LA LEGA NORD, LO STATO E IL POLITICO SOCIOPATICO

di REDAZIONE*

Viviamo in tempi molto difficili, la decadenza morale e fisica del nostro Paese e dell’intero occidente continua inarrestabile, la follia dell’elite che ci governa è sempre più evidente, per chi ha compreso l´inevitabilità di tutto ciò.

Abbiamo intrapreso una china estremamente pericolosa, l’elite che ci governa è formata da una classe di sociopatici selezionata tra il peggio dell’intera classe umana; mentre scorre la nostra sempre più difficile quotidianità, questa elite ci sta conducendo verso un futuro fatto di coercizione, paura, violenza e guerra.

Una riflessione sulla recente vicenda delle presunte ruberie della Lega… partito la cui parabola è esemplare per dimostrare il potere corruttivo dello Stato. E’ fondamentale convincersi di questa verità per disilludersi della possibilità di una soluzione politica e democratica ai nostri problemi. La libertà bisogna raggiungerla individualmente. Quando tutti agiranno in questo senso allora sì che le cose cambieranno.

Ecco perché il prossimo politico non sarà migliore dell’attuale!

Il potere prima lo annusi da lontano, magari ammirando il potere del politico locale, poi lo annusi sempre più da vicino, poi ti fai coraggio e provi a prenderne un po’, poi ti piace e ne provi a prendere sempre un pò di più, poi te ne innamori e ne prendi quanto più ne puoi, poi inizi a sentirlo parte di te e non ne puoi fare più a meno, poi il potere ti conquistta e ti trasforma in un sociopatico, perdi il contatto con la realtà e non sai più sentire qualsiasi sentimento di empatia con un altro uomo …ed é in quel preciso momento che fai qualche piccolo errore ed un fesso qualunque ti tradisce e perdi tutto!

Antonio Manno sul suo blog, ha tradotto un estratto di un bellissimo articolo di Doug Casey apparso su LewRockwell.com dal titolo “L´Ascesa dei sociopatici nel governo USA” dove definisce le caratteristiche caratteriali fondamentali di chi ci governa. Ci sono sette caratteristiche che posso pensare definiscano il termine sociopatico, sebbene sono sicuro che questa lista possa essere estesa :

1. Il sociopatico ha una totale mancanza di coscienza o qualsiasi capacità di avvertire rimorso quando fa del male agli altri. Sebbene pretende di dire e fare l’opposto;

2. Il sociopatico pone i suoi propri desideri e voleri su una scala completamente differente degli altri. Il suo volere è incommensurabile. Egli pensa veramente che il fine giustifica i mezzi. Sebbene pretende di dire e di fare l’opposto;

3. Il sociopatico si considera superiore di qualsiasi altro, perché non è preoccupato delle emozioni e dell’etica che gli altri invece avvertono-lui è superiore a tutto ciò. Egli è arrogante. Sebbene pretende di essere l’opposto;

4. Il sociopatico non accetta mai la responsabilità se qualcosa va male, perfino se è il responsabile praticamente di tutto ciò che va male. Non ascolterai mai delle scuse sincere da parte sua;

5. Il sociopatico ha un concetto parziale del diritto di proprietà. Quello che è suo è suo, e ciò che è tuo è suo. Perciò difendono l´inflazione e la tassazione come una cosa giusta;

6. Il sociopatico usualmente attacca il bersaglio sbagliato. Se perdono il portafoglio, prendono a calci il cane. Se 16 sauditi prendono un aereo e volano contro un grattacielo, loro attaccano l´Afghanistan;

7. Il sociopatico naviga tra le notizie tragiche, ama trafficare tra i rumors di notizie distruttive e falsifica l’informazione per danneggiare gli altri;

Il fatto che sono bugiardi cronici, estremamente convincenti e perfino entusiasti nell’esserlo, che spesso credono alle loro proprie bugie, significa che non è semplice scoprirli, perché le persone normali pensano che un altra persona tenda quasi sempre a dire la verità. Essi raramente hanno baffi a maniglia o una risatina come Snidely Whilplash. Invece coltivano una patina oppure una maschera di saggezza e paternalismo che devia i sospetti. Tu puoi confidare nella loro “correttezza politica” in pubblico.
Com’è possibile che un senatore oppure un deputato alla camera che supporta fondazioni dedite alla carità sia una persona cattiva?
Egli è un esperto nell’usare la facciata per nascondere la realtà, e non avverte nessuna colpa nel fare ciò.

L’elite politica è composta principalmente, e a volte esclusivamente, da sociopatici. Non è solo il fatto che non assumono comportamenti umani normali. Essi sono finanche quasi umani, come una subspecie separata, differenziati dalle loro qualità psicologiche. Un essere normale può legarsi ad un sociopatico sia spiritualmente che psicologicamente alla stessa maniera come può legarsi fisicamente con un uomo di Neanderthal; può essere fatto, ma i risultati non saranno buoni.

E’ un problema molto serio quando una società diventa altamente politicizzata, cosi com’è oggi il caso degli Stati Uniti e dell’Europa..

Se vuoi un esempio chiaro di quanto siano pericolose le elite “sociopatiche” quando prendono il sopravvento sulla massa della gente normale come te, ti invito a vedere questo video che replica il famoso esperimento di Milgram sull´autorità!

*riecho-economiaeliberta.blogspot.it

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. silvia garbelli says:

    Interessante riflessione sul ruolo di quella che viene giustamente definita ‘soluzione politica e democratica ai nostri problemi’. E’ chiaro che si è ormai giunti al bivio di una particolare evoluzione del sistema partitico, un cambiamento che risulta ancora più stridente e crudo in un momento di ristrettezza economica.

    Mi sembra, però, che la disamina proposta nel passaggio e nel video pecchi di un eccessiva analisi un po’ manicheista e determinista. Pensare che ogni politico sia soggetto a una ‘patia’, una malattia, è di per sè piuttosto scoraggiante e temo non aiuti assolutamente a individuare una ‘nuovo modello di doti ‘ che i nuovi politici
    possano e debbano incarnare.

    Certo, quelli sotto gli occhi nel panorama italiano sono quasi sempre un modello generalmente negativo, ma sono anche il frutto di un particolare clima socio-culturale che è la risultante di secoli di malcostume, opportunismo e avidità assommati nelle peggiori condizioni storiche dovute a un’unificazione ‘improvvisata’, forzata e degenerata negli ultimi 150 – 160 anni.

    Basterebbe cominciare a rifiutare visioni di opportunismo e furbizia tipiche del ‘Principe’ di Machiavelli e, al tempo stesso, adottare leggi e consuetudini che in stati e (nazioni ) europei hanno consentito e garantito di conseguire e mantenere ai rappresentanti dei cittadini una condotta moralmente corretta…. Il rispetto di trasparenza e onestà verso di loro dovrebbe esserne regola fissa e fondamentale da coniugare con una ‘dose minima’ di giusta ambizione personale.

    Come arrivare ? E questa è un’altra ottima riflessione : l’augurio è almeno di poterci porre il problema con calma e responsabilmente.

Leave a Comment