Pil, l’80% è per consumi interni!

pilSu oltre 1.680 miliardi di ricchezza prodotta in Italia, il 79,6% e’ riconducibile ai consumi interni che, a loro volta, sono composti per il 60,8% dalla spesa delle famiglie e un per un altro 18,8% dalla spesa della nostra Pubblica amministrazione (Pa). E’ quanto rileva la Cgia in uno studio nel quale sottolinea come pero’ anche nel 2017 la crescita dei consumi resti modesta. Nel 2017, infatti, l’aumento di quelli delle famiglie dovrebbe attestarsi all’1,4%; nell’area euro solo Francia (+1,1) e Grecia (+0,9) faranno segnare un risultato inferiore al nostro. Le spesa per consumi della Pa, invece, nel 2017 registrera’ uno striminzito +0,7%. Rispetto al 2007 (anno pre crisi) dobbiamo ancora ‘riprendere’ 2,8 punti di spesa delle famiglie e 1,7 di spesa della nostra amministrazione pubblica. E sebbene la variazione del Pil nazionale sia tornata ad essere positiva dal 2014, per tornare al livello precrisi dobbiamo ancora ‘riconquistare’ 5,4 punti percentuali. E sebbene le vendite al dettaglio siano in leggera ripresa (+0,4%) nel primi nove mesi 2017, questo segnale positivo non coinvolge tutti gli operatori.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. giancarlo says:

    Prima di cantar vittoria bisogna avere il gatto nel sacco.
    Non credo a questa ripresina fasulla.
    Nei prossimi anni se il PIL non dovesse aumentare, ma diminuire rispetto a quello del 2017 vuol dire che il sistema italia è saltato per aria.
    Unica soluzione lasciare libere di agire le regioni virtuose, non solo con autonomia piena, ma addirittura con statuti speciali……caso contrario ne pagheremo prima o poi le conseguenza, tutti.
    WSM

Leave a Comment