PER 3 SPAGNOLI SU 4 LA SECESSIONE DELLA CATALOGNA E’ IMPOSSIBILE

di LUIGI POSSENTI

In Catalogna insistono col dire che il referendum per l’indipendenza si terrà nel 2014. ma nonostante la ‘road map’ per un referendum sulla sovranità avviata dal Parlamento catalano, per 3 spagnoli su 4 ci sono poche, se non nulle possibilità, che l’indipendenza della regione diventi realtà, almeno secondo un sondaggio di Metroscopia pubblicato oggi da El Pais.

Da questo sondaggio – la cui fondatezza merita una verifica – in Catalogna, la percentuale di coloro che non vedono possibile la secessione è del 66%. Sono soprattutto i votanti del conservatore Partito Popolare a ritenere che il processo avviato dal presidente della Generalitat, Artur Mas (CiU) non porterà da nessuna parte.

Riguardo all’articolazione del ‘diritto a decidere’ rivendicato dal Parlamento catalano, il 74% degli intervistati ritiene che debbano essere tutti gli spagnoli a pronunciarsi sull’indipendenza; mentre, fra i catalani, una meta’ (53%) si pronuncia a favore di esigere tale diritto a decidere in maniera unilaterale e l’altra metà (44%) è per la conformità del resto dello Stato.


Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

6 Comments

  1. Adriano Giuliano says:

    Il Veneto può ottenere l’indipendenza solo se lo vogliono i veneti.
    Siamo un popolo e non abbiamo sposato nessuno tantomeno l’italia, quindi, come fummo annessi tramite un referendum allo stesso modo ce ne andremo.
    Riguardo la costituzione italiana, è solo carta straccia perché il primo a non averla ma rispettata, anzi, i primi furono i governi italiani.
    Noi veneti non abbiamo nulla da condividere con altri popoli d’italia, anzi, abbiamo condiviso già troppe disgrazie provocate da altri, ed ora l’italia ha proprio rotto i cosidetti………., quindi italiani, tra poco spero, fora dae bale dal Veneto.

  2. Straiker says:

    Figuriamoci della Padania.

  3. nic says:

    Vivo in Catalunya, in campagna, non sono una giornalista ma mi piace parlare con la gente. Qui il risentimento verso la Spagna è molto forte, non solo per motivi economici.
    Però c’è parecchia gente che ha paura di un intervento armato degli spagnoli.

    • Dan says:

      “Vivo in Catalunya, in campagna, non sono una giornalista ma mi piace parlare con la gente. Qui il risentimento verso la Spagna è molto forte, non solo per motivi economici.”

      Prova a consigliare loro di fare uno sciopero fiscale totale. Se hanno almeno il coraggio di fare questo allora si possono fare tanti ragionamenti futuri. Se anche questo è chiedere troppo allora non hanno più risentimento dei nostri qua: tanti blablabla e poi tutti a tornare a piegare la schiena per sior paron.

      • Josep P. says:

        Sono catalano…lavoro in Italia da tanti anni….quindi conosco sul terreno le due realtà.

        Capisco il tuo scetticismo purché io stesso l’ho sentito cosí a tenore lungo la storia delle intrighe e delle calcolate strategie della nostra propria classe politica…….blablabla…..

        Stavolta penso sia diverso, come dice NIC é la gente di base chi à preso l’iniziativa….pratticamente spinge e sopratutto vigila attivamente la sudetta classe politica a fare i passi successivi verso non só quale strada, ma la “nostra” strada……al di là di quanto dica Spagna…..

        Non ho nessun problema con le persone in particolare, di qualesia paese o stato, nemmeno con gli spagnoli,…. trattasi alla fine di un sentimento colettivo di unità come popolo che à la voglia di autogovernarsi….

        Pace e giustizia nel mondo !!!!
        Josep

  4. Diego Tagliabue says:

    Tali e quali ai Fallidagghioti!

Leave a Comment