Per la serie unioni contronatura: preso terrorista a cui lo Stato di Alfano pagava la disoccupazione e l’assistente sociale

ALFANOdi ROBERTO BERNARDELLI* –  Poche righe in cronaca, nascoste negli eventi regionali. Eppure la notizia è incredibile, anche se per certi aspetti  è all’ordine del giorno in un paese in cui lo Stato apre le porte a tutti gli stranieri provvedendo a mantenerli anche quando perdono il lavoro. Così, in nome di questa antropologia politica sostenuta dal ministero degli Interni, il cittadino macedone fermato ieri dai carabinieri del Ros a Mestre, nell’ambito di un’operazione antiterrorismo, veniamo a sapere che prendeva pure 500 euro al mese come disoccupato e aveva pure diritto ad essere sostenuto e seguito dall’assistenza sociale. Si chiama Ajhan Veapi, domiciliato ad Azzano Decimo (Pordenone), nella frazione di Tiezzo. A comunicarlo è stata l’Arma dei Carabinieri. Veapi, 38 anni, è indagato arruolamento con finalità di terrorismo anche internazionale (art. 270 quater c.p.). Secondo gli investigatori, l’uomo era in procinto di lasciare l’Italia per raggiungere la Serbia e, successivamente, la Germania.
I soldini, tanto, glieli abbiamo messi in mano noi. Bravo Alfano.

 

*Presidente Indipendenza Lombarda

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment