Perché Bergoglio che ha oscurato il discorso di Ratisbona di Benedetto XVI?

di MARCELLO RICCI –  I “migranti” che invadono l’Italia e l’Europa sono islamici, devoti di Allah e stretti osservanti del Corano.

Il Corano (il Libro) è un testo immodificabile, non interpretabile; il tempo passa, ma il Libro resta cristallizzato nei sui satanici versetti. detti sure.
123 versi del Libro (maledetto) incitano a uccidere senza pietà ebrei e cristiani.
“O voi che credete! Non abbiate amici tra gli Ebrei ed i Cristiani” [al-Ma’idah 5:51.
– Allah darà “una più grande ricompensa a coloro che combatteranno per lui” [Sura 4:96]
– Gli infedeli (coloro che non si sottomettono all’Islam), sono “gli inveterati nemici” dei musulmani [Sura 4:101]. I musulmani devono “arrestarli, assediarli e preparare imboscate in ogni dove” [Sura 9:95]. I musulmani devono anche “ circondarli e metterli a morte ovunque li troviate, uccideteli ogni dove li troviate, cercate i nemici dell’Islam senza sosta” [Sura 4:90]. “Combatteteli finché l’Islam non regni sovrano” [Sura 2:193]. “tagliate loro le mani e la punta delle loro dita” [Sura 8:12]
– Se un musulmano non si unisce alla guerra, Allah lo ucciderà [Sura 9:93]. Al fedele deve essere detto “ il calore della guerra è violento, ma più violento è il calore del fuoco dell’inferno” [Sura 9:81]
– Un musulmano deve “combattere per la causa di Allah con la devozione a Lui dovuta” [Sura 22:78]
– I musulmani devono far guerra agli infedeli che vivono intorno a loro [Sura 9:123]
– I musulmani devono essere “brutali con gli infedeli” [Sura 48:29]
– Un musulmano deve “gioire delle cose buone” che ha guadagnato con il combattimento [Sura 8:69]
– Un musulmano può uccidere ogni persona che desidera se è per “giusta causa” [Sura 6:152]
– Allah ama coloro che “combattono per la Sua causa” [Sura 6:13]. Chiunque combatta contro Allah o rinunci all’Islam per abbracciare un’altra religione deve essere “messo a morte o crocifisso o mani e piedi siano amputati da parti opposte” [Sura 5:34]
– “Chiunque abiuri la sua religione islamica, uccidetelo”. [Sahih Al-Bukhari 9:57]
– “Assassinate gli idolatri ogni dove li troviate, prendeteli prigionieri e assediateli e attendeteli in ogni imboscata” [Sura 9:5]
– “Prendetelo (l’infedele n.d.t.) ed incatenatelo ed esponetelo al fuoco dell’inferno” [Sura 69:30]
– “Instillerò il terrore nel cuore dei non credenti, colpite sopra il loro collo e tagliate loro la punta di tutte le dita” [Sura 8:12]
– “Essi (gli infedeli ndr) devono essere uccisi o crocefissi e le loro mani ebergogliod i loro piedi tagliati dalla parte opposta [Sura 5:33]- “Sappiate che il paradiso giace sotto l’ombra delle spade” [Sahlih al-Bukhari Vol 4 p55]
Il Corano è la parola di Allah, che ogni buon musulmano ha il dovere osservare e di  applicare quanto vi è scritto  (e non interpretarlo), è mai possibile un  credere alla trappola dell’ “Islam moderato”?
Rebus sic stantibus , con immigrazione/invasione, bomba demografica musulmana, denatalità cristiana.
 Il destino è segnato, salvo miracoli-e stragi, attentati e atti criminali di ogni genere e tipo non sono opera di pazzi, esaltati, ma di devoti  di Allah, osservanti che ne applicano i dettami.
Hanno dei complici. Sono tutti coloro che riconoscono l’Islam fondato su Corano come religione e non hanno il coraggio di proclamare la pericolosità del “ Libro  Maledetto” vero responsabile di tutto.
Bergoglio che ha oscurato il discorso di Ratisbona di Benedetto XVI e parimente tutte le autorità politiche e di tutte le altre confessioni religiose che tacciono sono complici del più grande crimine della storia che  ogni giorno si consuma
La verità è talmente scomoda e che si preferisce piangere per le stragi che cercarne la vera ragione. Lacrime di coccodrillo o realpolitik?
 
Già . gli islamici nel mondo  sono circa un miliardo e mezzo.
Print Friendly

Recent Posts

One Comment

  1. caterina says:

    Realpolitic dei politici e dei governanti.. e tutto sommato dietro la predicazione di un falso umanitarismo anche al Papa attuale non gliene frega niente, sia perché anche lui è figlio di migranti, per scelta comunque, con nave di linea sicura, sia perché i morti per fede cristiana li pensa tutti in paradiso e magari un domani per farsi perdonare un peso che si porta sulla coscienza li proclamerà tutti santi.. Anzi, la festa per loro c’è gia’: il primo di novembre… così si risparmia anche l’onere di entrare nell’argomento!
    Realpolitik naturalmente, di scuola gesuitica…

Leave a Comment