Perché l’Italia è praticamente l’unico paese europeo a non aver subito ancora attentati a firma ISIS?

berlino

di GIUSEPPE LONGHIN – Dobbiamo solo allarmarci per l’uccisione a Sesto San Giovanni del terrorista che ha compiuto l’attentato a Berlino o è un semplice caso? Perché l’Italia è praticamente l’unico paese europeo a non aver subito ancora attentati a firma ISIS? È giusto che la Prefettura “imponga”, con l’accordo SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati), alle nostre amministrazioni di accogliere tre clandestini ogni 1000 abitanti che non hanno ancora avuto il riconoscimento dello status di profugo? Senza creare inutili allarmismi, ma qui si parla di vite umane, non di danno erariale o di un aumento di una aliquota comunale. E’ indispensabile una prevenzione determinata e senza il solito buonismo che SI ci permette di addormentarci sereni, ma ci mette a rischio di non svegliarci al mattino. Ritengo questa sia l’occasione, l’ennesima, per ribadire quello che già mesi fa ho cercato di dire in consiglio provinciale di Varese con una mozione, bocciata, inerente un maggior controllo dei centri di accoglienza, e successivamente con la forte presa di posizione presa tramite un’altra mozione a firma di molti sindaci contro il terrorismo, e cioè che non possiamo permetterci superficialità. Non bisogna dare solo responsabilità alle amministrazioni ma anche strumenti per controllare e prevenire ogni rischio. Mi auguro che i sindaci, civici e non, si facciano valere con chi, lontano magari centinaia di chilometri, vuole decidere della nostra sicurezza.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Ric says:

    I sindaci non si fanno valere semplicemente perché non contano un fico secco , come noi , come le nostre vite che per lossignori sono stupide .
    Facciamo in fretta a capirci che , siccome il sistema della rappresentanza è fallito , travolto dalle illusioni della democrazia , elegante intrigo di concetto ponte , finalizzato per traghettatori di potere alle delizie romantiche della loro modernità ;
    sicché i risvegli per coloro ai quali tocca , saranno e sono allucinanti tali da comprendere in un attimo che i sacrificati di turno siamo noi al netto di mediazioni di sorta .
    Non è più tempo di ampolle o di nuovi totem , è guerra tra pazzi e disertori .
    Indovinate chi sono i disertori ?

  2. giancarlo says:

    La risposta è talmente facile ma sconcertante per i cretini che credono ancora alle favole.
    Perché loro, i terroristi, si sentono a casa loro qui in italia.
    Sino ad oggi, dopo che la polizia, per un colpo di fortuna grande come una casa ha beccato il terrorista che ha seminato morte a Berlino, i vari ministri degli interni ci dicevano che l’italia è sicura e che i servizi funzionano talmente bene che non c’è da preoccuparsi. Adesso dopo il fatto di Milano non possiamo, non dobbiamo più credere a nulla di quello che ci vengono a dire. Infatti con i barconi arrivano e come e con i terroristi al seguito. Anzi è diventato il mezzo più sicuro per arrivare in italia e poi in europa e loro non ci credono o vogliono farci credere che così non è. Ma quanti dobbiamo vederne fotografati sui barconi o morti per strada per sapere che ci sono e con loro ci sono i fiancheggiatori e che il giorno che lo decidono ci faranno vedere i sorci verdi. I terroristi della brigate rosse erano degli angeli in confronto a questi assassini dell’Isis.
    Cani sciolti ? Caso isolato ? Poveri o deboli di mente che cedono alle lusinghe delle 20 vergini in paradiso?
    Se non fossero quello che sono arriverei a dire che hanno coraggio da vendere mentre noi siamo diventati dei vigliacchi che non guardano in faccia la realtà. Andarsi a leggere i libri di ORIANA FALLACI e capirete di cosa sto parlando. Loro ci credono a quello che fanno e già questo ci mette con le spalle al muro o no?
    Ieri in TV sentivo che ci sono un sacco di progetti in italia per fare altre moschee con i soldi del Qatar e dell’Arabia Saudita…….ma stiamo scherzando? E chi controlla gli IMAM di primo pelo ? Oppure quelli che si improvvisano IMAM e non lo sono mai stati ?
    Alfano ha lasciato perché ha finito il suo compito di far invadere l’italia ed ora staemo a vedere come pensano di risolvere il problema ” invasione “. Siamo in guerra e per il momento scaricano sui cittadini tramite prefetti e sindaci l’enorme problema che loro hanno creato.
    Per favore non voglio sentir parlare di accoglienza, solidarietà etc..etc..parole ipocrite, delinquenziali ,dato che il business è sotto gli occhi di tutti e di rifugiati veri li contiamo a percentuali ad una cifra sola.
    WSM

Leave a Comment