Perché il Nord subisce di tutto?

arcangelo
di MARCELLO RICCI – Fare la rivoluzione significa volere un nuovo ordine sociale e politico. L’ attuale situazione nel Lombardo-Veneto,chiede  profondi cambiamenti. Il parassitismo del meridione ormai accettato è anche percepito come fisiologico. Gli atteggiamenti sul tema, di quanti si erano fatti carico di correggerlo, sono mutati.
Se ne prende atto. Resta il problema comunque.
La storia recente ha registrato un fatto importantissimo di cui non si parla più assolutamente, ma deve essere ricordato.
Nel maggio del 1997 il gruppo dei Serenissimi composto da:
  • Giuseppe “Bepin” Segato
  • Gilberto Buson
  • Cristian Contin
  • Flavio Contin
  • Antonio Barison
  • Luca Peroni
  • Moreno Menini
  • Fausto Faccia
  • Andrea Viviani
Salirono sul campanile di San Marco con il Tanko.  
Sono da considerare eroi o criminali politici che hanno attentato alla integrità dello stato?
Stando ai processi, alle condanne, alla vergognosa umiliazione di aver dovuto chiedere la grazia, sono stati catalogati e consegnati alla storia di oggi come criminali politici.
La storia vera li giudicherà in modo diverso.
Quando il vassallaggio politico dei padani avrà termine?
Prima che il cuore gonfio di speranze resti srolo un muscolo con funzione di pompa, alcune riflessioni doverose: prima il trasferimento di italioti nel Lombardo-Veneto iniziato con il Fascismo, ora il forzoso ‘accoglimento’ di invasori-migranti sono serviti per completare il deterioramento del tessuto sociale del territorio.  
 Perché i padani subiscono tutto, manifestando al massimo il dissenso con un bisbigliato mugugno?
Nel Lombardo-Veneto prevalgono forse i castrati mentali, asserviti ad uno stato delle banane che opera rubando i frutti del loro lavoro per mantenere oltre l’esercito storico dei “tengo famiglia,” anche i migranti?
L’impegno economico è duplice. ma le risorse economiche non ci sono.
Quindi?
Arriva la furbata del funambulo affabulatore,  si chiama FLESSIBILITA’.
L’ Italia, la Grecia e tutti i paesi debitori sono vere miniere d’oro. Pagano interessi senza limiti di tempo (oltre 30 anni), come avviene per le accise sulla benzina (ancora sono in essere quelle per la guerra Libica del 1911-12).
Due considerazioni sulle possibili reazioni. La prima, un raduno pacifico dei cittadini sotto le Prefetture (emblema del potere romano) nel Lombardo-Veneto  come protesta e  l’altra  la riconsegna della fascia tricolore da parte dei sindaci a cui viene imposto l’accoglimento dei cosi detti  “migranti”.
Continuando sulla strada dell’accoglienza imposta a prescindere, si dovrà stendere un tappeto rosso a chi ruba e a chi invade e pretende.
Sindrome di Stoccolma o idiozia elevata a virtù?
 In attesa di soluzioni civili e accettabili. Mancando le stesse, si spera nell’arrivo dei khmer rossi.
Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

5 Comments

  1. Riccardo Pozzi says:

    Caro Ricci, la risposta alla sua retorica quanto dolorosa domanda è drammaticamente semplice.
    Il nord subisce perché la maggioranza del suo popolo ritiene di avere ancora troppo da perdere nel buttare il tavolo per aria.
    E’ la storia della pentola e della rana. Chi vuole che il nord dorma, dosa sapientemente l’aumento della temperatura; chi invece vuole che si svegli (come i serenissimi) viene lasciato solo al popolo e facilmente schiacciato dal sistema.
    L’uscita? Altrettanto semplice, unità e disubbidienza civile.

  2. RENZO says:

    Averne a milioni di Serenissimi!!!
    È stato un onore andare con altre centinaia di sorelle e fratelli Padani ad urlare il nostro odio per i carcerieri ed il nostro amore per i nostri Veri Eroi!!!!
    WSM

  3. Padano says:

    La migrazione interna cominciò con il fascismo? Avrei detto a partire dagli anni ’50…

  4. Paolo says:

    Le leggi le detta il vincitore. Intanto vengono da lontano i nuovi cittadini, dall’Africa, dal medio-Oriente e pagheranno le pensioni a tutti (così dicono alcuni luminari). Il Friuli ha ormai perso la propria identità, così credo anche la Lombardia. Nel Veneto a parte un po’ di dialetto rimane ben poco. Il Bossi direbbe: Sconfitta su tutti i fronti, però a lui le è rimasta la poltrona!

Leave a Comment