Ma la Lega non era NoTav?!

tav-torino-lione-670di MARIO DI MAIO – Anche la Lega ha la memoria corta e, adesso che è maggioritaria al governo, non credo possa più permetterselo. Dopo che (anch’io) siamo andati per anni nei mercatini a predicare la secessione del Nord, non è lecito scandalizzarsi se da qualche parte qualcuno sospetta che la richiesta di maggiore autonomia  possa nascondere qualche trabocchetto “non ufficiale”.

Ma oggi in particolare c’è in ballo la TAV, e Salvini farebbe bene a ricordarsi che la vecchia Lega era contraria al progetto e che il torinese Borghezio era andato a protestare in Val di Susa con i NOTAV e che al ritorno era stato aggredito in treno dagli amici di Bertinotti, che lo avevano menato perché non gradivano condividere con la Lega la battaglia sul territorio.
Ma a suo tempo il leader della coalizione era Berlusconi che ha ” normalizzato” il comportamento dei suoi componenti.
A maggior ragione quindi non è assolutamente lecito trattare i 5stelle come Forza Italia ha trattato Bossi. Per di più, dato che i lavori negli ultimi anni non sono progrediti, una seria verifica attuale dei costi in relazione ai benefici non è una richiesta del tutto campata per aria.
Chi ha orecchie da intendere intenda.tav
Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Allora, da sempre esiste che chi puo’ vivere sulle spalle degli altri (art. n.1 della CPDM docet) lo fa.

    Ora maghi in politica o meglio in amministrazione del nostrum bene NON NE VEDO. NON CE NE SONO..!!

    Un tempo chiamarono dal suo “letargo” il Cincinnato… OGGI, CHI CHIAMARE DAL SONNO PROFONDISSIMO..?

    Qualche DOGE che nessuno sa chi fosse..? Che lingua parlasse e ecc. ecc. ..?

    Qualche veneto che parla ai suoi figli in italiano perche’ cosi’ non serve che studino perche’ gia’ imparati e laureati..?
    Beh, se parlano italiano sono veramente dottori e super…

    Mi ricordo da bambino che quando arrivavano dal sud noi etno veneti eravamo in suggezzione… li si scambiava o per dottori o per poliziotti o per carabinieri o altro. Insomma statali per tagliar corto e ci intimorivano. IL RAZZISMO VERO DOVE CELAVA..!

    Dite che non e’ vero STOCKOLMONE DEL KAX..!

    Tornando al tema, ma non sono mai uscito, dicevo: SIAMO IN GUERRA MA NON LO SAPPIAMO tanto che ad oggi si CONTINUA A DORMIRE E A SOCCOMBERE.
    Voglio dire che in GUERRA si applicano tante strategie.
    Appena una non funziona via sotto l’altra. E via cosi’ fino alla fine della guerra da vincitori o da sconfitti.
    “SE VA AVANTI COSI’ DA SCONFITTI”!

    Per cui magari al soldato puo’ sembrare controproducente la nuova tattica. Mentre magari si manifestera’ VINCENTE a breve.

    Ma si sa che in italia politica alla domenica e al lunidi’ kax quanti CT..!!

    Per questo al milite non e’ permesso di essere obbiettore e di dire la sua e di far politica.

    Vale anche per altri poteri es. perche’ i togati si sentono padroni del nostro destino..?
    KAX, se questi non sono FARAONI che kax sono ora nel terzo millennium..?

    Ma sara’ giusto che altri mi impongano le loro volonta’..?

    Del come lavorare, del come mangiare, del come amare, del come odiare, del come difendermi e avanti cosi’ fino alla morte..?

    Poi starnazzano che si battono per i diritti dell’uomo: se sta sottomesso..! A LORO..!

    Oggi emergono le contraddizioni che la cosiddetta democrazia ci impone.

    Basta sentirli parlare, forse meglio dire GRIDARE, per farsi un’idea.

    Sapete che io sono uno o quello che ha fatto un sindacato per fare opposizione (mal riuscita per eventi nefasti) ai tre Moschettieri del RE..? CGIL, CISL e UIL..?
    Anche D’Artagnan era presente tanto che li battezzai I TRE MOSCHETTIERI CON D’ARTAGNAN AL SERVIZIO DEL RE… I POSSESSORI DEL GRANO E DELLE VARIE AZIENDE.

    Ebbene dopo aver visto con i miei occhi che erano tra loro KULO E KAMICIA li’ ho capito che se tutto girava cosi’ li’ nelle stanze dei poteri, per noi ILOTI o PEONES era finita.

    E’ bastato dare il potere ai KATTOKOMUNISTISLAMICI e sono spariti dei valori.
    Sia in VENALE e sia in MORALCIVIL…
    Costati anche vite umane.
    Il voto nelle assemblee non valeva nulla: se era a favore bene se no magari rifacevano la votazione.
    Mika stupidi i KATTOKOMUNISTISLAMICI.

    Basta se no mi prendo karne per via della lunghezza: servirebbe un bel libro.

    Saluti ed auguri a tutti o a TODOS..!

    CONTINUA

  2. caterina says:

    Come si fa a non puntare sulle opere grandi e piccole e’ incomprensibile! Dove pensano di buttare i soldi delle nostre tasse?… Solo nelle “loro” tasche e in quelle di quelli che pensano di campare senza lavorare…

  3. mumble says:

    Verissimo. Non è campato per aria chiedere, dopo circa 20/25 anni dalla nascita di un progetto, se quel progetto è ancora valido.
    Per il resto, direi che la retromarcia leghista sulla TAV è niente se la paragoniamo alla retromarcia su tutto il resto.
    Guai a parlare di Padania in casa Lega, e ho detto tutto….

Reply to caterina Cancel Reply