Plebiscito digitale Veneto: per gli organizzatori han votato in 150.000

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

La notizia della celebrazione del referendum di indipendenza è stata censurata con un silenzio assoluto e pauroso degli organi di informazione italiani. Tale censura non ha d’altro canto impedito la diffusione della notizia attraverso un passaparola che di paese in paese, attraverso i social network e con circa 4 milioni di lettere contenenti i codici di voto distribuite dai volontari di Plebiscito.eu ha raggiunto praticamente ogni cittadino veneto.

Il silenzio di regime della stampa e della tv italiane ha visto nel contempo emergere un grande contrasto con il grande risalto mediatico internazionale che la notizia ha invece rivestito, con pubblicazione sulle principali testate inglesi, russe, austriache, canadesi e di mezzo mondo.

Secondo comitato per il Sì all’indipendenza del Veneto) ha dichiarato: “I primi risultati di affluenza sono molto incoraggianti e testimoniano la volontà ferma dei veneti di pronunciarsi in modo sovrano sul proprio destino. Se la tendenza di affluenza al voto sarà confermata, credo proprio che il percorso verso la dichiarazione unilaterale di indipendenza del Veneto sia una cosa naturale che si compierà in un tempo molto breve”.

Ufficio stampa – Plebiscito.eu

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

33 Comments

  1. manuel says:

    Io credo che il problema del veneto non dipenda tanto da roma e l’italia ,ma dal sistema economico di cui tutto il mondo e’ schiavo , bisogna quindi staccarsi obbligatoriamente da euro, nato ed ue ,coniare una moneta propria e creare una banca unica di cui ogni veneto ne sia socio. San Marco.

  2. claudio giovanni rosini says:

    XE VOI VOTAR E NO XAVI COME FAR PAR TEL. EL NUMARO 0423402016

  3. claudio giovanni rosini says:

    par chi ke no ga ciapa la letera col codice el poe telefonar al 0423402016 …..

  4. Michele De Vecchi says:

    Una procedura notturna rimuove tutti i voti non validi, che quindi non concorrono alla conta finale; ricordo a tutti che chi vota fornendo dati non validi oppure senza averne il diritto sta commettendo un reato punibile penalmente.

    Siate responsabili delle vostre scelte.

    • berghem says:

      Per curiosità, come funziona questa procedura notturna? Avete accesso ai dati delle carte di identità degli iscritti per verificarne la correttezza e un software elimina in automatico i voti non corretti o avete la scimmietta che spulcia voto per voto e va a controllare sui singoli registri comunali che i dati siano giusti? E’ giusto che le cose siano trasparenti!

      • Michele De Vecchi says:

        Non ti so rispondere esattamente a questa domanda, e sono costretto a rimandarti alla sezione contatti del sito http://www.plebiscito.eu per non di re castronerie; quello che so è che il controllo delle identità è stato affidato a società specializzate: non chiedermi quali siano o come operino; come ti ho detto, devi chiedere alla sezione contatti del sito

  5. sandro sandrin says:

    Voglio comunque fare presente che dichiarare false generalità ho appropriarsi di codici altrui costituisce sempre reato(e lo sarà anche nel futuro stato veneto). Quindi attenzione!!

    • berghem says:

      Spèta che me cago addosso…che fai invadi la Lombardia e mi vieni a prendere? O mi devo autodenunciare? Da quando dichiarare false generalità al primo che passa è un reato? Io non mi sono appropriato dei codici di un altro. Me lo sono fatti dare dagli organizzatori. Oggi voterò ancora qualche volta a vostro favore! Non vi lamentate, vi sto aiutando.

  6. beatrice z says:

    Salve a tutti ma da nessuna parte viene detto quante persone dovrebbero votare si per avere questa i dipendenza…..voi lo sapete????

  7. Carlo says:

    Il fatto che chiunque possa votare inserendo dati a caso nel sito …non mi da grande fiducia nell’iniziativa. Anche se la mia ambizione è chiaramente la stessa degli organizzatori dell’iniziativa.

    • berghem says:

      Era quello che intendevo dire. Denunciare un plebiscito fuffa per l’annessione e istituirne un secondo fuffa per la secessione non mi sembra un buon inizio. La validità di questo referendum è pari a quello del ’66. Se si considera valido questo, lo stesso è per quello dell’epoca ..il che è tutto dire.

  8. 500.000 a ieri sera, 16 marzo, alla chiusura dei seggi. Ma avete proprio paura della liberta’? E allora perche’ ne parlate?

  9. sandro sandrin says:

    nesun gà più scuse: non me xe rivà el codice, la cartoina non ghe xe publicità!! tuti savemo, noialtri semo la publicità, la nostra boca le nostre man de veneti che non se vergogna più de manifestare le proprie idee!! sul sito plebiscito.eu ghe xe scrito tuto, anca i referenti teritoriai, come i segi sparsi in tuto el teritorio ( a proposito , Rovigo xe ora de svejarse!!). la bubana non la vien da sola bisogna andarsea tore . FORXA E VIVA SAN MARCO E EL SO POPOLO!!

    sandro sandrin

  10. mauro says:

    Anche a mè non sono arrivati i codici ,comunque ho votato via internet! euro e nato, i quesiti ci sono.

  11. mauro says:

    Confermo che anche da mè che i codici non sono arrivati per posta, sono di Treviso.Non mi sono perso d’animo e ho votato tramite computer! ci sono anche i quesiti su euro e nato!

  12. berghem says:

    Io sono bergamasco e ho votato per ben due volte..ovviamente a favore! Basta registrarsi con dati a caso..mitici veneti! Come fate le cose voi!

  13. luigi says:

    Ma non sarebbe meglio prendere le armi? magari i carrarmati…

  14. Paul Brembilla says:

    dai forza Veneti !

  15. gianpaolo says:

    Il referendum del Veneto per Roma non esiste. Persino la RAI non lo vede, probabilmente i Veneti non pagano abbastanza il canone.

  16. loretta cadaldini says:

    Buona domenica , sono una mamma di tre figli ed anche un perito chimico mi piacerebbe essere presente a riunioni eventuali che andrete a programmare e nel mio paese-zane’o in provincia! Complimenti! Cordialita’

    • Michele Bendazzoli says:

      Sono 430.000 alle 18.30 più di centomila solo che in provincia di Vicenza. E fu sera e fu mattina. Secondo giorno.

  17. Rustego Piovan da Molin says:

    A mi no me xe rivà gnisuna létara co ‘l còdexe caxa… mi e la mé famegia lo gaòn catà so ‘l sito parché s’a ve spetàvino viantri ciò! Ghemo votà orgolioxi. No inporta coxa, ‘l inporta votar. Viva la Democrasia Direta! Viva la Libartà! Viva Sa Marco!

  18. ermanno says:

    ma le cartoline quando arrivanooo ???

  19. pierino says:

    la domanda sull euro, NON cè …

  20. ferdinando says:

    Zaia date na mossa…

  21. nik says:

    Non ne parla la stampa italiota, ma ne parla la Russia:
    http://rt.com/news/venice-independence-referendum-italy-154/

  22. Come Mas, vedi l’articolo qui sopra, in caso di massiccia partecipazione e maggioranza assoluta per il SI, ZAIA HA IL DOVERE MORALE DI DICHIARARE L’INDIPENDENZA DEL VENETO. Altrimenti dovrà farlo il candidato più votato tra quelli di Plebiscito2013, che assumerà la carica di capo di un governo provvisorio. Tertium non datur, si datur libertas.

Leave a Comment