Qualità della vita: 5 Italie, altro che una e indivisibile

italy

di MASSIMO VIDORI – Belluno è la quinta Provincia in Italia nel 2019 per qualità di vita secondo la ricerca commissionata all’università “la Sapienza” di Roma dal quotidiano Italia Oggi.
L’eccellenza per gli affari e il lavoro, l’ambiente, l’istruzione e la formazione, il tempo libero e il turismo, la dimensione demografica e la sicurezza i principali aspetti confrontati. Quest’anno sono state introdotte informazioni statistiche più dettagliate sul tenore di vita.
Insomma un’attenta osservazione della società, che però stride con un fatto fondamentale: il calo demografico in atto. Nel 2018 in provincia si è scesi sotto i 200.000 abitanti!
E’ chiaro che qualcosa non funziona.
Sono sbagliati i parametri di riferimento? Si stanno osservando aspetti che non servono a definire una realtà come la montagna veneta? O è sbagliata la logica di analisi dei dati?
Perché credo indiscutibile che la verifica di queste indagini non possa che essere il numero di persone che in un tal “paradiso” voglia vivere. Se ne vanno i giovani, l’energia produttiva è ormai mono-tematica, le “penne argentate” dominano la società a tutti i livelli… e la qualità di vita è al top? Viene da implorare un’indagine sulla “quantità di vita”: quanto tempo resta a noi montanari veneti per usufruire di tutta questa fortuna? A Belluno, per il momento, “l’intervento è perfettamente riuscito, ma il paziente è morto”!

Uscendo dal paradosso, è interessante notare che con la ricerca di quest’anno, sono stati individuati nuovi «cluster» (campi omogenei) di analisi che hanno dato vita a cinque raggruppamenti di province omogenei in cui è possibile riscontrare caratteristiche simili. Non una Italia, dunque, e nemmeno due, ma ben cinque.
Rendendo sempre più evidente che l’Italia “una ed indivisibile” è un esperimento fallito perché fuori dalla logica e dalla storia.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. giancarlo RODEGHER says:

    Concordo e mi complimento per l’articolo.
    Purtroppo l’Italia è divisa da sempre poiché le filosofie di vita che abbiamo al Nord, al Centro ed al Sud e Isole sono così diverse da farne degli ostacoli insormontabili.
    Certo si può cercare di andare d’accordo, ma quando al centro c’è roma, oggi disastrata al massimo, dove circolano cinghiali, pantegane e animali vari… come si fa a credere che l’Italia è una ed indivisibile quando c’è tutto che divide e nulla che unisce se non il debito pubblico ed un mal governo imperante ?!?!
    Non aggiungo altro.
    WSM

Leave a Comment