Poveri italiani, credono ancora nel Quirinale e nella magistratura

di REDAZIONE

Cittadini e Istituzioni sempre più lontani. Secondo il tradizionale Rapporto Italia dell’Eurispes esiste uno scollamento tra i cittadini e le Istituzioni, che si manifesta attraverso un grado di sfiducia diffuso e generalizzato. In sette casi su dieci (70,6%) gli italiani indicano che la propria fiducia nelle istituzioni è diminuita. Tra le singole istituzioni considerate si salvano con fatica, mantenendo i risultati dell’anno precedente e non superando comunque il 50% dei consensi, il Presidente della Repubblica (44,2%) e la Magistratura (41,4%).

Governo e Parlamento raccolgono solo il 16% dei consensi. Resistono come punto di riferimento le forze dell’ordine e di sicurezza raccogliendo largo consenso: arma dei carabinieri (76,3%),marina militare (67,7%), aeronautica militare (65,2%),corpo forestale (62,6%), polizia di stato (61,8%),esercito (59,3%), guardia di finanza (58,8%). In salita nei consensi la chiesa (+12,4%) e la scuola che arriva al 53,6%. Le associazioni di volontariato rimangono le più apprezzate (74,5%).

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

11 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Beh, si. I fattitaliani o fattitalibani ci credono di sicuro.

    Tuttavia, i vari garanti costituzionali non hanno mai fatto il loro dovere: far rispettare la costituzione almeno al momento del fare le leggi.

    Per esempio l’art.1… che dovrebbe essere corretto per essere credibile il fatto che il popolo e’ sovrano.
    E altro esempio l’art.4.
    Sulle tasse che devono gravare in base alla possibilita’ dell’individuo e non solo.
    E l’art.5..?
    E tanti altri, tutti RIGOROSAMENTE nemmeno letti.

    La varie carte (piu’ igienike che altro) hanno tante belle parole e intenti da sogno, ma non sono rispettate.

    E i garanti vari dove guardano..?

    Guardano verso il loro Conto Corrente per vedere se si gonfia sempre piu’.

    Quindi..??

    NON CI SI PUO’ VANTARE DI AVERE UNO STATO GARANTE DEL DIRITTO: VA DEMOLITO E AL PIU’ PRESTO DATO CHE E’ STRACOLMO DI KASTE (se non KOSKE) KE PENSANO SOLO DI FARE GUADAGNI.

    OVVIAMENTE A PAGARE SARA’ SEMPRE IL PANTALONE dato che il palazzo poggia da sempre verso il basso.

    Se fossero davvero coerenti i piu’ STRAPAGATI avrebbero gia’ fatto i loro passi, obbligati dalla loro coerenza appunto e visto il loro grande patriottismo: rinunciando a parecchio di quello che quotidianamente incassano allegramente.

    Nemmeno quando andava da Dio le loro super paghe erano GIUSTIFICATE.

    Se nessuno (Ulisse non c’entra) se ne e’ mai accorto, vuol dire che e’ stato da sempre tutto un trikolorito inciucione e anche un’ignava istruzione o meglio indottrinamento. (Si prenda i libri di testo nelle scuole -KST- per capirne di piu’).

    Per tutto cio’ e per tantissimo altro, questo stato e’ da DISFARE prima che sia troppo tardi..!!

    Eppoi, di veri patrioti, sebbene col trikolore attorno al collo, ne vedo veramente pochi: nessuno al presente e pochini nel passato.

    Diamoci da fare per attuare la DEMOLIZIONE DELLO SGORBIO e non per salvarlo..!

    Ah, mi posso sbagliare ne’…

    …continua…

  2. Marcaurelio says:

    Questa è bella:
    Unione Cisalpina è diventato sostenitore del 5 Stelle.
    Non ci posso credere, non c’è più religione e adesso che gli vado a dire a quei 4 padani credono ancora all’indipendenza?

    • Unione Cisalpina says:

      kapisko la provokazione e rispondo solo x trankuilizzarti 🙂

      pensa ke alle ultime elezioni politike li ho anke votati …

      il mio voto, nel kontesto generale (ed a maggior ragione in kuesto merdaccioso stato italiko), non appartiene a nessuno se non a me stesso ed io, irredentista cisalpino e padano indipendentista, lo dò, di volta in volta, a ki meglio penso possa fare il bene x la mia Gente e la Kausa x kùi mi spendo… potrei mai votare lega nodde !? … e se kuelli sono i liberatori di Padania, di kosa dovrei mai preokkuparmi ! 🙂

      di ciaskuno prendo il meglio e non ho remore ad enkomiare o biasimare kikkessia … no ho partiti né interessi personali da difendere, e non ho remore a dare il mio voto favorevole o kontrario, sulle kuestioni ke mi stanno a kuore, a kiunkue mi dimostri koerenza e lealtà … kuando kuesta viene meno, kade anke il mio appoggio … di certo non sono io la banderuola e voltagabbana….

