Populismo: quel consenso che arriva dal popolo, non dalle banche!

democrazia

di MARCELLO RICCI – In ogni epoca le parole hanno un significato. Al momento,  i mezzi di comunicazione attribuiscono al termine populismo un significato prevalentemente negativo .“Populismo” è  storicamente  un’espressione culturale e politica della voce dei popoli. Nacque in Russia   tra ‘800 e ‘900  per indicare movimenti favorevoli a contadini e gleba.  Fu anche riferito a un partito statunitense  di operai e agricoltori del 1891. Anche alcune istanze  di Obama e della Clinton nel 2008  (promettevano di difendere i lavoratori dalla delocalizzazione delle imprese) per linguaggio e modalità espressive  furono definite populiste. Attualmente, con significato negativo l’etichetta  populista, è attribuita principalmente al Movimento 5Stelle e alla Lega Nord. Il termine  indica   chi cerca la legittimazione per l’esercizio del potere politico nel consenso popolare, sino al  superamento limiti posti dalla Costituzione e dalle leggi all’esercizio dello stesso potere politico.

Print Friendly

Articoli Collegati

2 Commenti

  1. luigi bandiera says:

    Poveri noi,
    qua ogni tanto i presunti intellighentis s’inventano belle parole (alla LR) per plagiare gli ignavi cittadini mai stati sovrani.
    Poi, dai, ditelo anche voi, quella del POPULISMO fa pensare davvero ad una fregatura.
    Poi e’ detta in contesti e modi da portare la gente a pensar male di quelli che hanno questa nuova etichetta.
    Erano partiti col razzismo, poi enofobismo, poi con altre che non mi vengono perche’ le rigetto tout court, infine sto populista.
    Domani cosa..? PARTIGIANISTA..?
    E i veri partigiani si girano nelle tombe perche’ loro hanno patito in anima e in corpo l’occupazione foresta. E ma anche nostrana dato che come nel calcio la tifoseria e’ sempre divisa, la medaglia no..? FACCIA BUONA da una parte e FACCIA CATTIVA dall’altra.
    Probabilmente deve essere cosi’ se no non si va avanti.
    Qualche tempo fa io, questa medaglia, l’avevo battezzata come KOMUNISTI di DX e di SX.
    Visti gli andazzi anch’io cerco di inventarmi qualche bella parola diceva LR.
    Ma quante belle parole… in questo mondo.
    Nell’altro non si sa anche se qualcuno formula delle ipotesi.
    E rimanendo in questo di mondo (kane) abbiamo le nostre piu’ o meno societa’ formate dagli umanoidi e anche dagli animali ed insetti.
    Ignorando le catastrofi dovute agli eventi climatici…
    Quindi, si tante belle parole e quella di dare del POPULISTA ad uno che si sente di esternare qualcosa e’ oggi al top come offesa non offesa.
    Come quella di dire al tizio o al caio: studia, dopo parla.
    Digli che e’ ignorante no..? Che sei biforcuto..?
    Ignorante o deficiente hanno un significato ben preciso… quindi… sarai capito sicuramente e non userai la lingua biforcuta tanto di moda al di’ de unkuo’.
    Si, d’accordo. A volte bisogna dribblare per via di una probabile querela… che si sa quando comincia ma non si sai mai come finisce e quando finisce. Appunto.
    Pero’, se uno si attiene ai fatti… se non ha il senso offensivo che ritorsioni si possono avere..?
    Si, a volte la constatazione dei fatti e’ dura, ma da sempre la verita’ fa male.
    Va ben, tema un po’ da evitare.
    Tuttavia le belle parole lo sono sempre se piacciono al POTERE e a chi lo ESERCITA: in qualsiadsi modo e maniera; in qualsiasi ambiente.
    Pensiamo alla parola PARTIGIANO.
    Quelli che stanno facendo INVADERE lo stato italia saranno considerati dalla storia partigiani o TRADITORI..?
    Sicuramente la medaglia mi suggerisce: meta’ li vedranno partigiani e l’altra meta’ TRADITORI.
    Quindi..??
    Se tutto andra’ bene saremo ROVINATI sia con o senza le BELLE PAROLE. (grazie LR per l’invenzione)
    AMEN.

  2. Castagno 12 says:

    Devo constatare che il populismo italiano, ANCHE SE INFORMATO, continua a servire e a sostenere le Banche, BRACCIO OPERATIVO DEL GOVERNO MONDIALE.
    Lo STOLTO domanda: ” SERVIRE e SOSTENERE in che modo ? “.
    Una persona informata e più paziente di me, provi a fornire ULTERIORI spiegazioni a chi non intende rinunciare alle proprie abitudini BALORDE.
    IO NE HO ABBASTANZA !

Lascia un Commento