Pmi schiacciate dalla tasse: Tasi e Tari salite del 64,5% in soli tre anni

 di REDAZIONE

Cresce il peso delle tasse sui redditi delle pmi, spinto soprattutto dai tributi sugli immobili, che rispetto al 2011 sono più che raddoppiati: quest’anno toccheranno il record di 4.873 euro, con un incremento del 110,4%. Sommate al tributo chiesto per i rifiuti, che ammonta a 2.577 euro, si raggiungerà quota 7.450 euro. Rispetto al 2011, quanto il totale arrivava a 4.529 euro (2.069 euro di tasse sugli immobili più 2.460 di tasse sui rifiuti), si registra un incremento del 64,5%. Su un totale di 31.600 euro di tasse e contributi che le piccole imprese artigiane dovranno versare, il 23,6% fa capo al fisco immobiliare. È quanto emerge dalle tabelle contenute nel rapporto della Cna ‘comune che vai fisco che trovì. L’incremento della tassazione sugli immobili è dovuta all’introduzione dell’Imu, tra il 2011 e il 2012, che ha subito una nuova accelerazione per effetto dell’introduzione della Tasi, tra il 2013 e il 2014. Rispetto al 2011 la Tari è aumentata di 117 euro, va però rilevato che rispetto all’anno precedente c’è stata una riduzione di 157 euro. La riduzione, spiega Cna, è dovuta alla cancellazione dell’addizionale sui servizi indivisibili. Allo stesso tempo bisogna però considerare che l’introduzione della Tasi ha determinato un aumento di 438 euro, facendo registrare un incremento complessivo di 281 euro. La somma di Imu e Tasi raggiunge dei livelli record, in città come Reggio Calabria, dove i piccoli imprenditori quest’anno devono pagare 11.595 euro, mentre la Tari arriva a 1.523 euro (i due tributi insieme raggiungono i 13.118 euro). Segue a breve distanza Bologna, dove si arriva a 10.731 euro, che vanno sommate a 2.720 euro di tassa sui rifiuti, per un totale di 13.451 euro.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. lory says:

    e poi votano Renzi e porcherie varie………..

  2. alberto andretta says:

    e da stamattina sono finite definitivamente le lacrime,il bello dovra’ ancora arrivare,per le piccole imprese adesso sara’ il momento del sangue,alberto andretta,cogollo,vicenza

Leave a Comment