Prossime elezioni in Belgio, dove cresce il secessionismo fiammingo

di REDAZIONE

Il 2014 sarà un anno importante per i catalani, gli scozzesi e i fiamminghi, perché potranno fare un passo decisivo verso la piena sovranità. Se i processi indipendentisti di Catalunya e Scozia raggiungeranno il culmine in autunno, il 9 di novembre e il 18 settembre rispettivamente, i fiamminghi potranno fare un grande salto in avanti alle elezioni federali e regionali, che coincideranno con quelle europee del 25 maggio. Così, durante questo 2014 l’Unione Europea dovrà fornire risposte molto politiche e molto concrete sulla volontà democratica di milioni di cittadini.

Finora, salvo alcune opinioni ostili ed altre favorevoli alla causa delle nazioni senza stato,  i commissari europei non si sono pronunciati sul futuro dei paesi che diventeranno indipendenti da uno stato membro. I trattati europei non parlano dell’automatica adesione o meno dei nuovi stati all’UE. La secessione è una possibilità non prevista dalle leggi e tutti questi precedenti costringeranno a prendere coscienza del fatto che si dovrà cercare una soluzione politica a queste nuove realtà.

Pertanto, all’Unione Europea sarà richiesto di trovare delle soluzioni alle sfide della Catalunya, della Scozia e delle Fiandre. Se la posizione periferica di Scozia e Catalunya permette di pensare che possano restare fuori dalla UE, il caso Fiandre è differente: CONTINUA A LEGGERE QUI

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Unione Cisalpina says:

    Prossime elezioni in Belgio, dove cresce il secessionismo fiammingo

    kuello padano invece retrocede … kome mai !?

Leave a Comment