Prove tecniche di “avvicinamento” della Lega Nord all’Unione Padana

di ANONIMO PADANO

Prove tecniche di avvicinamento o solo un episodio fine a se stesso? Domanda legittima per via di quanto sta accadendo in un comune del Mantovano che andrà al voto la prossima primavera, Castelgoffredo. A sorpresa nei giorni scorsi il deputato mantovano Gianni Fava (nella foto in alto), che è anche vicesegretario nazionale della Lega Lombarda, ha asupicato che in vista del voto si possa trovare un accordo con l’Unione Padana, il movimento indipendentista guidato dagli ex parlamentari leghisti Giulio Arrighini (segretario) e Roberto Bernardelli (presidente) e che ha come segretario provinciale mantovano Roberto Lamagni, anche lui ex leghista, a lungo vicesindaco proprio di Castelgoffredo e nel 2006 il candidato più votato del Carroccio alle provinciali, più dello stesso Fava e del segretario provinciale Claudio Bottari. Quest’ultimo, nel 2008 e con l’approvazione dello stesso Fava, fece poi in modo di allontanare Lamagni dal movimento, quando quest’ultimo avrebbe dovuto essere il candidato sindaco di Castegoffredo.

Dopo questo passato burrascoso, ecco che adesso arriva la mossa a sorpresa dell’uomo forte della Lega mantovana, quel Gianni Fava che è annoverato fra gli uomini più vicini a Roberto Maroni, nel frattempo è andato in rotta con Bottari. Se il passo compiuto verso l’Unione Padana sia solo un modo per evitare la sconfitta elettorale come è successo alle scorse amministrative a Castiglione delle Stiviere, dove l’elettorato padano s’è diviso fra il Carroccio e l’Up, in quel caso non alleati, oppure sia un modo per tastare il terreno in vista anche delel elezioni regionali, dove via Bellerio avrà bisogno dell’apporto di tutti, lo diranno le prossime evoluzioni.

Da parte sua Roberto Lamagni (foto sotto) non ha giustamente chiuso la porta alla richiesta di un incontro, ma ha fatto sapere chiaramente che il candidato sindaco di una eventuale alleanza non potrà che essere lui stesso. Fava, invece, è sembrato disponibile a confermare la candidatura del sindaco uscente, il pidiellino Mauro Falchetti, del quale Unione Padana ha invece un pessimo giudizio. Le prossime settimane diranno dunque cosa bolle nella pentola di Castelgoffredo, dove Lamagni appare deciso non solo a imporre la propria candidatira, ma anche la scelta delel persone da mettere in lista, perché al suo paese preferisce perdere “ma con la schiena dritta”, piuttosto che perdere la faccia. Inoltre, in qualità di socio cofondatore di Unione Padana, lo stesso Lamagni dovrà valutare con gli altri vertici di Up il vero significato di questa uscita di Fava.

E domani sera proprio a Castelgoffredo arriva Matteo Salvini: un altro passo verso la distenzione?

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

24 Comments

  1. Gianni says:

    per me Fava ha paura di prendere meno dell’Unione Padana e quindi di fare una figuraccia. Per questo le fa la corte

  2. castellanodoc says:

    Non dimenticate che a Castelgoffredo è arrivato anche il M5S di Grillo!

  3. ingenuo39 says:

    Fava ha cacciato Lamagni dalla Lega. Adesso perchè Lamagni,dovrebbe rientrare nella Lega ed avere Fava ancora come suo superiore? La risposta che adesso spetta a Lamagni e senz’altro un arma a doppio taglio e conoscendo la furbizia di Fava senz’altro una banana da raddrizzare. Però si puo e si deve sempre parlare con tutti, questo ce lo impone la Democrazia.

    • gianluca says:

      Cerchiamo di capire: non si tratta affatto di rientrare, ma semmai la Lega sembra interessata a proporre a Unione Padana un’alleanza

  4. Lucky says:

    e cosa porta l’unione padana alla LN? lo 0,5 a livello lombardo? ma lasciateli perdere……

    • Flit says:

      Sommato allo 0,5 della Lega fa 1 …

      • Pietro says:

        In alcuni Comuni l’UP ha preso 2% e 3% le scorse elezioni comunali padane nel 2012. Quindi non è come dici tu Lucky lo 0,5. Inoltre è natà nel novembre 2011 vediamo ora a distanza di un anno e mezzo cosa succederà. Credo che da molto fastidio a non essere più il solo partito padano la Lega Nord… Già
        Viva Arrighini e buon lavoro!!!!

  5. giovanni says:

    l’unione padana e’ libera di fare cio’ che vuole, ma io mi aspetto che non faccia l’errore di fare accordi frazionati anche se ritengo la scelta dovrebbe aspettare in primis alla sezione di castelgoffredo

  6. Qualche leghista più giovane e ben avvezzo all’uso di internet dovrebbe spiegare a Fava che la legge che propone è degna del codice Rocco e dei reati d’opinione con cui il regime fascista prima e Papalia poi schiacciando le opposizioni.
    Meglio prendere ispirazione dalla legislazione tedesca : la diffamazione praticamente non esiste. Esiste solo l’obbligo di rettifica per chi dichiara il falso.
    È troppo facile usare il reato di diffamazione per scopi politici e liberticidi .

  7. Che la LN voglia accostare in modo amichevole agli altri partiti indipendentisti lo trovo una cosa estremamente positiva.
    Per essere sicuri di ricompattare le compagnini indipendentiste la Lega dovrebbe dar fiducia ai possibili alleati candidando alla carica di sindaco un non leghista.

    • Albert1 says:

      Vari big e non poi tanto big leghisti hanno dichiarato più volte che la lega NON E’ indipendentista, che scherzavano, eccetera eccetera. Quindi perché mai dovrebbe ricompattare compagini INDIPENDENTISTE? Starne lontani, sempre. Tanto, al prossimo giro la lega non entrerà in parlamento, si spappolerà e più nessuno avrà alcun desiderio di allearsi con lei. Speriamo, almeno, che UP e gli altri imparino la lezione leghista: il sistema non si cambia dall’interno, il sistema è irriformabile, e bon.

  8. Don Ferrante says:

    La paura, come la fame, fa brutti scherzi !

    L’ambizione fa scherzi anche più brutti !

    Le ammucchiate tra ex, molto spesso, diffondono pestilenze !

    La paura di taluni più l’ambizione di talaltri generano sovente alleanze insoddisfacenti, che si concludono per entrambi con la banalissima frase: “sarebbe stato meglio andare da soli !”

    Castel Goffredo è famosa per la produzione delle calze: si sta forse addestrando anche a fare le scarpe….?

    Nel 2008: PdL 39,1 %
    Lega 25,4 %
    Alleanza Lombarda 1,2 %

    Qualcuno ha in mano sondaggi recenti ?

  9. Micky says:

    vediamo di non far cazzate e di stare ben lontani da questi banfoni… chi tocca la merda muore

  10. max says:

    Ma non sarete pazzi,discutere con chi,con Fava uno che vuole con il suo disegno di legge mettere il bavaglio a internet,per sapere prima se i commenti sono negativi nei confronti dei politici,ma non scherziamo,la Lega è fallita anche per i poveretti come questo,leccaculi senza vergogna del capo,ora quando da anni questi soggetti hanno negato alleanze con tutti i piccoli movimenti indipendentisti perché ovviamente creati dai veri leghisti della prima ora,espulsi o allontanati dalla Lega per far posto a questa masnada di democristiani-socialisti-mafiosi,asserviti ai vari Maroni-castelli-reguzzoni-Boni-Bossi-Leoni-Calderoli,ecc…si fa primo espulso per fare l’accordo Fava per indecenza,poi si discute.

  11. Albert1 says:

    Non è contrario alle ragioni fondative di UP allearsi con gente che NON VUOLE l’indipendenza dall’italia? (Vedere Zaia e il “federalismo centripeto e non centrifugo”).

  12. Lucafly says:

    Arriva prima o dopo cena il SALVINI ….

    • max says:

      Arriva,arriva sta prendendo le misure del giro vita delle nuove camice che si fa fare su misura,in Montenapoleone,poi passa l’ex assessore al territorio Belotti a prenderlo tanto ha 24000mila euro da spendere in benzina alla nostra faccia.
      Belotti un’altro buttare fuori a calci nel culo.

Leave a Comment