      sono privo, pure, di kualsiasi pregiudiziale d’ordine filosofiko_ politiko_kulturale inkiavate da dogma e/o fanatismi, ke non si possano diskutere e argomentando, se del kaso, accettarle e beneficiarne pure … 🙂

  3. Dan says:

    Grillo deve smetterla di giocare: richiami in piazza i famosi 8 milioni di elettori che “esigono rispetto”, blocchi il paese e metta la parola fine a questo scempio.

  4. Unione Cisalpina says:

    Corriere della Sera > Politica >

    MOVIMENTO CINQUE STELLE

    Il testo con la richiesta di impeachment
    per Napolitano dei Cinque Stelle

    Tra le motivazioni: abuso di potere e attentato alla Costituzione

    «Il Presidente della Repubblica in carica non sta svolgendo il suo mandato, in armonia con i compiti e le funzioni assegnatigli dalla Costituzione e rinvenibili nei suoi supremi principi. Gli atti e i fatti summenzionati svelano la commissione di comportamenti sanzionabili, di natura dolosa, attraverso cui il Capo dello Stato ha non solo abusato dei suoi poteri e violato i suoi doveri ma, nei fatti, ha radicalmente alterato il sistema costituzionale repubblicano. Pertanto, ai sensi della Legge 5 giugno 1989, n. 219, è quanto mai opportuna la presente denuncia, volta alla messa in stato di accusa del Presidente della Repubblica per il reato di attentato alla Costituzione».

    Così recita il testo dell’impeachment per il reato di attentato alla Costituzione che è stato depositato dal Movimento 5 stelle contro il capo dello Stato e che verrà illustrato a breve. […]

    Si rilevano segnatamente, a seguire, i principali atti e fatti volti a configurare il reato di attentato alla Costituzione, di cui all’articolo 90 Costituzione».

    LE ACCUSE – Sono sei le accuse rivolte al Capo dello Stato.

    1. Espropriazione della funzione legislativa del Parlamento e abuso della decretazione d’urgenza: «La forma di governo parlamentare, alla luce dell’attività normativa del Governo, pienamente avallata dalla connessa promulgazione da parte del Presidente della Repubblica, si è sostanzialmente trasformata in «presidenziale» o «direttoriale», in cui il ruolo costituzionale del Parlamento è annientato in nome dell’attività normativa derivante dal combinato Governo-Presidenza della Repubblica».

    2. Riforma della Costituzione e del sistema elettorale. «Il Presidente della Repubblica ha formalmente e informalmente incalzato e sollecitato il Parlamento all’approvazione di un disegno di legge costituzionale volto a configurare una procedura straordinaria e derogatoria del Testo fondamentale, sia sotto il profilo procedimentale che sotto quello degli organi deputati a modificare la Costituzione repubblicana».

    3. Mancato esercizio del potere di rinvio presidenziale: «Il Presidente della Repubblica, recita l’articolo 74 della Costituzione, prima di promulgare un progetto approvato dalle due Camere, può rinviarlo al mittente, chiedendo una nuova deliberazione. Il rinvio presidenziale costituisce una funzione di controllo preventivo, posto a garanzia della complessiva coerenza del sistema costituzionale. Spiccano, con evidenza, alcuni mancati e doverosi interventi di rinvio presidenziale, connessi a norme viziate da incostituzionalità manifesta». Come gli esempi i M5s citano il lodo Alfano e il legittimo impedimento.

    30 gennaio 2014
    © RIPRODUZIONE RISERVATA

  5. Padano says:

    “Gli italiani vorrebbero fare la rivoluzione con il permesso dei Carabinieri”

    Ennio Flaiano

  6. Francesco says:

    Credono nelle istituzioni quelli che ci mangiano assieme……e sono tanti!

  7. Giuseppe d'Aritmaticea says:

    Significativo e conturbante che credano nella scuola e nei poteri di polizia che sono in mano a coloro che invece disprezzano…

  8. francescopd says:

    finchè il re sole manterrà tutti i suoi immondi privilegi, avrà tutto il mio più profondo disprezzo

  9. lory says:

    credono ancora in quel mondo fatto di vecchi privilegiati e incapaci ? la stupidita di una certa umanità è infinita.

Leave a Comment