chi a sud pensa che potrebbe votare la Lega dovrebbe ricordarsi che la Lega non crede nella patria, nell’identità nazionale, ha sempre offeso il sud e i siciliani” ha aggiunto Alfano. E uno. Andiamo avanti. “Alfano: ‘La Lega e’ un partito di estrema destra’. Cazzate: la Lega e’ un partito di successo, con idee concrete e uomini liberi e capaci”: lo scrive sul suo profilo twitter il presidente lombardo Roberto Maroni, replicando alle parole del leader di Ncd.

Andiamo avanti ancora. E tre. Arriva la sarta….: “Oggi la Lega sta conducendo un’avanzata solitaria che crea divisioni nel centro destra ma credo che se il centro destra vuole tornare ad essere competitivo debba necessariamente condividere un percorso e un progetto comuni”. Cosi’ il coordinatore regionale di Ncd Piemonte, Enrico Costa che invita, pero’, tutti “ad abbassare i toni, in particolare la Lega deve cessare di fare dichiarazioni strumentali contro un ministro competente come Angelino Alfano”. “Durante gli anni di governo con la Lega – aggiunge Costa – sono stati fatti degli errori ed e’, quindi, necessario, fare autocritica, tuttavia ci sono battaglie che ci vedono vicini, per questo, finita questa fase elettorale caratterizzata da toni forti, credo sia necessario fare una riflessione per riannodare i fili del dialogo anche se non mi pare che sia un processo semplice”.

E quattro, arriva il rinforzo:  “Se vuol provare davvero a battere Renzi, il centrodestra deve mettere insieme le sue forze. Tutte: quindi la Lega e Forza Italia, ma anche Fratelli d`Italia e il Nuovo centrodestra. Per scegliere il candidato il metodo è uno solo: le primarie. Lo vado dicendo da ottobre dell`anno scorso, prima da solo, anzi insieme con la Meloni, adesso in buona compagnia”. Lo dice Flavio Tosi, sindaco leghista di Verona, in una intervista alla Stampa.
“Salvini – osserva – ha ottenuto un risultato stratosferico” ma “restano due problemi: l`astensione è un pessimo segnale per tutti” e poi “la Lega ha stravinto ma il centrodestra ha straperso: mai così male da sempre. Questo non l`ha detto nessuno, ma nel 2010 in Emilia la forchetta fra sinistra e centrodestra era di 15 punti (e con l`Udc che correva da sola a 4), adesso è di 20. In Italia c`è un elettorato popolare e liberale che è maggioritario. Ma non c`è più il centrodestra, perché Ncd ha scelto il centrosinistra, Fi ha deciso di non esistere e la Lega è sicuramente più a destra di un tempo”.
Quanto al segretario della Lega che dice di non volere l’alleanza con Alfano, Tosi sottolinea: “I veti incrociati ci condannano alla sconfitta. Facciamo scegliere gli elettori. Lo strumento c`è: le primarie. Quando ci saranno, mi candiderò. Io le do per scontate. E del resto anche Matteo a suo tempo si disse favorevole”.

Bene, che ve ne pare? Presto di nuovo sui nostri schermi. Avete l’impressione che a qualcuno interessi di più il Nord, il Centro o il Sud? A me no, l’uno vale l’altro, basta rimettere insieme i cocci, morta lì.

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Riccardo Pozzi says:

    Vero. La questione settentrionale è andata in paradiso.

Leave a Comment