IL GIORNALISMO CHE VALE UNA… PIPPA

di TONTOLO

Machissenefrega! Il sistema unico dell’informazione italiana non sarebbe riuscito ad inventarlo nemmeno Orwell. Nossignori, neppure l’autore di 1984 avrebbe immaginato che una combriccola di persone dedite all’informazione sarebbe riuscita a nascondere notizie importanti in continuazione, lanciando come contropartita sciocchezzuole rosa, o tragici servizi di guerra su 10 centrimetri di neve a Roma.

Facciamo un esempio: dell’Inghilterra fuori dall’euro si approfondisce nulla, dell’indipendenza scozzese manco una parola, dei deputati inglesi che si dimettono non appena li beccano con le mani nella marmellata silenzio tombale. Niente da fare, per Tg e radio (mass media) quando si deve parlare della terra di Albione o si chiede un servizio a quel giornalista con la barba che parla dei cappellini della regina Elisabetta, oppure tutti insieme gioiosamente a mostrarci la solita Pippa: “Una nuova duchessa alla corte di sua Maestà la regina Elisabetta II d’Inghilterra. Pippa Middleton, sorella della duchessa di Cambridge, potrebbe emulare la sposa del principe William e farsi impalmare da George Percy, futuro duca di Northumberland, l’erede di una della più grandi fortune del regno. Ormai i giornali brittanici hanno coniato per lei un sofisticato soprannome, ha scritto il settimanale francese ‘Point de vue’, ‘Pippa Singleton’, sofisticata contrazione di single e Middleton. Dopo aver lasciato a giugno il fidanzato Alex Loudon, giovane e tranquillo finanziere della City, compagno di studi del principe Wiiliam, devoto al cricket e alla tranquillità domestica, Pippa è ritornata single. Eppure dopo il 29 aprile, il giorno del matrimonio di William e Kate, Pippa si è ritrovata, suo malgrado, sotto le luci della ribalta, trasformata in un sex symbol grazie al suo abito da demoiselle d’honneur, che ha messo in risalto uno splendido decolletè e un perfetto lato B”.

Suo malgrado in Inghilterra forse, ma qui da noi che bisogno c’è di spiegarci i lati B delle sorelle delle principesse? Sarò anche Tontolo, ma a me pare che il giornalismo italiano non valga una… Pippa!

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. larosa says:

    Ma no, c’e’ anche un giornalismo più impegnato e non marchettario…La Rai ad esempio propone una vasta scelta (vabbè venticinque interviste a Confortola in un anno e mezzo nonn sono poche ma…) qui c’e’ una scelta piccola piccola…

    http://www.montagna.tv/cms/?p=29481

    http://www.ufficiostampa.rai.it/comunicati_tv/20111007/rai2__a_quello_che__regioni__l_assemblea_dell_anci.html

    http://www.ienesiciliane.it/politica/scandalo-al-pistacchio-un-fiume-di-euro-dalla-provincia-di-catania-al-comune-di-bronte-ovvero-dal-genero-al-suocero.html

    http://www.adnkronos.com/Archivio/AdnAgenzia/2009/09/25/Spettacolo/Televisione/RAIDUE-RAI-PARLAMENTO-LALPINISTA-MARCO-CONFORTOLA-SI-RACCONTA-A-REGIONI_131436.php

    http://www.regioni.it/it/show-raidue_su_rai_parlamento_quello_che_regioni_/news.php?id=32670

    Ciao a tutti,

    volevo solo comunicarVi che sabato 26 settembre ore 10.45 su RAI DUE Quello che regioni andrà in onda uno speciale sulla salita al Tresero con i ragazzi ma non solo…………da non perdere!!!

    Marco Confortola

    http://www.marcoconfortola.it/?p=1597

Leave a Comment