Proposta di un leghista: “Vendiamo Lampedusa alla Germania”

di ALTRE FONTI

Vendiamo Lampedusa alla Merkel. Se i cittadini sono d’accordo, perché no. Almeno siamo sicuri che anche la Germania si renderebbe conto di cosa vuol dire il problema immigrazione”. Parola del candidato leghista alle elezioni europee nella circoscrizione nord-est Angelo Ciocca, nonché Consigliere comunale lombardo, intervenuto stamattina a KlausCondicio, talk show di Klaus Davi in onda su YouTube (https://www.youtube.com/klauscondicio).

“In questi giorni decine e decine di lampedusani mi chiamano e mi chiedono aiuto, mi dicono ‘guardate qui, il Governo non fa niente, non è in grado di garantirci da questa invasione’. Non sono in grado di garantire igiene, insomma, gli elementi minimi del vivere civile. Per questo penso che vendere Lampedusa ai tedeschi sia una buona soluzione. In primo luogo, perché così vediamo se questa precisione tedesca poi si traduca nei fatti nel tenere ordine e disciplina.  In secondo luogo, chiediamo  alla Germania di risarcire l’Italia chiedendo i danni subiti dal nostro paese per il suo ingresso in Europa. Ovvio che mi dispiacerebbe per i cittadini lampedusani, i quali  peraltro si sentono completamente abbandonati dallo Stato italiano. E che non vogliono la clandestinità, e tantomeno l’invasione”. 

Continua Angelo Ciocca: “Tuttavia, se la Germania dimostrasse veramente di gestire la vicenda dei clandestini meglio di noi, credo proprio che molti lampedusani non sarebbero scontenti. In più, i tedeschi hanno una economia più forte, cresciuta a nostre spese. E forse anche la Germania potrebbe essere contenta, perché gli daremmo lo sbocco sul Mediterraneo che vogliono da tempo”. E alla domanda di Klaus Davi Quanto può valere un gioiello come Lampedusa?, Ciocca risponde: “Se Budelli è stata venduta per tre milioni di euro, almeno 100” risponde. E va oltre: “Vale un terzo del nostro debito pubblico”.

Nel corso del talk show di Klaus Davi è intervenuto anche il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, anche lui candidato alle Europee del Partito democratico, che ha commentato laconico: ”Proporrei di mettere all’asta Matteo Salvini e Angelo Ciocca. E li vendiamo al miglior offerente. Ma temo che nessuno li comprerebbe. Purtroppo per l‘Italia”.

TRATTO DA http://www.agrigentonotizie.it

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

6 Comments

  1. Mario says:

    ovviamente il soggetto della frase è “noi italiani”…

  2. ugo says:

    mi pare chiaro essere una provocazione .Il problema è che l’Italia subisce non solo l’ arrivo di migliaia di persone ma nei confronti dell’europa non sa farsi ascoltare.A quei burocrati europei che vengono a dirci quello che dobbiamo fare basterebbe rispondere con un:prenditene alcune migliaia nel tuo paese e gestiscili come vuoi. Oramai si è capito che la gente del nord si sveglia solo quando è toccata personalmente , così farebbero anche gli stati del nord europa. I buonisti incapaci incompetenti ci hanno mandato in rovina e non parlo solo della classe dirigente.

  3. Giulio says:

    Un altro “leghista” che è andato a scuola dal cabarettista Calderolo?
    Mortificante vedere quali sono gli argomenti che escono dalla bocca della “nostra” classe dirigente.

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      sono vuoti koncentrati …

      il fatto è ke la skuola bossiana li ha addestrati al konservatorismo kadregaro a kualunkue kosto, rinnegando ogni ideale facendosi abili nella prestidigitazione barakkoneska e circense…

      x konservare le kadreghe ti drogano d’indipendentismo spacciandoti robaccia … sono pusher kriminali … x i loro interessi (kadreghe e prebende) se ne infiskiano della nostra vita …
      Non kredete ai pusher … non sono benefattori MA KRIMINALI …

  4. Continua Angelo Ciocca: “Tuttavia, se la Germania dimostrasse veramente di gestire la vicenda dei clandestini meglio di noi, credo proprio che molti lampedusani non sarebbero scontenti. In più, i tedeschi hanno una economia più forte, cresciuta a nostre spese.

    Eh sì la Xermagna ła xe cresesta a spexe de łi tałiani!

    Ke bruti e cativi ke xe łi todeski ke łi va en pension a pàsa 65 ani, ke łi ga manco parasidi, manco ladri, manco farabuti, manco mafioxi, manco camoristi, manco sinacalisti, manco połedeganti, manco caste parasidare prevełexà, manco previ e monaghe, manco jornałari foraxà co łi skei nostri, manco romani e pì barbari e manco mal ke łi ga pì barbari ke romani!

  5. Pedante says:

    Si concentri piuttosto sull’abrogazione della legge Mancino che non sarà impresa facile. Il resto è demagogia.

Leave a Comment