Per l’indipendenza catalana l’80% dei SI

di REDAZIONEformiche catalane

L’80,72 per cento degli oltre due milioni di catalani che hanno partecipato al referendum simbolico sull’indipendenza della Catalogna ha votato si’. Lo rende noto la vicepresidente della Generalitat, Joana Ortega parlando di quasi il 90% dei voti scrutinati.

Le domande poste erano due: la prima riguardava l’ipotesi di dare alla Catalogna lo statuto di nazione, la seconda se concederle l’indipendenza. In una conferenza stampa a Barcellona Ortega ha detto che il si’ alla prima seguito dal no alla seconda domanda ha ottenuto il 10,11% dei voti, il doppio no il 4,55% e le schede bianche sono state il 9,56%. La consultazione, organizzata dai militanti indipendentisti senza monitoraggi indipendenti ne’ liste ufficiali di elettori, ha soltanto un valore simbolico e Madrid lo considera un esercizio inutile. L’alta percentuale di si’ si spiega con il fatto che a mobilitarsi sono stati quasi esclusivamente gli indipendentisti. I votanti sono stati circa un terzo degli aventi diritto. I recenti sondaggi danno indipendentisti e lealisti sul filo del rasoio, intorno al 50% ciascuno.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

8 Comments

  1. marco says:

    La Catalogna vota sì al referendum per l’Indipendenza. Che bello sentire Salvini al riguardo. Ottimi gli articoli della Padania. Che dire poi delle dichiarazioni roboanti di Maroni, di Zaia e di Tosi. Ormai solo la Lega ci può portare all’Indipendenza. Certo, appena smettono con le pagliacciate. Stefania, un commento al riguardo?

  2. Castagno 12 says:

    Ieri sera e questa mattina alle ore 1:30 ho controllato i quotidiani on-line “Libero” e “il Giornale”.
    Per entrambi, nessuna informazione riguardo al referendum simbolico sull’Indipendenza della Catalogna:
    L’ESIGENZA della maggioranza dei Catalani è stata ignorata dai due quotidiani portavoce di Silvio (Mondialista DOC).

    Questo atteggiamento la dice lunga sulla presunta “alleanza”, che in realtà è sottomissioe, della Lega nei confronti di Forza Italia.
    E Salvini, come sempre, segnala, denuncia, chiede, promette, illude e NULLA PIU’.

    E nell’attesa, leghisti e Indipendentisti non fanno nulla di concreto per CREARE PROBLEMI AL SISTEMA..
    La fiducia nell’ITALICO SALVATORE IN MASCHERA non crolla MAI nelle menti, fisiologicamente ANNEBBIATE, dei residenti nel Nord italia: se in queste zone la percentuale dei votanti non crollerà del 50-60 % è INUTILE SPERARE !

  3. luigi bandiera says:

    Nell’Occidente c’e’ una specie rara di demokrazia: infatti la volonta’ del popolo non vale quasi mai.

    Solo in certi casi e stati essa vale.

    Da buon ignorante ed analfabeta io la definisco (leggendo i fatti): DITTATURA DEMOKRATIKA..!

    Proprio cosi’, siamo sotto in una dittatura o TIRANNIA DEMOKRATIKA per tutti gli appunti.

    Non si nota?

    Ma proprio nessuno lo nota’?

    Solo io noto questo?

    E’ vero che la KST fa MIRAKOLI, ma un miracolo kosi’ non me lo aspettavo mika sapete: tutti ORBI tranne me..?

    Che brutto vivere il vivere tra URBI ET ORBI… per scherzarci sopra.

    La verita’ e’ nei fatti.
    Impariamo a leggerli per non soccombere.
    Non per avere ragione,
    ma solo per non soccombere.

    Complimenti ai catalani e ai loro leader che hanno saputo orientare per benino la massa ed ottenere un buon risultato.

    Noi di qua non siamo capaci di fare MASSA ELETTORALE dato che i vari paladini e leaders non trovano l’UNITA’ giusta che darebbe un bel peso sul piatto indipendentista della bilancia.

    Ci stanno MASSACRANDO i patrioti italiani… e ancora noi perdiamo tempo in MONAE che poi si traduce in denaro.

    Lo so, e’ dura dare la sveglia a chi del sonno ne fa una santita’. Una tendenza di vita pia e obbediente.

    La tendenza, come si sa, fa moda per cui il vivere nel sonno ormai e’ cosa acclarata da queste parti e non solo visti gli andazzi in giro per lo stivalon di merrrddd… e nei disastri..

    Se non usciranno a breve dei veri LEADERS abbiamo poco da fare certi sogni. Rimarranno solo tali e i sogni solitamente non si avverano mai.

    Auguri e, PSM… WSM.

  4. Dan says:

    E adesso la palla passa a Mas. I numeri li ha avuti quindi produca fatti

  5. Aldo says:

    in quale sondaggio gli indipendentisti e i “lealisti” sarebbero alla pari?
    A me risulta (sondaggi di tutti i quotidiani catalani alla mano) che gli indipendentisti siano circa il 50%, i contrari circa il 25-30% e un restante 20-25% di indecisi, che non credo proprio voteranno tutti contro..

  6. RENZO says:

    C’E’ RIMASTO QUALCUNO DI “SERIO” IN QUESTA EUROPA DEGENERATA !

    FORZA CATALUNYA !

Leave a Comment