Pronti all’arrivo di mezzomilione di clandestini? Lo dice l’Onu. Almeno mandi i caschi blu in Libia!

di ROBERTO BERNARDELLIonu

Sulle coste libiche potrebbero esserci oltre mezzo milione di persone pronte a partire e che che aspettano di attraversare il Mediterraneo: lo ha detto il capo della missione Onu in Libia, Bernardino Leon, in un’intervista alla Npr, la radio pubblica americana. Leon denuncia quindi gli abusi sul fronte dei diritti umani a cui queste persone sono sottoposte, dall’estorsione alla prostituzione. E va bene. Tutti e 500mila subiscono estorsioni? Chi lo sa. Sappiamo però cosa sta per arrivarci. Un  bastimento carico di esplosivo.

Sentiamo cosa dicono i campioni di umanità.

A proposito delle azioni che la comunità internazionale si appresta a decidere per contrastare l’emergenza immigrazione, Leon spiega come la priorità siano “rafforzare la capacità di salvare le persone in mare e cercare di instaurare una cooperazione con le città sulla costa”. Cioè nulla. Dire che è vergognoso è poco. Che ci sta a fare l’Onu se crede ancora nelle buone intenzioni dei poteri libici? Instaura ora una sorta di cooperazione o ci manda magari i caschi blu?

“In molte di queste città c’è la polizia, ci sono le autorità giudiziarie. Quindi – prosegue l’inviato Onu – è possibile che queste autorità possano arrestare i trafficanti. Noi possiamo aiutarle, e possiamo farlo a partire da ora”. Ad analizzare parola per parola le dichiarazioni dell’Onu cadono tutti gli attributi. Quali sono le autorità libiche che fermano i trafficanti? Se ne faccia il nome. E come opera la polizia? E le autorità giudiziarie? Se fossero entità esistenti, non ci sarebbe il traffico di uomini.

“Inoltre – conclude Leon – un’altra priorità per la comunità internazionale dovrebbe essere quella di dire molto chiaramente ai libici che devono trovare una soluzione. Non chiedere armi, perché il problema reale nel Paese e’ il caos, e’ il terrorismo, sono i problemi finanziari e quello dell’immigrazione”.

Siamo commossi.E devastati dal carico di nulla che arriva dalle Nazioni unite.

 

Presidente Indipendenza Lombarda

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

4 Comments

  1. GPaolo says:

    Non si rendono conto della gravità che comporta questa immigrazione selvaggia e di ciò che sarà di questo paese fra una decina di anni!

  2. pierino says:

    Zaia axxo dichiara calamità naturale,emergenza, aiuto dall onu, metti su pure la quarantena e il coprifuoco, mobilita alpini pompieri e fdo tutte ! tira su il muro del veneto! approffittane prima delle elezioni (con a rischio il posto di governatore) fai una cosa forte, dal rimbombo mediatico!

  3. G. da Brivio says:

    Come volevasi dimostrare ………….
    Tutti sapevano, ma per infingardaggine, codardia o bieco calcolo nessuno ha fatto ciò che necessitava. Il maggior colpevole, comunque la si metta, è il nostro governo, presente e passato. Se gli altri (Europa, ONU
    etc) voltano la testa dall’altra parte non significa che tu possa fare lo stesso, perché sei tu governo italiano che in primis ti devi occupare di ciò che ti riguarda direttamente. Ma non c’è più sordo di chi non vuol sentire, preso com’è dal timore di dover cedere il timone. E’ di ieri sera l’ultima uscita del ministro degli interni, che sembra non rendersi conto della gravità della situazione e delle sue dichiarazioni infantili. E contestualmente gli fa eco il presidente del consiglio che, dimentico del problema più grave oggi sul tappeto, si mette a fare il docente con gesso e lavagna, e si fa riprendere dalla TV mentre impartisce lezioni di buon governo ad una platea di asserviti. A questo punto tocca ai patologi dire la loro.
    Noi continuiamo a pascerci di talk show, di programmi culturali dai premi milionari e dell’immancabile calcio.
    Cuntent ?

Leave a Comment