“Sarannoprefetti.it”: gli stipendi da fame dei prefetti commissari (5)

 

palermo

di BE. BA.

Paese che vai, commissario prefettizio che trovi, e sorprese che la stampa regala come perle di saggezza amministrativa. Ecco qua un altro spaccato di burocrazia reale.

ROMA-PALERMO
Viaggio di sola andata a Roma. Siamo nella capitale eterna, marzo 2013, e Sergio Rizzo, la penna che non perdona lo spreco, scrive sul Corriere della Sera che Umberto Postiglione prefetto di Palermo è chiamato a fare anche il commissario della Provincia di Roma dopo l’elezione di Zingaretti a governatore del Lazio. Giravolte della storia elettorale, nulla di strano sotto il cielo. E che mai accade poi? “Per inciso, il sito Internet della Provincia di Roma informa che al commissario spetta una indennità di 8.505 euro e 47 centesimi lordi al mese. Oltre allo stipendio da prefetto di Palermo, s’intende. Così al subcommissario vicario Clara Vaccaro toccano 6.379 euro e 10 centesimi, sempre lordi, e agli altri tre sub Paola Berardino, Antonio Colaianni e Giuseppe Marani, 5.528 euro e 55 centesimi. Retribuzioni stabilite, come previsto dalla legge, per decreto prefettizio”.

Sempre in nome della legge.

ANCORA BENEVENTO
Dopo il caso dei 6mila euro al mese del prefetto in pensione commissario prefettizio a Verbania, arrivato al Nord da Benevento, il Sannio fa ancora parlare di sè. La cronaca ci riporta ancora in Campania. Si legge infatti sulla testata campana ilvaglio.it del commissariamento della Provincia di Benevento: “I sindacati al Prefetto: i compensi ai Commissari della Provincia sono inaccettabili e oltre ogni misura. Oibò!
“Abbiamo avuto notizia da ‘Il Sannio Quotidiano’ delle indennità di carica stabilite dal Prefetto a favore del Commissario Straordinario e del Sub-Commissario della Provincia di Benevento di importo pari, rispettivamente, ad € 13.977,00 e ad € 6.988,00 al mese (…). “Si tratta evidentemente – chiosano i sindacalisti – di compensi superiori ad ogni ragionevole misura, non proporzionati alle attività da espletare, non rapportati alle indennità del Presidente uscente della Provincia e degli assessori che erano rispettivamente di circa € 4.700,00 ed € 3.000,00 e di gran lunga superiori a quelle fissate, per gli stessi incarichi, in altre province”.
Commissari prefettizi anche ad Aprilia. E si legge sul Pontino.it, maggio 2009: “Gli emolumenti del commissario prefettizio e dei 2 sub commissari, regolati dalla legge per un comune come Aprilia (fascia 30.001-100.000 abitanti) sono stati specificati nel decreto del 25 febbraio 2009 del prefetto di Latina. “Al prefetto a.r.(a riposo ndr)” il compenso lordo è stato determinato in 8.309,00 euro mensili. “Al Viceprefetto”, essendo vice commissario vicario il compenso mensile è stabilito in 6.232,00. “Al dirigente di II fascia, dott.”, è stato stabilito un compenso mensile di 4.985,00. Il commissario percepisce, inoltre, una indennità di fine mandato, una sorta di 13°, una indennità mensile pari a una mensilità proporzionata ai mesi di mandato svolto. La legge prevede ulteriori benefit: rimborsi spese di viaggio ed ogni altra spesa documentata indispensabile al disimpegno del mandato”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment