Politica, tra l’autoconservazione e il malaffare c’è via d’uscita?

soldi ai partitiFino a quando un leader di un partito politico non chiederà ufficialmente scusa al cittadino, fino a quando un leader di un partito politico non denuncerà pubblicamente e vergognandosene un suo iscritto condannato per corruzione, peculato, scambio di voti, appropriazione indebita e lo caccerà dal partito, fino a quando un leader di un partito politico non restituirà al cittadino il maltolto di un suo iscritto ladro, considererò la politica una faccenda di malaffare per gente di malaffare, dedita ad un solo interesse: l’autoconservazione.

La mutazione dei tempi ha sostituito l’homo sapiens con l’homo insipiens.

La tradizione della violenza, invocata come alibi per le più orrende competizioni, per i più abbietti usi secolari, per le più volgari sagre, che genera l’oscurità del proprio pensiero, è sempre la morte del proprio progresso, la tomba della propria civiltà, la stagnazione della propria intelligenza. E profana l’umanità negando alla vita la sua evoluzione.

 

Rosanna Marani

Print Friendly

Articoli Recenti

Lascia un Commento