ProLombardia: omaggio in ricordo dei “Moti di Milano”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Pro Lombardia Indipendenza, unendosi al ricordo della società civile e del popolo lombardo, ha deciso di commemorare con un omaggio floreale il centoquindicesimo anniversario dei moti di Milano, iniziati il 6 maggio del 1898. E mai come ora il ricordo di quei giorni può essere utile per capire la condizione attuale del nostro popolo. Un’intera nazione, privata dei mezzi di sostentamento e vessata da uno stato che le negava qualunque diritto democratico e di rappresentanza, sfogò la sua rabbia e la sua esasperazione con proteste e barricate. E lo stato italiano, rappresentato dal generale Fiorenzo Bava Beccaris, decise in modo criminale di reprimere con la forza il nostro popolo, causando centinaia di morti. Siamo addolorati nel vedere che in centoquindici anni di storia è cambiato ben poco. Anche oggi le istanze della Lombardia, soffocata dalla crisi economica, vengono continuamente ignorate. É per questo che speriamo che i lombardi si ribellino, in modo totalmente pacifico e democratico, al giogo italiano. Oggi ricordiamo umilmente il sacrificio dei nostri avi, ma ripromettiamo a noi stessi di non essere da meno, e di lottare con ancora più determinazione per la libertà del popolo lombardo.

Pro Lombardia Indipendenza, jontandess al regord de la socetaa civil e dol popol lombard, l’ha decidud de comemorar cont un omaj floral l’aniversari dei centequindex agn da l’insurezion de Milan, principiada ol 6 de maj dol 1898. Mai comè adess ol regord de quei dì là al pœl vesser utel per capir la condizion atual del noster popol. Una nazion intrega, privada dei mez de sostentament e maltratada da un stat qe al ge negava qualsessìa dirit democrateg e de rapresentanza, la sfogava la soa rabia e la soa esasperazion con proteste e baricade. E ol stat italian, rapresentad dal jeneral Fiorenzo Bava Beccaris, al decideva in manera criminal de reprimer con la forza ol noster popol, causand centene de morts. Som indolorids ind ol veder qe in centequindex agn de storia l’è cambiad ben poc. Anc’pò incœ i istanze de la Lombardia, sofegada da la crisi economega, i vegnan ignorade continuament. L’è per quest qe sperom qe i lombards i se rebellan, in manera totalment pacifega e democratega, al jov italian. Incœ regordom umilment ol sacrifici dei noster antenads, ma reprometom a nun medesim de vesser miga da manc, e de lotar con anc’mò plœ determinazion per la libertaa del popol lombard. (trad. in Koine’ lombarda codificata dal Prof. Marc Tamburell)

ProLombardia Indipendenza

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Druido Lombardo says:

    Stato italiano assassino, Lombardia indipendente e sovrana

Leave a Comment