Più clandestini alla frontiera di Trieste. Il Viminale sposta la polizia a Imperia

di POLIZIA-DI-STATO-ITALIA-Milano-94

“Sembra paradossale, ma invece e’ tutto vero. Mandiamo personale della Polizia di Stato di Trieste in missione a Imperia per esigenze connesse all’aumento del flusso migratorio di cittadini extracomunitari al confine italo-francese, cosi’ cita il telex ministeriale del 23 luglio”. Lo denuncia in una nota il segretario provinciale di Trieste del sindacato di polizia Sap, Lorenzo Tamaro. Nella nota il Sap segnala che “se pur di poche unita’, il Dipartimento ha disposto che operatori della Questura di Trieste siano aggregati a quella di Imperia per contrastare un fenomeno che proprio in questi giorni vede un aumento esponenziale degli ingressi attraverso il confine italo-sloveno”. “Da tempo il Sap denuncia il problema di questo canale di ingresso – continua il comunicato – ma il Ministero e una parte di politica sembrano sordi, prima proponendo la chiusura del Settore di Polizia di Frontiera di Trieste, poi aggregando il suo personale all’Expo di Milano e ora mandando altro personale a contrastare il medesimo fenomeno che qui stiamo subendo. Piuttosto che distogliere il personale di Trieste a favore di altre provincie si mandino rinforzi a contrastare gli ingressi sull’altipiano carsico”, conclude la nota.

Print Friendly

Articoli Recenti

Lascia un Commento