IL VINO FATTO COL POMODORO, L’HA INVENTATO UN CANADESE

di REDAZIONE

Pomodori al posto dell’uva per fare il vino? E’ possibile. Almeno secondo quanto sostiene il canadese Pascal Miche. L’uomo, secondo quanto riportano i media americani, ha raccontato di aver perfezionato una ricetta segreta tramandata per quattro generazioni dalla sua famiglia, di origine belga, e di essere il primo ad aver venduto con successo questo prodotto.

Il suo ‘Omerto’, un vino bianco di colore chiaro con una gradazione alcolica del 18%, per ora e’ in commercio solo in Canada, ma Pascal Miche vuole espandersi e presentare il suo prodotto anche negli Stati Uniti e in Europa. “Volevo portare a termine cio’ che il mio bisnonno ha iniziato”, ha spiegato dalla sua piantagione di Charlevoix, situata a circa 400 chilometri da Montreal.

Miche dice di scegliere i suoi pomodori con la stessa cura che i viticoltori usano a selezionare le uve migliori, e segue anche le medesime procedure. Miche ha tuttavia dovuto convincere le autorita’ che il pomodoro puo’ essere considerato un frutto, passo necessario per chiamare il suo prodotto ‘vino’. La scienza e’ dalla sua parte, in quanto – botanicamente parlando – il pomodoro contiene i semi della pianta.

Qualche problema secondo gli esperti si porra’ invece se Miche decidera’ di tentare l’esportazione in Francia, dove solo le bevande alcoliche a base di succo d’uva fermentato possono essere denominate come vino.

Print Friendly, PDF & Email

3 Comments

  1. In italia il vino si fa con il sangue degli italiani: il frutto di riferimento si chiama “Testa di rapa”. La forma è simile alla verdura con lo stesso nome ma il gusto sa di merda, di stronzo per la precisione.
    C’è la sangria la spagna e la strunzia in italia

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Le 17 dichiarazioni di secessione di Bossi. Viva l'Italia unita

Articolo successivo

Bossi: gli assegni non sono andati ai miei figli, è un complotto dello Stato